Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Importazioni di gas: quanto dipende la Germania dalla Russia


Istruzioni

A partire dal: 27/04/2022 18:38

Quali sono le conseguenze dell’interruzione delle forniture di gas alla Polonia e alla Bulgaria in questo paese? La fornitura è garantita? E cosa succede se la Russia interrompe anche le consegne in Germania? Le domande e le risposte più importanti.

Quanto gas naturale riceve ancora la Germania dalla Russia?

La Germania riceve gas dalla Russia principalmente attraverso il gasdotto Nord Stream 1, che convoglia qui il gas naturale attraverso il Mar Baltico. Mentre la quota delle spedizioni di gas russe in Germania era del 55% l’anno scorso, attualmente si attesta al 35%, secondo il Ministero dell’Economia. Entro la fine dell’anno sarà ridotto a circa il 30 per cento, principalmente attraverso l’acquisto di gas naturale liquefatto, il cosiddetto gas naturale liquefatto. Entro l’estate del 2024, il governo federale sta valutando la possibilità di un’ulteriore riduzione della quota al dieci per cento del consumo.

La fornitura di gas è assicurata in Germania?

Sì e no. Dipende dal periodo di tempo che stai guardando. “La sicurezza dell’approvvigionamento in Germania è attualmente garantita”, afferma la Federal Network Agency. Ha aggiunto che “la sospensione delle spedizioni di gas russo in Polonia e Bulgaria non ha ancora influito sulla sicurezza degli approvvigionamenti in Germania”. Tuttavia, un recente rapporto del ministero dell’Economia al Bundestag parla di “un serio rischio che la situazione si aggravi ulteriormente e che i fornitori di gas russi non adempiano ai loro obblighi contrattuali o lo facciano solo in misura limitata”. Questo sarà fondamentale per la situazione dell’approvvigionamento di gas della Germania nel breve e medio termine. Sullo sfondo c’è la richiesta della Russia di elaborare i pagamenti in rubli, a cui si oppongono i paesi del G7.

Perché il governo federale ha difficoltà a sbarazzarsi del gas naturale dalla Russia?

Il governo federale teme, tra le altre cose, conseguenze di vasta portata per l’economia. Il cancelliere Olaf Schultz ha chiarito più volte che, dal punto di vista di Berlino, interi rami dell’industria in Germania sarebbero minacciati in una situazione del genere. Il ministero dell’Economia prevede una recessione, cioè una contrazione della produzione economica, se le consegne vengono interrotte.

READ  L'esercito israeliano attacca le forze anticarro di Hamas

Cosa succede se la Russia interrompe anche le consegne in Germania?

Quindi entra in vigore il livello più alto del piano di emergenza gas, il livello di emergenza. L’agenzia di rete poi distribuisce il gas, che è diventato scarso. Alcuni gruppi di consumatori beneficiano di una protezione speciale per legge e, se possibile, devono essere riforniti di gas fino alla fine. Ciò include case e strutture sociali come ospedali, nonché centrali elettriche a gas che forniscono anche calore o sono necessarie per generare elettricità.

La prima fase del piano di emergenza è entrata in vigore a fine marzo. Da allora, un team di crisi composto da esperti di fornitori di energia e rappresentanti delle autorità ha monitorato la situazione dell’approvvigionamento quasi ogni giorno. Allo stesso tempo, l’agenzia di rete sta raccogliendo dati dagli operatori di rete e presto anche dai principali consumatori in modo da poter ridurre i volumi di consegna di emergenza. Quindi la Germania si sta preparando per una situazione di emergenza.

Come valuta il governo federale la situazione in questo paese?

Secondo il governo federale, per il momento non ci sarà alcun impatto sulla sicurezza dell’approvvigionamento di gas in Germania. Tuttavia, le autorità responsabili hanno monitorato da vicino la situazione in questo paese. Per ora, il ministro dell’Economia Robert Habeck ha affermato che “non è necessario” annunciare la prossima fase del piano di emergenza del gas. Secondo lui, il gas continua a fluire nel Paese come al solito. Tuttavia, non può escludere che anche la Germania sia infetta. “La demolizione delle forniture di gas in questo momento spingerebbe l’economia tedesca in recessione”, ha affermato il politico verde. Ma le società energetiche tedesche che acquistano gas russo hanno agito secondo il contratto. Pagano in euro e poi Gazprombank converte i soldi in rubli. La domanda è se la Russia è abbastanza.

