Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

I funzionari indagano sulla barca di lusso in Italia: è di Putin?

Shehrasat, uno dei più grandi yacht di lusso al mondo, è ancorato nella provincia turca di Mughal il 16 agosto 2020.

Shehrasat, uno dei più grandi yacht di lusso al mondo, è ancorato nella provincia turca di Mughal il 16 agosto 2020.
Osman Uras / Agenzia dell’Anatolia / Getty Images

Le autorità italiane stanno attualmente cercando di localizzare il proprietario di uno yacht di lusso parcheggiato nel porto di Marina de Corra.

È ancora un mistero chi possiede la barca chiamata “Scheherazade”.

Molti ora ipotizzano che questa barca possa essere appartenuta a Putin. Da qui la gente del posto soprannominò la gigantesca “barca di Putin”.

Nel porto di Marina de Carrara, in Italia, si trova la “Shiherasat”, una delle super barche più costose e più grandi del mondo. Ancora oggi, chi lo possiede rimane un mistero. La voce si sta diffondendo nella città toscana. Il proprietario potrebbe essere uno shaker, un oligarca – o anche Vladimir Putin? Sulla scia delle recenti sanzioni contro i sostenitori russi di Putin, le autorità italiane vogliono ora risolvere il mistero che circonda l’imbarcazione lunga 140 metri. “New York Times” Segnalato.

Secondo la gente del posto, le speculazioni sulla nave erano all’ordine del giorno. “Tutti la chiamano la barca di Putin, ma nessuno sa chi la possiede”, ha detto al NYT il passeggino locale Ernesto Rossi. “Questa è una voce che circola da mesi”. Bennett-Pierce, il capitano della barca, ha negato con veemenza al giornale che Putin abbia messo piede sulla nave. Il proprietario non è in alcun elenco di restrizioni. Tuttavia, non voleva negare che il proprietario fosse di origine russa.

Continuare a leggere

Tuttavia, Bennett-Pierce non è stato autorizzato a rivelare ulteriormente, poiché aveva firmato un rigoroso accordo di non divulgazione prima di lavorare sulla nave “Scheherazade”. Secondo la Nautilus International, Maritime Association, tali contratti sono comuni sulle navi di lusso e, come Bennett-Pierce, richiedono la firma di molti lavoratori. Le norme sulla privacy non mirano solo a proteggere la nave e il suo proprietario, di conseguenza, esiste una copertura speciale per nascondere il nome della barca. All’arrivo in Toscana, si dice che sul porto sia stato eretto un alto paravento di metallo.

Questo deve aver insospettito la polizia. Lunedì non hanno avuto altra scelta che consegnare i documenti a Bennett-Pierce, rivelando così l’identità del proprietario. Tuttavia, gli è stato assicurato che l’identità del proprietario sarebbe stata mantenuta riservata. “Stanno esaminando attivamente ogni aspetto”, ha detto il capitano del NYT. Tuttavia, sembra rassicurante che il processo Bennett-Pierce metterà finalmente fine alle voci. “Ho pochi dubbi sul fatto che questo libererà la nave da tutte le voci e le speculazioni”, ha detto al giornale.

Continuare a leggere

L’indagine su Scheherazade è attualmente in corso nel contesto delle autorità che puniscono con sanzioni alcuni oligarchi russi. Con questo, l’UE vuole fare pressione sull’élite russa, dal momento che la Russia ha invaso l’Ucraina alla fine di febbraio e ha lanciato una brutale guerra di aggressione.

Questo articolo è stato tradotto dall’inglese da Laura Hansen. Puoi trovare l’originale Qui.

READ  L'Italia rimanda i quadri a Dresda - Aiuti all'Ucraina