Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Il presidente degli Stati Uniti scherza: Biden riceve la terza vaccinazione davanti alle telecamere

Il presidente degli Stati Uniti scherza
Biden riceve la terza vaccinazione davanti alle telecamere

Chi dovrebbe ottenere un vaccino di richiamo? Questa domanda sta causando polemiche negli Stati Uniti. Ad ogni modo, il presidente degli Stati Uniti Biden è idoneo per la spinta. Fa la terza vaccinazione come la prima e la seconda: in presenza di telecamere.

Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha ricevuto il terzo vaccino contro il Corona. “So di non sembrare così, ma ho più di 65 anni”, ha scherzato il 78enne alla Casa Bianca mentre veniva vaccinato davanti alla telecamera. La scorsa settimana la Food and Drug Administration (FDA) statunitense ha approvato vaccini corona-booster con un agente di Biontech/Pfizer per anziani e gruppi a rischio. La seconda vaccinazione deve essere effettuata con almeno sei mesi di anticipo.

Biden ha anche ricevuto le sue prime vaccinazioni pubbliche a dicembre e gennaio. Biden ha detto che anche sua moglie Jill, 70 anni, riceverà il terzo colpo. “Voglio chiarire che i booster sono importanti, ma la cosa più importante è che più persone vengano vaccinate”, ha detto Biden. Il 23 percento della popolazione adulta negli Stati Uniti non ha ancora ricevuto una singola dose del vaccino e con esso farà “gravi danni”. “Sappiamo che per sconfiggere questa epidemia e salvare vite umane, le persone devono essere vaccinate”, ha affermato il presidente.

Disaccordo tra i regolatori

Negli Stati Uniti, le persone di età superiore ai 65 anni, le persone a maggior rischio di malattie gravi e coloro che svolgono professioni ad alto rischio di infezione, come medici, infermieri e insegnanti, hanno ora diritto a ricevere una vaccinazione di terze parti. Tuttavia, questo problema ha causato controversie all’interno della Food and Drug Administration e del CDC.

In particolare, la domanda era se i membri di gruppi professionali ad alto rischio di infezione fossero ammissibili o meno alla vaccinazione di terzi. Un gruppo di esperti del CDC ha votato contro. Tuttavia, Rochelle Walinsky, il capo delle autorità, ha ignorato la raccomandazione della commissione e quindi ha ampliato in modo significativo il pool di potenziali beneficiari.

La questione della vaccinazione di richiamo è fondamentalmente controversa. I sostenitori sostengono che una dose extra del vaccino aumenta la protezione contro l’infezione da coronavirus. Ciò è particolarmente vero per la prevalenza della variabile delta e la diminuzione dell’immunità nel tempo.

D’altra parte, gli oppositori della vaccinazione di richiamo affermano che due dosi del vaccino forniranno effettivamente una protezione adeguata, specialmente contro i decorsi pericolosi e mortali della malattia. Credono che l’attenzione dovrebbe essere concentrata sulla vaccinazione dei non vaccinati, negli Stati Uniti, ma anche nei paesi in via di sviluppo dove mancano i vaccini.

Biden ha affermato che gli Stati Uniti faranno la loro parte per garantire che tutte le persone nel mondo siano vaccinate contro il coronavirus. Gli Stati Uniti doneranno più vaccini del resto del mondo messo insieme. Gli Stati Uniti hanno recentemente raddoppiato i loro impegni di donazione a 1,1 miliardi di dosi di vaccino. La campagna di vaccinazione negli Stati Uniti ha in gran parte perso slancio negli ultimi mesi. Finora, il 55,3% della popolazione di circa 330 milioni di persone è stato completamente vaccinato contro il coronavirus.

READ  Gli Stati Uniti confermano la rinuncia alle sanzioni imposte agli operatori del Nord Stream 2 | NDR.de - notizie