Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Imola ‘basso dalle prime quattro gare’ per la Mercedes

18:16

Wolff: “Punto basso nelle prime quattro gare”

Il media tour è attualmente in corso dal capo squadra Toto Wolff, che ha spiegato che Imola è il “punto più basso nelle prime quattro gare” per la Mercedes. Quindi attualmente è “irrealistico” pensare a un titolo mondiale.

Hai una “direzione” da seguire per sviluppare il potenziale di W13. “Ma non abbiamo la chiave in questo momento”, ha detto Wolf. L’auto non era “abbastanza buona” oggi per sorpassare altre vetture.

Dopo le qualifiche, entrambe le vetture hanno anche perso la top ten della gara.

19:58

Gita: amo gli sprint

Non a tutti i driver piace il formato. Tuttavia, Stroll conferma: “Sono stato un fan dall’inizio. Penso che renda il fine settimana più emozionante per tutti”. Che in realtà inizia venerdì, quando i playoff si svolgono subito dopo la sessione di prove libere.

“Con uno sprint, puoi sempre individuare le cose che potrebbero essere andate storte nei playoff”, spiega, sottolineando, “Sono un fan. Penso che porti più spezie”. Tuttavia, oggi non è progredito.

È iniziato al P15 ed è finito anche lì.


19:47

Bottas soddisfatto del settimo posto

Il finlandese ha ottenuto due punti e quindi ha segnato punti in tutti e quattro gli sprint nella storia della Formula 1. Ha anche mostrato buone manovre di sorpasso contro Alonso. “E ‘stata un’era divertente con molti combattimenti”, dice.

“Ho avuto una bella lotta serrata con Fernando, cosa che mi è piaciuta, ma nel complesso è stata una gara veloce ed emozionante per me”, ha detto Bottas. All’inizio ha perso diversi posti, ma poi ha dato una prestazione “potente”.

“Il bilanciamento della macchina era buono e avevamo un buon passo. Quindi dobbiamo essere in una buona posizione anche per domani”, ha detto con forza.


19:40

Sainz non ha ancora cancellato la vittoria

Lo spagnolo ha spiegato che la sua caduta in qualifica è stata “molto dolorosa”. Con la P4 oggi, ovviamente, le cose sembrano molto meglio. Così bene che Sainz ora sogna di vincere ancora domenica.

“Tutto può succedere domani”, dice con forza, aggiungendo: “Posso ancora vincere o salire sul podio”. Soprattutto, è importante che impari dall’errore di venerdì.

Perché sa anche che deve rimediare ai torti dopo essere stato eliminato a Melbourne.


19:32

2023 più sprint?

Il numero degli sprint, infatti, dovrebbe essere aumentato già nel 2022. Ma il piano è fallito. Per il 2023, la Formula 1 attorno a Ross Brawn osa fare un nuovo tentativo. I colloqui con le squadre sono previsti per la prossima settimana.

Ne vogliamo parlare martedì, alle 6 [Sprints] Brown dice: “Sono ottimista” questa volta funzionerà. Al momento non è ancora chiaro se il formato verrà nuovamente modificato.


19:22

Pirelli si aspetta uno stop

La sosta obbligatoria deve concludersi come di consueto domani. E Pirelli presume che rimarrà con uno stop, purché rimanga asciutto.

Sulla carta, una sola sosta è l’opzione più veloce perché a Imola è difficile sorpassare e si perde un tempo relativamente buono con soste intorno ai 28 secondi.

Il suggerimento è di iniziare dal livello intermedio e poi rimanere variabile. E’ possibile utilizzare anche un classico stopper di durezza morbida. Se il tempo collabora…


19:14

Williams alle spalle

Se si esclude l’eliminato Cho, oggi Albon e Latifi sono all’ultimo posto. “È stata una giornata difficile”, dice Albon, “non avevamo la velocità delle auto intorno a noi”.

“Quindi ho dovuto spingere di più, cosa che ha rotto le gomme. È stato un circolo vizioso”, ha detto Albon, che domani partirà dalla P18. Una gara simile a quella di Melbourne sembra alquanto improbabile.


19:06

Russell: Può essere solo una questione di strategia

Abbiamo appena parlato del fatto che domani sarà difficile per la Mercedes superare le altre vetture. Così Russell spiega: “La strategia sarà la chiave del successo. Dobbiamo fare qualcosa di diverso dai nostri avversari”.

“Ovviamente è stato un weekend difficile per noi finora”, ha detto Russell. “Forse abbiamo spinto i nostri limiti nelle prime gare e ora siamo molto indietro. Penso che sappiamo perché”.

