Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Il nucleo di Marte è diverso dal previsto: la sonda della NASA fornisce prove

  • daStendardo Tanya

    Vicino

La sonda spaziale InSight della NASA è stata disattivata da tempo, ma i suoi dati forniscono ancora agli scienziati preziose informazioni, ad esempio sul nucleo di Marte.

BRISTOL – Il veicolo spaziale Insight della NASA, che ha cercato terremoti su Marte, è fuori servizio dal dicembre 2022 – ma i dati raccolti dal rover stanno aiutando a continuare la ricerca. Ora un team guidato da Jessica Irving (Università di Bristol) ha nuove intuizioni sul nucleo marziano nel diario Atti delle Accademie Nazionali delle Scienze pubblicato. Di conseguenza, il nucleo del Pianeta Rosso non solo è più piccolo di quanto si pensasse, ma sembra anche piuttosto liquido.

Il gruppo di ricerca ha utilizzato due terremoti su Marte per giungere a queste conclusioni. Il 25 agosto e il 18 settembre 2021, la Terra ha tremato sul lato di Marte opposto a InSight. La distanza giocava un ruolo cruciale: ogni volta che un terremoto si verificava più lontano da Insight, le onde sismiche potevano penetrare all’interno del pianeta prima di poter essere rilevate. In questo modo, InSight è riuscita a risolvere il mistero della struttura interna di Marte.

La sonda InSight della NASA esplora i terremoti su Marte

ha detto l’autore principale dello studio Irving in uno Annuncio della NASA. “Rilevare tremori distanti è intrinsecamente più difficile perché molta energia viene persa o dissipata nel percorso dell’onda sismica attraverso il pianeta”. Infatti, i due tremori utilizzati nello studio sono stati tra i principali registrati da InSight. “Se non fosse così grande, non saremmo stati in grado di rilevarlo”, afferma Bruce Banerdt del Jet Propulsion Laboratory della NASA.

READ  Ricerca di base controversa: "Ogni tipo di RNA in una cellula ha il potenziale per entrare nel genoma" - Wikipedia

L’analisi dei dati di InSight ha mostrato che il nucleo marziano è leggermente più piccolo di quanto si pensasse in precedenza. Il suo raggio varia da 1.780 a 1.810 chilometri, circa 20 chilometri in meno rispetto a quanto stimato dai ricercatori nel 2021. Per fare un confronto: non è nemmeno la metà delle dimensioni del nucleo terrestre, che ha un raggio di circa 3.500 chilometri. È probabile che anche il nucleo di Marte sia piuttosto liquido, affermano Irving e il suo team. Questo potrebbe spiegare perché Marte, a differenza della Terra, non ha sviluppato un campo magnetico permanente.

