Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Immobiliare: gli oligarchi russi tirano fuori x + . mattoni

Immobiliare: gli oligarchi russi tirano fuori x + . mattoni

Vladimir Evtuchenkov.
Immagine Alleanza / dpa | Shervine Valerie

Dopo SCP, la società immobiliare x + bricks, il cui portafoglio comprende anche immobili, sta tagliando i legami con la Russia.

In precedenza, l’oligarca russo Vladimir Yevtuchenkov era stato iscritto nel registro per la trasparenza del Lussemburgo come “ultimo beneficiario effettivo” con suo figlio Felix.

x+bricks e SCP – in qualità di ex investitore principale – hanno annunciato una nuova struttura proprietaria: l’ex CEO Sacha Wilhelm e l’imprenditore berlinese Harald Krist possiedono “il 100 per cento delle azioni precedentemente possedute da SCP Group e dalle filiali di SCP Group sono state acquisite”, As dichiarato in una dichiarazione.

Le sanzioni contro la Russia e gli investitori nati in Russia hanno gettato una lunga ombra, anche tra le persone che non sono nelle liste delle sanzioni. E ora la società immobiliare x + bricks, il cui portafoglio comprende anche immobili, sta tagliando i legami con la Russia. Il consorzio di investitori Sistema Capital Partners (SCP), che era alla base di x + bricks, aveva precedentemente annunciato una nuova struttura per l’azienda.

Secondo il Registro per la trasparenza del Lussemburgo, come per l’SCP, l’oligarca russo Felix e Vladimir Yevtushnikov sono registrati come “titolari effettivi finali” (UBO), ovvero i proprietari della società immobiliare. UBO partecipa direttamente o indirettamente attraverso una percentuale sufficiente di diritti di voto o partecipazione al capitale sociale della società.

In futuro, i russi non parteciperanno più qui. Lunedì, x+bricks e SCP hanno annunciato in un comunicato stampa congiunto che ci sono due nuovi proprietari. L’ex CEO Sacha Wilhelm e l’imprenditore berlinese Harald Krist “hanno acquisito il 100 percento delle azioni precedentemente possedute dal Gruppo SCP e dalle filiali del Gruppo SCP”. Forse “filiali del gruppo SCP” significano proprietà di miliardari russi. Il gruppo SCP ha così terminato completamente il suo investimento ed è fuori dai mattoni x+.

READ  DAX chiude oltre 15.000 punti: una giornata di relax in Borsa

Leggi anche

I pochi che organizzarono la vendita vera e propria trasferirono tutte le azioni della loro azienda ai confidenti tre giorni dopo l’inizio della guerra

Harald Christ si unisce alla sua società di investimento Custodia Trust Beteiligungs GmbH, da lui fondata lo scorso anno. Secondo i rapporti, lui e Wilhelm possiedono il 50 percento delle azioni. Inoltre, anche i ricchi investitori privati ​​dell’Europa occidentale hanno investimenti in mattoni x +, ma i loro nomi non sono menzionati. La società è ora completamente nelle mani dell’Europa occidentale e non ha più alcun legame con investitori e proprietari russi.

SCP ha organizzato lo scioglimento del rivenditore Real

In precedenza, Yevtushenkov erano anche i principali proprietari di SCP con sede in Lussemburgo. Tuttavia, dopo l’attacco della Russia all’Ucraina, gli uomini d’affari hanno trasferito le loro quote alla francese Marjorie Brabette-Friel, che in precedenza ricopriva la carica di direttore generale del gruppo. Come Giornale Al-Baqala Il trasferimento è stato segnalato per la prima volta da un documento depositato presso il Registro delle imprese del Lussemburgo. Di conseguenza, Vladimir Yevtuchenkov ha trasferito le sue azioni SCP (80,5%) a suo figlio Felix un giorno dopo l’invasione russa. Due giorni dopo, Brabet-Friel ha ricevuto tutte le azioni da Felix Yevtuschenkow. E così il team padre e figlio si è assicurato i suoi beni – azioni in SCP e ora anche in x+bricks – da potenziali sanzioni per il momento.

SCP ha acquistato la catena Real Hypermarket da Metro nel 2020 e ha orchestrato la rottura. Da allora, molte filiali sono andate a Edeka, Kaufland e molte proprietà per x + brick. Fondata nel 2018 con SCP come principale investitore, x + bricks società immobiliare con sede in Lussemburgo e Francoforte, oggi conta più di 200 edifici nel settore alimentare. Il portafoglio comprende anche immobili storici per un valore di circa 1 milione di euro. La società ha annunciato nel 2021 che intende quotarsi in borsa quest’anno.

READ  Conto corrente postale: ad aprile decine di migliaia di clienti rischiano la chiusura

La struttura proprietaria e finanziaria di una società immobiliare è complessa e di non facile comprensione. X + Bricks SA è interamente controllata da CPG, anch’essa con sede in Lussemburgo, che a sua volta è stata a lungo trascurata da Brabet-Friel e SCP. “Dato che ci siamo ritirati con successo, osserveremo con grande orgoglio che Sascha Wilhelm continuerà con successo con x+bricks”, ha dichiarato lunedì il CEO del Gruppo SCP Brabet-Friel in un comunicato stampa. Parola.

In risposta a una domanda di Business Insider, un portavoce di X + Bricks ha dichiarato: “SCP ha completato l’intero investimento. Ciò vale per l’intera struttura di finanziamento e investimento di X + Bricks, inclusi CPG e strumenti finanziari emessi da AIV. Non ci sono russi investitori nella struttura descritta.”.