Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Germania nel caos dei numeri Omicron: quattro valori critici adesso

Cadere non ha senso al momento: la Germania è in un pasticcio di numeri Omicron: quattro valori critici ora

Il numero di casi segnalati ufficialmente in Germania è in calo nonostante il forte aumento delle infezioni da Omikron. Tuttavia, poiché ci sono ritardi nella segnalazione a causa delle festività, non è adatto a rappresentare da solo il processo di infezione effettivo. Mostriamo i numeri che ora dobbiamo guardare da vicino.

È quasi troppo bello da credere: i numeri ufficiali dei casi di corona in Germania sono in calo. Ma i numeri riportati dal Robert Koch Institute (RKI) presentano attualmente un quadro distorto dell’attuale tasso di infezione. Poiché ci sono molti meno test a causa delle vacanze, anche molti dipartimenti e autorità sanitarie sono stati chiusi e non trasmettono alcun dato.

Secondo RKI, i numeri attualmente forniscono solo un quadro incompleto della situazione. Ma anche se le iscrizioni tardive verranno fatte nei prossimi giorni, le cose non miglioreranno inizialmente: poi le statistiche attuali includeranno casi che potrebbero essere accaduti settimane fa.

Il tasso di infezione a livello nazionale è sceso in 7 giorni a 205 mercoledì e il numero medio di nuove infezioni in 7 giorni è di 26.815. Solo la percentuale di casi di omicron aumenta notevolmente. Secondo l’RKI, sono stati assegnati 10.443 casi a livello nazionale per questa nuova specie altamente contagiosa (al 28 dicembre).

Anche il ministro federale della sanità Karl Lauterbach è attualmente preoccupato per la scarsa situazione dei dati e sta attualmente ricevendo numeri da tutta la Germania per avere un quadro generale migliore. È particolarmente interessato alla dinamica degli omicroni. Il ministro ha detto che non appare correttamente nei dati ufficiali.foto“.

READ  Aumentare il colesterolo buono: 4 consigli

L’infortunio per 7 giorni ha solo parzialmente senso

Ma anche senza segnalare ritardi durante le vacanze, gli esperti hanno da tempo considerato l’infezione l’unico fattore nel controllo dell’epidemia come critico. Ad esempio, il virologo Gerard Krause, capo del dipartimento di epidemiologia dell’Helmholtz Center for Infection Research di Braunschweig, ha sottolineato dall’estate che questo valore è “inappropriato”: “È diventato sempre più scollegato dalla situazione sanitaria, “, ha detto il Daily News.

Perché la campagna di vaccinazione ha cambiato l’incidenza dei cicli gravi, che alleviano il sistema sanitario e portano alla morte. Le malattie gravi sono meno comuni e il numero di decessi è stato disaccoppiato dall’infezione.

Tuttavia, fornisce informazioni sull’aumento del tasso di infezione e quindi continua a servire come indicatore dello sviluppo epidemiologico – per controllare un’epidemia, tuttavia, è utile solo se visto in combinazione con altri valori. Mostriamo i valori a cui dovremmo prestare maggiore attenzione ora.

Il valore R e i numeri dei test forniscono informazioni per una migliore valutazione

Uno di questi numeri, che ora è importante, per esempio R. valore. Perché mostra quante altre persone infetta in media una persona infetta. Se il valore è maggiore di uno, il numero di infezioni aumenta a meno di uno e diminuisce. In Germania, il valore R a 7 giorni è attualmente 0,77.

Il valore R si basa su stime e calcoli statistici e su valori di più giorni. Ciò lo rende meno suscettibile alle fluttuazioni giornaliere rispetto a un singolo numero di nuove infezioni. Per quanto riguarda Omikron, gli scienziati nel Regno Unito hanno trovato un valore R di 3,7. Quindi, un numero sorprendentemente alto, il che significa che il numero di contagi in Gran Bretagna raddoppia ogni tre giorni.

