Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Georgia Meloni a Bruxelles: da vicino e personale con l’UE

Stato: 03.11.2022 21:06

Il nuovo capo del governo italiano ha inveito in passato contro l’UE. Il primo viaggio all’estero dell’ufficio l’ha portata a Bruxelles, tra tutti i posti. Questo significa che l’UE è completamente chiara?

Durante la sua visita inaugurale a Bruxelles, il nuovo Primo Ministro italiano Giorgia Meloni ha annunciato che il suo Paese avrà un ruolo più importante nell’Unione Europea. “La voce dell’Italia sarà forte in Europa”, ha annunciato il politico a margine della sua visita. I loro interlocutori delle istituzioni dell’UE hanno sottolineato la solidarietà della comunità internazionale.

Dalla sua elezione a fine settembre, si aspetta con impazienza come si posizionerà l’euroscettico Meloni a Bruxelles. Crede nel confronto come credeva quando era il leader dell’opposizione? Oppure, come l’ultimo accennato, segue un tono moderato?

Meloni: “La bella vita è finita”

Il 45enne è alla guida della terza economia più grande dell’UE da quasi due settimane. Oltre ai Fratelli d’Italia di estrema destra, al governo ci sono il partito conservatore Forza Italia dell’ex primo ministro Silvio Berlusconi e la Lega di destra di Matteo Salvini, un’ampia coalizione guidata dal rispettato modello europeo Mario Draghi che rappresenta un cambiamento numerico.

“Sono molto contento della situazione che ho trovato qui”, ha detto Meloni la sera dopo il loro incontro. Ha parlato delle sfide per l’Europa e per l’Italia, a partire dalla guerra in Ucraina e dalla conseguente crisi energetica e dal price cap del gas. Altri temi includono la migrazione in Europa. Il vostro governo ha una visione diversa su questo. Serve a proteggere le frontiere esterne. “Sono stato accolto con un orecchio aperto.”

READ  Derby che divide l'Italia

La presidente della Commissione Ue Ursula von der Leyen ha ringraziato Meloni su Twitter per il “segnale forte” al suo arrivo a Bruxelles per il suo primo viaggio all’estero.

Poco prima delle elezioni, Meloni ha chiamato Bruxelles: “La bella vita è finita”. Inoltre, l’ex presidente del Consiglio Berlusconi non si è tirato indietro dal leader del Cremlino Vladimir Putin, che continua a chiamare un “amico”.

Sintomi di rilassamento

Salvini ha anche fatto notizia in passato per la sua vicinanza alla Russia. Tuttavia, Meloni ha recentemente sottolineato che l’Italia continuerà a sostenere l’Ucraina. Anche il suo primo viaggio all’estero nell’Unione Europea è stato letto come un segno di relax. All’ordine del giorno a Bruxelles c’erano anche gli incontri con la presidente del Parlamento europeo Roberta Metzola e il presidente del Consiglio dell’UE Charles Michel. Niente conferenze stampa congiunte.

Meloni ha scritto su Twitter: “Siamo pronti ad affrontare problemi più grandi, a partire dalla crisi energetica, lavorando insieme per una soluzione sostenibile a sostegno delle famiglie e delle imprese e per frenare la speculazione”.

Roma dipende da Bruxelles

Lavorare insieme: è positivo dal punto di vista di Bruxelles. Anche il presidente del Parlamento Ue Metzola ha lanciato un appello per l’unità nella federazione degli Stati. “Siamo più forti quando stiamo insieme”, ha scritto su Twitter. Con la guerra della Russia all’Ucraina, i prezzi elevati dell’energia e l’aumento dell’inflazione, dobbiamo restare uniti.

L’euroscettico Meloni è diventato un convinto europeista? Non ha esagerato le sue speranze poco dopo essere entrato in carica. Il governo di Maloney sta attualmente lavorando al bilancio 2023. Il vostro paese è fortemente indebitato, mentre la crisi energetica ha bisogno di maggiore sollievo.

READ  EuroBasket: la Slovenia perde clamorosamente contro la Polonia

L’Italia ha bisogno di fondi dell’UE per affrontare la crisi del Corona

Fino a che punto l’Italia può estendere i criteri di stabilità comuni dell’UE? L’Italia dipenderà dalla buona volontà della Commissione Ue nei prossimi mesi. Lo stesso vale per i miliardi provenienti dai fondi dell’UE per affrontare la crisi della corona. La Roma ha bisogno di soldi, ma per il pagamento devono essere soddisfatte alcune condizioni. Meloni vuole rinegoziare – e anche qui Bruxelles ha il sopravvento.

Poi c’è il problema della migrazione. Negli ultimi giorni, quasi 1.000 migranti salvati in pericolo in mare hanno aspettato su navi civili di soccorso in mare un rifugio sicuro al largo delle coste della nazione mediterranea. L’Italia ha rifiutato di far entrare le navi, come aveva fatto di recente.

Brevi conversazioni potrebbero non fornire l’opportunità di discuterne. Tuttavia, entrambe le parti possono aspettarsi che questi problemi si presentino nei prossimi mesi. All’inizio, però, è emersa un’altra cosa: conoscersi personalmente.