Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Il presunto test di benchmark mostra le prestazioni della GPU A15 ›Macerkopf

| 21:30 | 0 commenti

come Cammello È stato segnalato un test di riferimento che si pretende mostrare le prestazioni del SoC A15 (sistema su chip) che Apple probabilmente utilizzerà nell’iPhone 13. Secondo un test delle prestazioni della GPU, il chip è il 13,7% più veloce del chip A14, che Apple deve difendere la sua leadership contro la concorrenza di Android.

L’A15 dovrebbe continuare a dominare la concorrenza Android

Secondo un tweet del leaker FrontTron, i primi test delle prestazioni sono stati condotti con l’A15 di Apple con una GPU Manhattan 3.1 di riferimento. Si dice che il chip provenga da un lotto di luglio. I risultati sono stati discussi in un forum cinese chiamato Clien e attualmente si sta facendo il giro dei rumor.

I risultati del benchmark forniscono informazioni sulle prestazioni della GPU A15 dopo due round di test. I risultati mostrano che l’A15 dovrebbe rallentare dopo un certo periodo di tempo, ma anche se si tiene conto del calo di velocità, supera di gran lunga la concorrenza. In numeri, l’A15 ha raggiunto 198 fps nel primo round di test. Nel secondo round si ottengono da 140 a 150 fps. Per fare un confronto: l’iPhone 12 ha raggiunto una prestazione media di picco di 170,7 fps nel test Manhattan 3.1.

Con il test A15 in esecuzione, va ovviamente notato che non ci sono prove dei risultati. Pertanto, bisogna guardare al test con una buona dose di scetticismo. Tuttavia, se prendiamo come guida la tendenza della precedente serie A e ciò che sappiamo sulla produzione avanzata di chip, possiamo almeno presumere che Apple alzerà nuovamente l’asticella quest’anno. È probabile che il miglioramento più grande sia nella durata della batteria. Sono stati inoltre identificati miglioramenti nelle prestazioni di CPU e GPU, oltre al fatto che Apple si concentrerà ancora una volta molto sull’apprendimento automatico.

READ  Gmail e Google Foto vengono aggiornati e ti chiederai come li hai aggirati