Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Il quartetto femminile tedesco vince l’oro ai Mondiali di Roubaix

Campionati del mondo su pista

Scritto da Patrick Richardt e DB

Giovedì 21 ottobre 2021 alle 21:24

gli sport

Roubaix (Dpa) – Il titolo mondiale del quadruplo femminile della Germania è stato vinto dalla squadra nel tentativo di dimostrare la propria forza, rendendo così perfetto uno straordinario triplo oro alle Olimpiadi, ai Campionati Europei e alla Coppa del Mondo.

Il quartetto composto da Francesca Bruce, Lisa Brenor, Mick Kruger e Laura Susimilic, giovedì sera a Roubaix ha battuto con netto vantaggio l’Italia rivale in 4:08.752 minuti, completando una prestazione a tutto tondo dominante iniziata con una vittoria nelle qualificazioni e il suo successo è proseguito fino alle semifinali, tra cui Muoversi in Irlanda.

Terza grande vittoria in tre mesi

Per la squadra, che non ha lasciato dubbi sul proprio dominio anche in assenza dell’infortunata Lisa Klein, questa ha segnato la terza vittoria importante in tre mesi. A Tokyo c’è stata una vittoria finale sulla Gran Bretagna, agli Europei di Grinchen, in Svizzera, gli italiani erano anche i contendenti alla finale. “Dovrebbe darci una spinta, che abbiamo già raggiunto quest’anno. “Non abbiamo la pressione di dover consegnare”, ha detto Brenor in anticipo.

Ciò è particolarmente vero per la donna di 33 anni dell’Algovia. Quando Brennauer viene coinvolta nel 2021, le cose di solito vanno piuttosto bene: oltre ai tre titoli con quattro nella ricerca a squadre e al titolo EM in singolare, ha anche vinto la maglia iridata ai Campionati del mondo su strada – lì in una cronometro mista. Insieme a Krueger, che ha sottolineato: “Se sei un campione olimpico ed europeo, hai anche l’obiettivo di ottenere strisce”. Ha funzionato egregiamente.

READ  Bibiana Steinhaus Webb dice addio alle critiche della Federcalcio tedesca

Haines e Frederick con la prossima possibilità di vincere una medaglia

La campionessa in carica Emma Haines e la compagna di squadra Lea-Sofie Friedrich possono garantire che la Gold Series continui anche nella terza giornata di gare nello sprint di venerdì sera (dalle 18:25 / Eurosport). Il duo ha superato facilmente i primi ostacoli per la qualificazione, gli ottavi di finale e i quarti di finale il giorno successivo per incoronare la squadra con il titolo sprint. È stata una storia diversa per la sua compagna di squadra Pauline Grabush, che ha perso in un duello ai quarti di finale contro la campionessa olimpica canadese Kelsey Mitchell in entrambi i round.

Dopo il solstizio di bronzo del giorno prima, questa volta gli uomini sono rimasti senza medaglia. Stefan Boetcher ha mancato il salto nelle prime sei finali di Keren e si è dovuto accontentare del settimo posto assoluto dopo la piccola finale della serata. Nella gara zero, Tim Torn Teutenberg non ha avuto possibilità quando ha vinto il campione locale Donavan Grunden. La moto da pista a quattro è già stata eliminata in qualifica. L’Italia e il professionista del ciclismo su strada Filippo Gana hanno vinto la finale contro la Francia.

© dpa-infocom, dpa: 211021-99-687869 / 4