Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Imprese al crocevia della GenAI

Imprese al crocevia della GenAI

La competizione non dorme mai. Secondo lo studio, le aziende non hanno quasi tempo per decidere sull’intelligenza artificiale generativa.
Immagine: scatta una foto – Shutterstock.com

L’orologio sta ticchettando. Secondo il fornitore di servizi professionali Genpact e la società di analisi HFS Research, le aziende hanno solo due anni per sfruttare tutto il potenziale dell’intelligenza artificiale generativa prima di trovarsi in una situazione di svantaggio competitivo. Questa è la conclusione Scansione corrente (PDF) Tra 550 dirigenti di aziende con un fatturato annuo superiore a 1 miliardo di dollari provenienti da dodici paesi (incluso il 13% dei partecipanti dalla Germania) e otto settori.

Dal sondaggio è emerso che, sebbene la maggior parte delle aziende sia ancora nelle fasi iniziali del proprio percorso verso l’intelligenza artificiale, la stragrande maggioranza sta già investendo molto nella ricerca e nell’espansione delle capacità dell’intelligenza artificiale. “L’innovazione GenAI sta avanzando a un ritmo incredibile e siamo solo all’inizio di questo sviluppo”, ha affermato Phil Fersht, CEO e capo analista di HFS Research.

Diversi livelli di maturità

Lo studio divide le aziende in quattro livelli di maturità dell’IA in base ai loro investimenti e all’entità dell’applicazione dell’IA:

  • Pionieri (5%) Assumono un ruolo guida nell’integrazione e nella definizione degli standard perché si aspettano che le tecnologie di intelligenza artificiale abbiano un impatto diretto sulla loro crescita, come un aumento della quota di mercato e vantaggi competitivi.

  • Follower veloci (27%) utilizza l’intelligenza artificiale in modo strategico per promuovere l’efficienza e si concentra sull’uso dell’intelligenza artificiale per migliorare l’esperienza dei clienti.

  • Titubante e vigile (45%) rinviano gli investimenti perché desiderano utilizzare l’intelligenza artificiale principalmente per aumentare l’efficienza operativa e la produttività.

  • L’obiettore (23%) è scettico sull’intelligenza artificiale generativa e perde potenziali innovazioni.

Solo il 5% delle aziende leader esaminate lo possiede Iniziative GenAI matureTuttavia, secondo lo studio, il 61% dei dirigenti ha stanziato fino al 10% del proprio budget tecnologico per accelerare l’adozione della GenAI e prevede un ulteriore aumento del 30% nel prossimo anno.

READ  Non preoccuparti: lunedì le azioni NVIDIA scendono del 90%!

I rischi sono alti: secondo lo studio, la metà delle aziende rialloca i fondi su altri investimenti, soprattutto da Infrastruttura IT E il Sviluppo softwareo dispone di risorse dedicate per GenAI.

Nel frattempo, il 42% prevede di reinvestire i guadagni di efficienza attesi. Ciò è particolarmente vero per i settori sanitario, commerciale e high-tech, mentre le aziende dei settori bancario, finanziario e assicurativo preferiscono stanziare finanziamenti aggiuntivi per le loro iniziative di intelligenza artificiale.

GenAI è molto più di un semplice strumento di produttività

“Gli investimenti significativi nell’intelligenza artificiale generativa presentati in questo studio sottolineano il suo ruolo centrale come catalizzatore chiave per la futura creazione di valore”, ha affermato Fersht, CEO di HFS. Tuttavia, l’inizio dell’era GenAI significa non solo un aumento dell’efficienza, ma anche un aumento Creare valore aziendale tangibile“Le aziende dovrebbero misurare l’impatto della GenAI in base alla sua capacità di prevedere e adattare le esperienze prima di concentrarsi esclusivamente su di esse”, avverte Aumentare la produttività focalizzare.”

Purtroppo questa consapevolezza non ha ancora raggiunto tutte le aziende, come ha dimostrato lo studio: tre quarti degli intervistati vedono nella GenAI un acceleratore di maggiore creazione di valore, ma vedono ancora nella produttività il vantaggio più importante. E (solo) il 52% ritiene che concentrarsi esclusivamente sulla produttività sia fuorviante e ignori i vantaggi e le capacità più ampi dell’intelligenza artificiale. In questo contesto si temono possibili effetti negativi su… Soddisfazione degli impiegati.

“La nostra ricerca mostra che la maggior parte dei dirigenti considera l’intelligenza artificiale generativa come un catalizzatore per una maggiore creazione di valore, che porta non solo a un aumento della produttività, ma anche alla soddisfazione del cliente, alla crescita dei ricavi e al vantaggio competitivo”, ha affermato Balkrishan Kalra, Presidente e CEO di Genpact. “Un cambiamento fondamentale riguarderà il modo in cui le aziende pensano ai dati e alla tecnologia; ciò determinerà la competitività futura e il successo delle organizzazioni in tutto il mondo.

READ  Aree aggiuntive della mensa: Bayer separa i vaccinati dai non vaccinati