Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Il testimone non è d’accordo con Anna Maria: “Nessuna minaccia vista”

Bushido, che è apparso come testimone e co-procuratore, ha testimoniato a 25 giorni di processo.Foto: Imago Images / Olaf Wagner

Watson vive lì

Emki Gerets

Dopo una lunga pausa, oggi, lunedì, è proseguito, al 53° giorno, il processo ad Arafat Abu Shaker ea tre suoi fratelli. Le trattative si sono svolte il giorno prima, alla fine di ottobre. Nel frattempo sono successe molte cose. Can Bushido e Anna Maria Ferchichi genitori Dei tre gemelli, è stato rilasciato un documentario di Amazon Prime intitolato “Uncensored – Bushido’s Truth” e il rapper è stato accusato di incendio doloso. Inoltre, c’è stato un accordo con Arafat su un complesso di appartamenti a Rudersdorf, che può ancora essere cancellato.

Nel processo davanti al tribunale distrettuale di Berlino, il partito AK fuori controllo ha recentemente testimoniato. Dichiarò di vedere Arafat e il traduttore di “Ronen” come amici. “Per me la loro relazione è stata amichevole e non ho sentito nulla di negativo”, ha detto il 39enne. Ha firmato un contratto nel 2017. “Dal mio punto di vista, con entrambi”. A proposito di cooperazione, ha detto: “L’ho rimandato di un anno e mezzo”. Bushido ne ha solo uno Vita professionale pensiero.

Ha detto di essere neutrale nella disputa tra i due, ma è rimasto molto deluso da Bushido in particolare. L’AKP non è stato in grado di fornire alcuna informazione sulla questione critica di rilevanza per il processo in relazione al presunto incidente del 18 gennaio 2018. In ricordo di: In questo giorno si dice che ci siano stati crimini contro Bushido. Questi sono tentativi, gravi ricatti predatori, privazioni della libertà, gravi lesioni personali, umiliazioni. Questo ora necessita di ulteriori chiarimenti.

Lunedì mattina, Anna Maria Ferchichi è stata chiamata sul podio e ha continuato la sua testimonianza a causa di complicazioni nel Gravidanza tagliato via. Entrò nella sala vestita completamente di nero. Quando il presidente le ha chiesto come stava, lei ha risposto: “Sono un po’ stanca, ma sto bene”. Mi è stato chiesto di un incontro con un caro amico all’epoca che si diceva fosse avvenuto tre anni fa. “Entrò ed era eccitato e nervoso”. Il motivo, secondo Anna Maria: doveva sentirsi dire che era in programma qualcosa di grosso. La moglie di Bushido ha detto: “Ci è diventato chiaro che le cose non sarebbero rimaste calme. Avevo paura, sapevo che non ce l’avremmo fatta da soli”.

Non poteva dire esattamente cosa avrebbe dovuto essere. A quel tempo suo marito non la voleva Polizia Stradale Era acceso, ma il 40enne la vedeva diversamente: “Speravo in protezione, ho espresso le mie preoccupazioni. Si diceva che doveva succedere qualcosa”. Ha sottolineato che in quel momento non stava pensando di proteggere la polizia. Rabbrividì dopo aver sentito la notizia di qualcosa che stava accadendo. “Ho avuto una brutta sensazione allo stomaco, è molto cattivo e lo fa”, ha detto ad Arafat. Dopo che è stato detto che il suo comune amico gliel’ha detto, è rimasta in contatto con lui per molto tempo. “Mio marito non lo capisce affatto. Era ansioso come amico”, ha detto la madre di otto figli.

READ  Finlandia - Francia Trasmissione oggi: partita internazionale in TV e in diretta - chi vedrà la Francia nelle qualificazioni ai Mondiali?

Anna Maria al processo Bushido per la paura di essere fucilata

Quando la difesa ha fatto domande ad Anna Maria, la voce in sala era più alta. Molti si verificano contemporaneamente. “Ora è tranquillo qui”, gridò il giudice. Ha chiesto di nuovo quali grandi cose dovevano succedere. L’intero anno 2018 è stato difficile per lei. Ho accennato alle minacce di incontrare. “Nessun incontro è stato piacevole e tranquillo. Ho pensato che io o mio marito avremmo sparato. Conosco la persona e so quanto siano vendicativi”.

Risoluzione senza di essa Conoscenza Von Bushido si è rivolto alla polizia poco dopo il 18 gennaio, perché il rapper si sarebbe opposto al ribaltamento degli agenti. Ha iniziato a piangere dopo il presunto incidente di gennaio. “Era molto arrabbiato”. Poi l’ho portato con un amico vacanze Invia e poi denuncia alla polizia. Per la sorella di Sarah Connor, era chiaro: “Avevo bisogno di aiuto, stavamo lì da sole”. A quel tempo, suo marito viveva molto male, dopo di che iniziò le trattative con Arafat. Quando Bushido ha saputo di aver parlato con la polizia, si diceva che avesse risposto come segue: “Ha detto: ‘Non puoi essere serio? Ha risposto: “Non possiamo farlo senza la polizia.” A quel tempo, il bushido era come la cera, come “bolla” e “incapace di resistere a questo ragazzo”.

Il testimone contraddice la testimonianza di Anna Maria

Dopo un’interruzione, è stato finalmente chiamato un secondo testimone, che alla fine ha confermato con la sua presunta testimonianza che famiglia Sono sotto protezione della polizia. Il 30enne ha detto che gli era stato detto che poteva succedere qualcosa di grosso, ha detto a Bushido. Non ricordava di aver parlato con Anna Maria di questo incidente. Secondo la sua testimonianza, ha parlato con il rapper. Inoltre, non le ha ordinato di emettere un avvertimento, ma ha inteso la dichiarazione come un consiglio. Lui stesso non l’ha preso sul serio. “Sono neutrale e non ho problemi con nessuno dei due, non sono affari miei”, ha detto il testimone.

Bushido era il suo migliore amico, ma il rapper ha interrotto i contatti con lui. “Non ho capito perché non volesse avere ulteriori contatti – ha detto il testimone -. Non era una minaccia per me, ne ha tratto un grande vantaggio”. Ha testimoniato davanti alla polizia che il rapper non voleva più contattarlo dopo un malinteso. Alla fine ha ripetuto la sua dichiarazione: “Non ho visto nessuna minaccia. Ho parlato con Anis, non con Ana Maria. Per questo sono rimasto sorpreso che fosse con la polizia”.

Mercoledì Anna Maria comparirà di nuovo in tribunale e sarà probabilmente interrogata nuovamente sull’incontro, che il teste ha menzionato in modo diverso.

Puoi trovare tutti gli altri articoli sul processo Bushido qui.