Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Il James Webb Space Telescope rivela uno scorcio completo dell’atmosfera di un esopianeta

Il James Webb Space Telescope ha analizzato l’atmosfera di un esopianeta con dettagli senza precedenti. Tra le altre cose, lo strumento ha trovato acqua, anidride solforosa, monossido di carbonio, sodio e potassio nel corpo celeste con la designazione WASP-39 b.

Il team di ricerca ha spiegato che il telescopio spaziale ha dimostrato di poter analizzare un intero elenco di atomi e molecole e persino tracce di processi chimici e nubi su esopianeti distanti. Il corpo celeste, distante circa 700 anni luce, è un importante oggetto di addestramento per il telescopio spaziale, poiché l’anidride carbonica è stata rilevata poco dopo che è entrato in funzione.

Circa delle dimensioni di Saturno, WASP-39 b è un pianeta caldo e gassoso. I dati raccolti sono ora rivoluzionari, gli strumenti copriranno un’ampia gamma dello spettro infrarosso e un gran numero di firme chimiche, spiega l’astronomo Natalie Batalha. Quindi hai la prima prova diretta della fotochimica su un altro corpo celeste: l’anidride solforosa è prodotta dalla radiazione ad alta energia nell’alta atmosfera. Sono già stati scritti un totale di cinque articoli scientifici sulle scoperte. Ma il metano e l’idrogeno solforato non possono essere rilevati.

“Ci aspettavamo ciò che il telescopio ci avrebbe mostrato, ma è più preciso, più vario e più bello di qualsiasi cosa mi aspettassi”, afferma l’astrofisica Hannah Wakeford. Il team di ricerca spiega che la composizione chimica dell’atmosfera indica che l’esopianeta ha avuto una storia turbolenta di collisioni e collisioni. Ciò è indicato dalla quantità di zolfo rispetto all’idrogeno. La quantità di ossigeno potrebbe essere dovuta alla formazione di un esopianeta lontano dalla sua stella. Orbita attorno alla sua stella a un ottavo della distanza tra Mercurio e il Sole.

READ  Gli sviluppatori possono scaricare watchOS 8.4 Beta 1

Il James Webb Space Telescope è gestito dalle agenzie spaziali NASA, ESA e CSA ed è stato lanciato il 25 dicembre 2021. Dopo una complessa procedura di auto-rilevamento, ha raggiunto il punto di Lagrange L2 un mese dopo. Qui distoglie lo sguardo dal Sole, dalla Terra e dalla Luna nello spazio in modo che la loro radiazione termica non disturbi il telescopio a infrarossi. Un enorme schermo protettivo li impedisce. Esplora esopianeti come WASP-39 b misurando la luce delle loro stelle mentre le attraversano. Parti di esso hanno attraversato l’atmosfera e contengono tracce della sua formazione.

Leggi anche

Da quando il telescopio spaziale ha iniziato il lavoro scientifico all’inizio di luglio, non solo la comunità di ricerca è rimasta colpita dalla qualità dei dati. Le prime registrazioni vengono pubblicate in diretta. L’obiettivo è che la comunità scientifica impari a utilizzare il più possibile il nuovo osservatorio ei suoi strumenti. Dopo un dibattito sul nome del nuovo strumento, la NASA ha deciso qualche giorno fa che non sarebbe stato rinominato, contrariamente alla richiesta popolare.


(mese)

alla pagina iniziale