Queste cose sono state scoperte su Marte, non ci appartengono

Marte
Marte è sempre buono per sorprendere. I veicoli della NASA a volte immaginano cose sul Pianeta Rosso che non dovrebbero esserci affatto. ©UIG/Imago
Scopri il rover della NASA
Il rover della NASA ha scoperto una “rana” su Marte. In realtà, è una formazione rocciosa. © NASA/JPL-Caltech/Arizona State University
Immagine del rover su Marte "curiosità" Il registratore mostra un cucchiaio galleggiante.  Almeno questo è ciò che l'occhio umano vuole far credere al cervello.
Un’immagine scattata dalla sonda Curiosity mostra un cucchiaio che vola. Almeno questo è ciò che l’occhio umano vuole far credere al cervello. © NASA/JPL-Caltech/MSSS
Se guardi da vicino, puoi vedere
Se guardi da vicino, puoi vedere una “faccia” in questa immagine in bianco e nero della superficie marziana scattata dalla navicella spaziale Viking della NASA nel 1976. In effetti, sono le formazioni naturali del suolo su Marte e le ombre sulle montagne che fanno la “faccia” apparire. (foto d’archivio) © NASA/JPL (montaggio)
Un punto luminoso sull’orizzonte marziano, visto in un’immagine scattata dal rover Curiosity della NASA il 3 aprile 2014, con la sua telecamera di navigazione a destra, ha causato scompiglio dopo essere stato catturato. Gli osservatori vogliono identificare un UFO o qualcos’altro che indichi esseri extraterrestri. Poiché il punto non poteva essere visto in un’immagine scattata contemporaneamente dalla telecamera di navigazione sinistra, questa teoria è stata rapidamente respinta. È possibile che le radiazioni cosmiche abbiano colpito solo una delle due telecamere.
Un punto luminoso sull’orizzonte marziano, visto in un’immagine scattata dal rover Curiosity della NASA il 3 aprile 2014, con la sua telecamera di navigazione a destra, ha causato scompiglio dopo essere stato catturato. Gli osservatori vogliono identificare un UFO o qualcos’altro che indichi esseri extraterrestri. Poiché il punto non poteva essere visto in un’immagine scattata contemporaneamente dalla telecamera di navigazione sinistra, questa teoria è stata rapidamente respinta. È possibile che le radiazioni cosmiche abbiano colpito solo una delle due telecamere. © NASA/JPL
Il rover Perseverance della NASA ha fotografato questo misterioso oggetto sulla superficie di Marte. La NASA ha una spiegazione su cosa sia lo strano cilindro.
Il rover Perseverance della NASA ha fotografato questo misterioso oggetto sulla superficie di Marte. La NASA ha una spiegazione su cosa sia lo strano cilindro. © NASA/JPL-Caltech/Arizona State University
Il rover Curiosity della NASA ha fotografato questa struttura su Marte, che ricorda Venere o Corallo. È ciò che si chiama concreto. Anche le strutture circolari ad esso adiacenti sono in cemento.
Il rover Curiosity della NASA ha fotografato questa struttura su Marte, che ricorda Venere o Corallo. È ciò che si chiama concreto. Anche le strutture circolari ad esso adiacenti sono in cemento. © NASA/JPL
Il rover e il razzo Perseverance della NASA, che il rover scaverà pochi giorni dopo che questa immagine è stata scattata. La registrazione ha ricordato all’utente di Twitter “scheletri parzialmente sepolti”.
Il rover e il razzo Perseverance della NASA, che il rover scaverà pochi giorni dopo che questa immagine è stata scattata. La registrazione ha ricordato all’utente di Twitter “scheletri parzialmente sepolti”. © Imago
Chi ha scolpito questa porta di pietra su Marte? Forse c’è stato un terremoto all’opera, oltre al fenomeno psicologico della Pareidolia.
Chi ha scolpito questa porta di pietra su Marte? Forse c’è stato un terremoto all’opera, oltre al fenomeno psicologico della Pareidolia. © NASA/JPL-Caltech/MSSS
Questa roccia marziana potrebbe sembrare un femore. I membri del team scientifico della missione ritengono che la sua forma possa essere stata formata dall’erosione, dal vento o dall’acqua. È stata registrata dalla navicella spaziale Curiosity nell’agosto 2014.
Questa roccia marziana potrebbe sembrare un femore. I membri del team scientifico della missione ritengono che la sua forma possa essere stata formata dall’erosione, dal vento o dall’acqua. È stata registrata dalla navicella spaziale Curiosity nell’agosto 2014. © NASA/JPL

Il nucleo marziano è più piccolo di quanto si pensasse ed è completamente liquido

Secondo i risultati dello studio, circa un quinto del nucleo marziano è costituito da elementi come zolfo, ossigeno, carbonio e idrogeno. afferma Doyeon Kim dell’ETH di Zurigo, uno dei coautori dello studio.

bollettino satellitare

Iscriviti alla newsletter dello spazio gratuito e rimani informato.

Si potrebbe presumere che le caratteristiche del nucleo marziano siano un riassunto di come si è formato il pianeta e di come si è evoluto, spiega il coautore Nicholas Schmeier (Università del Maryland). “Il risultato finale della formazione e dei processi evolutivi può essere la creazione o l’assenza di condizioni che sostengono la vita”, continua Shamir.

“L’unicità del nucleo terrestre gli consente di creare un campo magnetico che ci protegge dal vento solare e ci consente di conservare l’acqua. Il nucleo di Marte non produce questo scudo protettivo, quindi le condizioni della superficie del pianeta sono ostili alla vita”. )

READ  Il cambiamento climatico danneggia i beni culturali - Come i beni culturali italiani sono vittime del cambiamento climatico - Cultura