READ  Verifica dei fatti: le malattie cardiache dopo la vaccinazione sono rare e spesso lievi

Anche la quantità di test svolge un ruolo nella valutazione del processo di infezione. Questo è particolarmente vero per le vacanze Il numero di test corona Apparso in modo significativo – e quindi vengono rilevate meno infezioni, sebbene l’infezione persista. Questo deve essere preso in considerazione quando si interpreta la situazione.

È utile anche dare un’occhiata al file Tasso positivo del test. Se il rapporto aumenta, si può presumere che l’incidenza dell’infezione aumenterà, indipendentemente dall’evento segnalato.

Il verificarsi del ricovero non fornisce un quadro preciso

Il tasso di ospedalizzazione mostra il peso del contagio sul nostro sistema sanitario. Perché mostra il numero di persone ricoverate ogni 100.000 abitanti e fornisce quindi informazioni sulla gravità della malattia. Insieme all’incidenza a 7 giorni, è attualmente l’indicatore più importante in Germania. Se il valore in uno stato federale è superiore a tre, lo stato federale deve adeguare le sue regole. Poi il 2G viene applicato alla gastronomia e agli eventi sportivi. Da un valore di sei, viene applicato 2G-Plus. A livello nazionale, il tasso di ospedalizzazione è di appena 3,3.

Tuttavia, anche gli esperti criticano questo valore. Fornisce anche numeri confusi. Perché è chiaro che molti ospedali hanno riportato tutti i casi positivi, anche se alcuni non erano dovuti ad esso COVID-19I sintomi sono entrati ma a causa di altre malattie. Questo deriva da un rapporto dimondo di domenicaAd esempio, di tutti i casi ospedalieri segnalati in Renania-Palatinato entro il 15 dicembre, solo il 53 percento è stato ricoverato a causa di denunce di Covid-19.

L’intenso tasso di infezione fornisce una visione migliore della gravità della malattia

Gli esperti ritengono più importante e più opportuno combattere l’epidemia Numero effettivo di persone ricoverate in terapia intensiva per Covid-19. “Personalmente, considero i ricoveri ospedalieri intensivi suddivisi per luogo di residenza del paziente come uno degli indicatori più importanti”, ha detto il virologo Krause in un’intervista.globalismo“.

READ  Corona: frenesia della ricerca - una malattia completamente diversa dal previsto

Anche lo statistico Christian Hess considera cruciali i dati estesi associati all’incidenza, poiché non tutte le infezioni da corona portano a un decorso grave. “È un doppio pacchetto che consiste nel numero di casi e nel numero di nuovi casi di corona entrati nelle unità di terapia intensiva, negli ultimi sette giorni e dipende da 100.000. Chiamiamoli casi di terapia intensiva”, ha affermato.fotoQuesti numeri sono già pubblicati quotidianamente dall’Associazione multidisciplinare tedesca per i medici di terapia intensiva e di emergenza (Divi) e, secondo Hess, sono molto più precisi dei ricoveri.

Troppi pochi parametri individuali per valutare gli eventi pandemici

Poiché la relazione tra infezione e malattia critica sta cambiando, l’epidemia non può essere valutata utilizzando valori individuali. “Effettuare valutazioni e misure del rischio basate solo su due o tre indicatori non rende giustizia alla complessità e alla dinamica dell’epidemia e rischia di prendere decisioni sbagliate”, ha affermato Krause in un’intervista a Die Welt.

Per quanto riguarda Omikron, Krause e molti altri scienziati ipotizzano che il numero di casi aumenterà notevolmente. “Se il numero di ricoveri e decessi è in forte aumento, i dati dall’estero non sono ancora sufficientemente affidabili o trasferibili”, ha affermato. Ciò dipende da quanto è alto il tasso di vaccinazione tra la popolazione a rischio.

Pensione da 1000, 1500 o 2000 euro: ecco quanto devi guadagnare per non essere povero in età avanzata

CS