Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Formula 1 – Risultati Gran Premio d’Italia: Red Bull e Verstappen hanno in mano tutte le carte vincenti

Mentre Max Verstappen e Red Bull hanno tutte le carte vincenti in mano dopo il Gran Premio di Russia per quanto riguarda la Coppa del Mondo, Lando Norris sta facendo un enorme passo avanti nonostante quella che è stata una giornata molto buia per lui personalmente. Il punto di Sebastian Vettel è intanto sognare sotto la pioggia. Risultati sul GP di Russia.

Verstappen e Red Bull hanno tutte le carte vincenti in mano

“Dobbiamo limitare i danni”, ha detto il direttore della Red Bull Motorsport Helmut Marko prima della gara di Sochi. Per molti, questa affermazione potrebbe sorprendere, dopotutto, la RB16B di Max Verstappen e Sergio Perez è probabilmente la migliore auto della stagione, ma l’affermazione di Marko ha fondati motivi.

D’altra parte, l’Autodromo di Sochi è una regione Mercedes assoluta. Con i suoi lunghi rettilinei e curve a 90 gradi, la pista in Russia è particolarmente popolare tra le freccette argentate. Ciò è confermato dalle statistiche. Il pilota della Mercedes ha vinto tutte e otto le visite dall’apertura della Formula 1 nel 2014.

Inoltre, la Red Bull ha effettuato un urgente cambio di motore a Verstappen, che lo ha messo alla fine della griglia come penalità. Quello scambio di leadership avrebbe potuto essere di nuovo necessario nelle restanti sette gare, quindi la decisione della Red Bull di farlo sulla pista problematica di Sochi aveva senso solo. Immaginavano pochissime possibilità in anticipo se la gara non fosse stata così caotica.

Fortunatamente, domenica gli spettatori hanno dovuto assistere a una tale corsa in gara. Il Gran Premio di Russia ha fornito una semplice scena di oltre 50 giri. Mentre il rivale di Verstappen in Coppa del Mondo, Lewis Hamilton, ha lottato per la vittoria con Lando Norris (McLaren), l’olandese è rimasto bloccato al settimo posto nel traffico. Sicuramente non una brutta gara da recuperare, ma non oltre il “limite di danno” richiesto.

READ  L'Organizzazione Mondiale della Sanità chiede un vaccino per i paesi poveri per sostituire i bambini

Verstappen non si limita a limitare i danni

Ma poi al giro 51 la pioggia è caduta su Sochi. In pochi minuti, il percorso era diventato antiscivolo. Come uno dei primi piloti, Verstappen ha deciso di correre un rischio e rivolgersi ai sensitivi, alla fine è stata la decisione giusta. Alla fine, al posto del settimo posto, c’è stato un secondo posto sul podio e 18 punti di interesse per il mondiale. Più di un semplice “controllo dei danni”.

Verstappen dovrebbe essere più felice quando darà un’occhiata alle restanti sette tappe del GP nel calendario 21. Con Messico e Brasile, le due partite casalinghe assolute della Red Bull devono ancora essere giocate, e anche i nuovi arrivati ​​Arabia Saudita e la Turchia di ritorno dovrebbero attirare anche l’Austria per il loro layout. Il Gran Premio di Abu Dhabi è sempre stata una competizione tra le due squadre. Solo gli USA, che dovrebbero essere nelle mani della Mercedes, sembrano davvero essere un problema.

Dopo la gara di Sochi, il distacco in Coppa del Mondo era di soli due punti, quindi la Red Bull ha un leggero vantaggio nelle gare non ancora concluse. Se gli austriaci mettono in campo e conquistano punti della Coppa del Mondo sulle loro piste, avrai tutte le briscole in mano. Max Verstappen al suo meglio e probabilmente la migliore macchina del settore. Ora tocca alla squadra mettere in atto le buone condizioni.