“Per noi è molto difficile alzare la temperatura delle gomme, venerdì faceva molto freddo. […] Cerchiamo un equilibrio, ma non c’è praticamente nulla da fare per domenica”.



18:53

collisione…

…disponibile anche qui nel video. Lì puoi vedere chiaramente che Zhou non aveva ancora finito in Gasly. A proposito, ha detto: “Chu non mi ha lasciato spazio. Non è un buon posto per guidare uno accanto all’altro”.

Il francese spera in pioggia anche domenica dopo la 17ma posizione.


18:46

Zhou: Che cosa è successo nell’incidente?

L’unico cinese si è ritirato quel giorno, quindi domani partiranno dalle retrovie. “Al nono piano ho visto una Mercedes che spingeva contro Pierre”, racconta, “questo mi ha dato la possibilità di frenare dall’esterno accanto a lui”.

“La prossima cosa che ho sentito è stato un duro colpo all’uscita della curva”, spiega. Intuiva infatti che la manovra di sorpasso era già stata compiuta. È stato “deludente” finire la gara così presto.

Ovviamente, a partire dal P20 domani, sarà difficile continuare a finire punti. Ma Zhou dice: “Alex [Albon] Ho iniziato l’ultima volta a Melbourne e ho segnato punti. E forse un po’ di pioggia potrebbe aiutare.


18:39

La cosa più importante di sabato…

… Oggi troverai di nuovo un riassunto in una serie di foto separata. Clicca attraverso!


18:35

Sainz: Ottieni il massimo da esso

Lo spagnolo ha fatto il più grande balzo in avanti, passando dalla P10 alla P4. “Ho ottenuto il massimo da ciò che era possibile oggi”, spiega soddisfatto. Nonostante ciò, si sentiva ancora a disagio in macchina.

“Non è ancora così fluido come vorrei. Un bug come quello di ieri dimostra che non sono ancora soddisfatto al 100% della macchina e che la capisco perfettamente”, ammette.

Sprint era sicuramente un “buon simulatore di corse”. Si sente così ben preparato per domenica. E da P4, la piattaforma è tornata improvvisamente utile.


18:27

Hamilton ha squalificato il titolo mondiale

Anche il campione del record non sembra entusiasta di nulla. “Ovviamente non stiamo lottando per il campionato. Ma stiamo lottando per capire la macchina e per migliorarla durante tutto l’anno”, ha detto a “Sky”.

Questa è la “speranza” che hai attualmente. Ma non vuoi arrenderti per questo. “Restiamo uniti”, spiega, sottolineando, “Ognuno sta lavorando il più duramente possibile”. La Mercedes non è rimasta molto più a lungo in questo momento.


18:20

La Mercedes non aveva alcuna possibilità di correre

Dopo non essere riusciti a superare oggi, la gara dovrebbe essere dura anche domani. Wolf spiega che i punti sono possibili. Ma ovviamente questa non è l’affermazione di Mercedes.

Non ci sono ‘miracoli’ da aspettarsi dopo la prestazione di questa mattina, ecco perché il weekend di Imola è ‘totalmente da cancellare’.


18:11

Magnussen: La scelta delle gomme è stata sbagliata

Come il suo compagno di squadra, il danese ha iniziato a un livello intermedio. Mentre Schumacher ne era soddisfatto in seguito, Magnussen ha spiegato di essere “estremamente sorpreso” di vedere (quasi) tutti gli altri su Soft.

“Abbiamo provato la Soft in allenamento e abbiamo pensato che si sarebbe deteriorata molto”, dice, riconoscendo: “Nel complesso, la Soft era la gomma giusta per le corse e l’abbiamo imparato”.

Tuttavia, non è soddisfatto della P8. Spera di ottenere più punti domani.


18:04

Alonso: “Oggi non avevi il ritmo”

Lo spagnolo è in realtà noto per le sue buone partenze. Ma oggi è andata nella direzione sbagliata. “L’inizio è stato pessimo”, ammette e spiega, “non era nemmeno buono nel turno di formazione. Poi nel vero inizio ho avuto un sacco di testacoda”.

Ora è necessario spiegare perché. Alla fine non è riuscito a superare la nona posizione e ha sprecato punti. “Non avevamo il ritmo oggi. Eravamo troppo lenti”, ha scrollato le spalle.

Inoltre, c’erano problemi con l’usura delle gomme, ed erano morbide “forse un po’ ottimiste”. Guardando alla gara di domani, spiega: “Penso che il P6 o il P7 potrebbero essere una situazione realistica per noi”.

READ  L'Europeo è diventato l'epicentro del virus: crescono le critiche