Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Francoforte: Deutsche Bahn lancia la più grande flotta di treni a idrogeno al mondo

Francoforte: Deutsche Bahn lancia la più grande flotta di treni a idrogeno al mondo

Deutsche Bahn prevede di lanciare una flotta di treni a idrogeno a Francoforte nel 2022, la prima mondiale.

Francoforte – Il rifornimento viene effettuato nel parco industriale di Höchst, i treni vengono serviti presso l’officina di manutenzione DB Regio a Griesheim: i segni puntano al futuro. Dalla fine del prossimo anno, 27 nuovi treni Coradia iLINT di Alstom sulle linee Taunus RB 11, RB 12, RB 15 e RB 16 sostituiranno i precedenti treni diesel a zero emissioni con la tecnologia a idrogeno: questa sarà la più grande flotta di treni a idrogeno al mondo e il primo in servizio regolare Ieri, il treno di pre-serie è stato per la prima volta in visita volante al “Gleis 460 Ost” dall’officina di riparazione. “Il futuro centro tecnologico viene costruito qui”, ha affermato Oliver Terrage, capo della produzione della compagnia aerea locale Deutsche Bahn.

Deutsche Bahn sta sviluppando la tecnologia dell’idrogeno a Francoforte

DB Regio, Rhein-Main-Verkehrsverbund (RMV), Alstom e Infraserv Höchst, in qualità di gestori del parco industriale, stanno sviluppando infrastrutture per l’idrogeno nella regione del Reno-Meno. La cerimonia di inaugurazione della stazione di rifornimento dei treni a idrogeno nella zona industriale è già stata programmata per ottobre; I treni Alstom saranno consegnati nel terzo trimestre del 2022. Ma fino ad allora, resta da chiarire chi gestisce i treni. La richiesta di gara sarà lanciata nelle prossime settimane e uno dei candidati sarà DB Regio, ha affermato l’amministratore delegato di RMV Knut Rengat. “Il progetto sta procedendo nei tempi previsti”, afferma felice Rengat. Jörg Nikota, direttore generale di Alstom Austria, concorda: “Con la gara per i treni a idrogeno, lo stato dell’Assia e la RMV hanno individuato un percorso di base”.

READ  Turchia: le aziende tedesche investono nonostante la situazione critica

Le locomotive diesel sono ancora utilizzate dal 30 al 35 percento di tutti i percorsi RMV, perché le linee aeree mancano o sono strutturalmente impossibili. “Nel 2040, la Deutsche Bahn vuole essere climaticamente neutra”, afferma Oliver Terhag. Ciò significa: niente più locomotive diesel e nemmeno autobus diesel. Le locomotive saranno sostituite da treni a batteria o a idrogeno. I treni cordless sono utili sulle tratte in cui ci sono solo brevi interruzioni nelle linee aeree. La tecnologia dell’idrogeno è molto utile su strade completamente non elettrificate. Perché: con un solo rifornimento di idrogeno, i treni possono percorrere 1.000 chilometri, anche con il condizionatore acceso in estate o il riscaldamento acceso in inverno. La velocità massima è di 140 chilometri all’ora e l’accelerazione è un po’ sportiva, ma, a differenza del diesel, è silenziosa. Metà della flotta sarà rifornita ogni giorno nella zona industriale; Ogni rifornimento dura circa 15 minuti, come con una locomotiva diesel. Per consentire ai treni di raggiungere più facilmente l’area industriale, verranno installati quattro nuovi punti a livello dell’ex scalo merci di Höchst.

Deutsche Bahn: nuovi treni a idrogeno tra Taunus e Francoforte

L’idrogeno è un prodotto di scarto. Circa sette tonnellate vengono prodotte giornalmente nella zona industriale di Höchst. Non è idrogeno “verde”, quindi non viene prodotto completamente privo di emissioni; Non rientra nella categoria “grigio”. Ma accanto alla stazione di servizio è in costruzione un elettrolizzatore da 5 megawatt per migliorare l’equilibrio ecologico. Il fatto che l’idrogeno provenga poi da più fonti migliora anche la sicurezza operativa dei treni: se la produzione si interrompe, poiché l’idrogeno è un prodotto di scarto nella zona industriale, i treni possono continuare a circolare.

READ  Corona governa al supermercato: Aldi, Rewe, Edeka e Lidl - che cambierà a luglio

L’officina di Griesheimer garantisce, con circa 220 dipendenti che lavorano quasi 24 ore su 24, 365 giorni all’anno, la messa a punto di una media di 60 veicoli al giorno nella regione del Reno-Meno. Dopotutto, i treni a idrogeno dovrebbero durare 25 anni, con una flotta di 2,5 milioni di km all’anno. Il personale viene ora formato dai colleghi di Alstom. Poiché iLINT si basa sulla variante diesel, molte fasi di manutenzione, ad esempio per carri o sistemi frenanti, sono le stesse, indipendentemente dalla trazione. Lavora su una nuova cella a combustibile, serbatoio o batteria di grandi dimensioni. Per poter preservare i componenti specifici dell’idrogeno, nell’impianto viene adattata un’area di lavoro.

Il nuovo treno a idrogeno della Deutsche Bahn parte in mattinata dalla stazione centrale di Francoforte.

© Hammerski

Treni a idrogeno tra Taunus e Francoforte: la Deutsche Bahn crea più spazio per i passeggeri

Il treno è lungo 45 metri per unità, ha 160 posti a sedere e spazio per un totale di 300 passeggeri. I quattro binari del Taunus sono per lo più azionati da doppia trazione, cioè da due unità ravvicinate. Gli attuali treni diesel hanno solo 120 posti per unità, quindi c’è più capacità sulle rotte dei passeggeri. I treni commutano automaticamente tra la cella a combustibile come principale fonte di energia e la batteria tampone, dove viene immagazzinata l’energia in eccesso, ad esempio durante la frenata. Il treno scansiona il suo percorso tramite GPS e sa quando c’è una rampa e quando richiede più potenza. Per il conducente nella cabina di guida, il passaggio dal diesel all’idrogeno sarà piuttosto semplice: in futuro il pulsante “Avvia il motore diesel” si chiamerà semplicemente “Avvia il sistema di alimentazione”. (Holger Vonhoff)

READ  Karnaberhof Business Park: una posizione centrale per le PMI nel percorso di crescita

Mentre i treni ecologici non inizieranno a funzionare fino al prossimo anno, l’autobus a idrogeno è già in fase di test a Francoforte.