Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Formula 1: Una rivoluzione a Silverstone: ecco come funziona la prima gara sprint – Formula 1

La rivoluzione è durata poco meno di 17 round.

Per molti anni, il sabato del weekend di gara è stato parte della lotta contro il tempo. In qualifica, il miglior tempo è determinato da chi parte dal punto di partenza della gara.

Tutto è diverso questo fine settimana a Silverstone!

Nella prima gara sprint di qualificazione nella storia della Formula 1, 20 vetture sono arrivate sul circuito ogni giorno prima dell’effettivo Gran Premio della gara. Invece di correre contro il tempo, i piloti competono in una gara di 100 chilometri per determinare la griglia. 100 chilometri corrispondono a circa 17 giri sul circuito di 5.891 chilometri a Silverstone.

Sarà una rivoluzione per piloti, team e amministratori. SPORT BILD spiega cosa sta realmente correndo verso la Formula 1.

Perché c’è un nuovo formato?

Per aggiungere più entusiasmo ai fan in pista e davanti alla TV. Due gare in un fine settimana dovrebbero convincere altri autodromi a guadagnare di più per la Formula 1. Perché: Con il secondo Gran Premio di sabato, si possono vendere più biglietti.

Quanto spesso è la gara sprint adesso?

Il format sarà testato insieme a Silverstone a Monza (12 settembre) e Brasile (7 novembre). Per tutte le altre gare, le qualifiche in corso dal 2016 si svolgeranno come prima.

Come viene determinata la griglia per la gara di sabato?

Un’ora libera il venerdì sera (19:00). Prima c’era un’ora di allenamento (15:30). La seconda sessione di prove libere sarà spostata da venerdì mattina a sabato (13:00) ed è sostanzialmente solo un warm-up per la gara del sabato successivo.


Mick Schumacher (a sinistra) e Sergio Perez aspettano con impazienza il loro primo sprint in Serie AFoto: Getty Images

Cosa dicono gli automobilisti della rivoluzione?

Mick Schumacher, 22 anni, è entusiasta: “Potrebbe essere un’opportunità per noi! Quando arrivi in ​​testa, dobbiamo essere lì e approfittarne. Non vedo l’ora!”

Lewis Hamilton, 36 anni, teme che nessun pilota sarà a rischio di gravi incidenti sabato, perché domenica è molto di più. “Forse non sarà molto eccitante perché tutti guideranno uno dopo l’altro”, dice scettico il campione del mondo.

Chi è il candidato più probabile nella qualificazione nemico?

Con le sue curve veloci, Silverstone è la pista Mercedes assoluta. Se Hamilton è in vantaggio dopo le sue ultime cinque gare senza una vittoria in volata di sabato, probabilmente non sarà nemmeno sconfitto dal leader del campionato mondiale Max Verstappen (23).

Cosa ottiene il vincitore?

Oltre al primo posto di domenica (la gara principale su 52 giri) anche tre punti iridati. Il secondo riceve due numeri e il terzo. Nessun punto nel giro più veloce nello sprint più breve del sabato.

Cosa cambierà per le squadre?

I tempi del weekend di gara sono completamente confusi. Andreas Seidl, Team Principal McLaren (45 anni): “Ovviamente la sfida è sul lato operativo. Dopo tutti questi anni, improvvisamente sono passati solo 60 minuti di allenamento”. Ci proveremo. Cosa c’è di buono: è nuovo per tutti, quindi non puoi dire chi può gestirlo meglio”, afferma Gunther Steiner, il capo di Mick Schumacher alla Haas.

Altre regole si applicano più del solito?

No. Anche il direttore di gara Michael Massey (42) minaccia: “Daremo un’occhiata più da vicino. Alla fine, si tratta anche di punti in Coppa del Mondo. E abbiamo ancora alcuni appassionati di sport molto competitivi tra i nostri piloti”.

Importante: anche la safety car, la virtual safety car, le bandiere gialle e rosse e le bandiere blu per i giri vengono utilizzate come in una normale gara di Gran Premio.

Ci sono più incidenti nella gara di sabato?

A differenza di Hamilton, le squadre lo danno per scontato. Seidl: Abbiamo altre parti con noi, alcune delle quali sono ancora vecchie specifiche. È così che abbiamo funzionato come una squadra.” “Se abbiamo bisogno di più pezzi di ricambio, siamo fortunati”, afferma Gunther Steiner. La nostra fabbrica è a soli 30 minuti dall’autodromo.”


Il caposquadra Haas Günther Steiner

Il caposquadra Haas Günther SteinerFoto: Getty Images

Dov’è la rivoluzione della Formula 1 in TV?

Le trasmissioni Sky in diretta tutto il fine settimana e il Mini-Grand-Prix non può essere visto sulla TV in chiaro. BILD.de ha un video in diretta.

Quanti fan ci sono sul ring?

Gli organizzatori pianificano a pieno regime sulla tribuna del tradizionale percorso. Ciò significa: fino a 140.000 fan possono assistere alla prima gara di qualificazione. Nei locali deve essere consentito un test negativo o una prova di vaccinazione.

READ  Il sogno è tornato! Ansu Fati segna nella gestione della crisi del Barcellona