READ  Biden e Macron a Roma: strano spettacolo della stretta di mano prima del G-20 - Politica all'estero

Né il ministro federale delle finanze Christian Lindner vede alcun segno di limitazione delle forniture di energia dalla Russia. “Non ci sono indicazioni che la parte russa interromperà le consegne”, ha detto.

Che ruolo svolgono gli impianti di stoccaggio del gas in Germania?

Gli impianti di stoccaggio del gas compensano le fluttuazioni del consumo di gas, formando così una sorta di sistema tampone per il mercato del gas, anche in termini di prezzo. I serbatoi di stoccaggio sono generalmente ben riempiti quando inizia la stagione di riscaldamento autunnale. I livelli di riempimento poi diminuiscono fino alla primavera. Avendo avuto serbatoi di stoccaggio a livelli di riempimento storicamente bassi negli ultimi periodi invernali, dovrebbero essere riempiti meglio il prossimo inverno. Lo prevede la nuova legge sullo stoccaggio. Deve assicurarsi che sia pieno al 90 percento il 1° dicembre. La Germania ha le maggiori capacità di stoccaggio di gas naturale nell’Europa centrale e occidentale. Prima di allora c’è ancora molto da risparmiare: il livello di riempimento lunedì era del 33,5 percento e la tendenza è in aumento.

Quali effetti potrebbe avere la sospensione delle consegne in Polonia e Bulgaria sui prezzi al consumo finale?

“Sono inevitabili ulteriori aumenti dei prezzi per le famiglie, anche se i prezzi sono in fase di stagnazione”, afferma Udo Severding, esperto di energia presso il Consumer Advisory Center nel Nord Reno-Westfalia. Consiglia ai consumatori di tagliare i costi: “Risparmia energia come un matto”. Chi può sfruttare l’estate dovrebbe ridurre i consumi in inverno, ad esempio isolando i tubi del riscaldamento o chiudendo le finestre. È più facile trovare artigiani in estate che in inverno. Ha raccomandato agli inquilini di stanziare fondi per gli ingenti pagamenti aggiuntivi previsti. “Potrebbe anche avere senso aumentare gli sconti durante l’anno”.

In passato il gas raggiungeva anche la Germania attraverso il prolungamento del gasdotto Yamal, ora chiuso. Qual è il significato di questo gasdotto per la fornitura di gas naturale?

Niente al momento. Da intorno a Natale, nessun gas è fluito attraverso questo gasdotto verso la Germania nella maggior parte dei giorni. La maggior parte del gas russo scorre attraverso il Nord Stream 1. Il resto arriva in Germania attraverso il Waidhaus in Baviera.

Quanti soldi stanno fluendo dalla Germania alla Russia per l’approvvigionamento energetico?

La quantità di denaro che ogni giorno fluisce dalle forniture di energia dalla Germania alla Russia non può essere determinata con chiarezza. Uno sguardo al 2021 può essere utile per ottenere una cifra approssimativa: il governo federale afferma che circa 61 milioni di euro fluivano dalla Germania alla Russia al giorno per petrolio, carbone e gas quell’anno.

Questo totale può differire dal totale attuale per vari motivi, ad esempio perché il volume delle importazioni è già diminuito dopo l’inizio della guerra in Ucraina, o perché i prezzi sono cambiati o perché è possibile che il volume di gas utilizzato per calcolare il 2021 parte è stata inviata ad altri paesi dell’UE. Secondo le stime dell’economista Simone Tagliapitra del Bruegel Economic Institute, all’inizio di aprile l’Unione europea ha speso 15 milioni di euro al giorno per il carbone proveniente dalla Russia, circa 400 milioni di euro per il gas russo e 450 milioni di euro per il petrolio del Paese.