Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

I tumori cerebrali potrebbero diventare curabili in futuro » Leadersnet

I tumori cerebrali potrebbero diventare curabili in futuro » Leadersnet

Una procedura congiunta recentemente scoperta dai medici dell’Università di Göteborg impedisce il ritorno della malattia.

Un nuovo metodo dei ricercatori dell’Università di Göteborg uccide i glioblastomi, tumori cerebrali aggressivi. Bloccando alcune funzioni cellulari con una molecola di ancoraggio, gli scienziati fanno morire il cancro per lo stress. Per far fronte a questo, le cellule tumorali dirottano i meccanismi che le cellule sane usano per regolare la produzione di proteine ​​ed elaborare le proteine ​​in eccesso che producono da sole. Tuttavia, senza assumere questi meccanismi, le cellule tumorali muoiono.

Le cellule si autodistruggono

Secondo il ricercatore Leif Erickson, è ora possibile fermare questo dirottamento introducendo una molecola appositamente sviluppata nelle cellule. Questo è il modo in cui il cancro si autodistrugge.Utilizzando supercomputer e simulazioni, il team ha sviluppato una versione della molecola che può anche attraversare la barriera emato-encefalica, che protegge il tessuto cerebrale. Questa svolta è stata raggiunta nel glioblastoma. Questo tipo di tumore rappresenta circa il 45% di tutti i tumori cerebrali. Nella sola Unione Europea, ogni anno si verificano 19.000 casi. Al momento, la prognosi per le persone infette è molto scarsa. Solo una piccola percentuale di pazienti è ancora viva cinque anni dopo la diagnosi.

Le indagini sul nuovo metodo hanno prodotto risultati promettenti. Il trattamento combinato con la nuova sostanza e la chemioterapia è stato sufficiente per uccidere completamente i tumori e prevenire la recidiva del cancro. Poiché i tumori erano sottoposti a tale pressione da morire, anche tutte le cellule tumorali sono scomparse. Negli esperimenti sugli animali sui ratti, non è stata rilevata alcuna recidiva della malattia anche dopo 200 giorni. Con trattamenti costituiti solo da chemioterapia, i tumori cerebrali sono tornati dopo 100 giorni e hanno ricominciato a crescere rapidamente. Secondo Erickson, questo studio è la prima chiara prova scientifica che i tumori cerebrali possono essere trattati senza intervento chirurgico o radioterapia.

READ  Il Liver Cancer Study vede la dieta soprattutto come un rischio

Finora non sono stati mostrati effetti collaterali

Gli attuali approcci al trattamento dei tumori cerebrali spesso portano a gravi effetti collaterali. Secondo gli scienziati, la nuova procedura non ha effetti collaterali, almeno negli esperimenti sugli animali. Tuttavia, altri tipi di tumori cerebrali si sviluppano in modo diverso rispetto ai glioblastomi. La nuova procedura non è efficace in questi casi.

L’attuale studio è stato condotto con i ricercatori dell’Inserm. I ricercatori hanno già iniziato a studiare il potenziale utilizzo della nuova sostanza in altri tipi di tumori aggressivi come il cancro al pancreas, il cancro al seno triplo negativo e alcuni tipi di cancro al fegato. Dettagli pubblicati su iScience.

www.gu.se/en

www.inserm.fr