Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Gol da sogno, calcio di rigore: Turkgucho chiude la porta all’ascesa del leone – calcio

Il filtro di atterraggio pinching festeggia!

Türkgücü Monaco fa scalpore, batte il TSV 1860 2:1 (0:0) in un duello cittadino di terzo livello, ponendo così fine ai sogni di promozione per i Lions.

“Non devi preoccuparti della promozione in questo momento”, ha detto l’allenatore del 1860 Michael Kollner dopo la partita davanti a 8.350 fan allo Stadio Olimpico.

Türkgücü chiude la porta per il secondo campionato del TSV!

In una partita di recupero (cancellata a gennaio a causa dell’infezione da Corona nel 1860), Türkgücü sta lottando mirabilmente per rimanere in campionato.

Alla fine di questa settimana, dovrà essere presa una decisione su quanti punti DFB Türkgücü dedurrà a causa di una domanda di fallimento. Il numero può arrivare fino a nove: quanto sono stati bravi i tre vincitori ieri sera!

L’allenatore dell’Ösi Andreas Heraf (54) con le spalle al muro fa la sua magia e non lascia che i leoni abbiano un ruolo. Unica occasione degna di nota nel primo tempo del 1860: Yannick Deschmann tira dai 17 metri e fallisce il portiere del Turkgo Franco Flöckinger.

I Lions, precedentemente imbattuti in sei partite, non riescono a pensare a nulla e ancora una volta sono stati gli ultimi 15 minuti a costare loro punti.

77 min: 1860 difesa non classificata, l’attaccante Eric Hotmann prende la palla con il ginocchio sinistro e la lancia acrobaticamente in rete con un tiro laterale: un gol da sogno!

I leoni sono rimasti scioccati, poi il difensore Niklas Lange ha mancato il marcatore dell’area di rigore e il veterano Serkan Sararer ha trasformato il rigore in sicurezza in 2-0 (84).

Solo Richard Neudecker (25) mostra le sue abilità con i leoni, limitando il vantaggio da solo a 1:2 (90) – troppo tardi, ovviamente.

READ  Borussia Dortmund: questa stella sta già cercando un club lui stesso! - calcio

Türkgücü festeggia la sua prima vittoria da metà ottobre e dà speranza.

Kollner chiaramente: “Questo fallimento fa davvero male. Anche quello era un po’ troppo, molto brutto tecnicamente. Non devi preoccuparti dei sogni ora. “