Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Flick inizia con il trionfo del lavoro: il Liechtenstein disturba DFB-Elf più a lungo del previsto

Flick debutto con vittoria in carriera
Il Liechtenstein disturba DFB-Elf più a lungo del previsto

Doveva essere un festival del calcio, ma è stato un duro lavoro: la nazionale di calcio tedesca ha vinto la prima partita sotto la guida del nuovo allenatore della nazionale Hansi Flick. La partita contro il Liechtenstein non cambia il corso delle qualificazioni ai Mondiali.

Inizio difficile per una nuova era: Hansi Flick non ha destato alcuna euforia dopo il suo esordio con l’allenatore della nazionale e ha anche ricevuto qualche fischio. Il successore dell'”eterno” Joachim Loew ha portato la squadra nazionale di calcio tedesca a una magra vittoria per 2-0 (1-0) contro il Liechtenstein nelle qualificazioni ai Mondiali, che non ha strappato nessuno dai loro posti. Per Flick diventa chiaro che ogni inizio è difficile.

Timo Werner (41) e Leroy Sane (77) hanno regalato la prima vittoria all’11° Ct della nazionale, ed è stato nel Gruppo J nella quarta partita in vista della finale in Qatar 2022. Anche in altri duelli con l’Armenia a Stoccarda (domenica) dovrebbe vincere And Iceland a Reykjavik (mercoledì) con vittorie obbligatorie per Hansi Flick. C’è ancora molto lavoro da fare.

Joshua Kimmich di RTL ha dichiarato: “Naturalmente abbiamo deciso di segnare più gol. Abbiamo faticato. È stato strano e difficile, l’avversario difendeva così in profondità, non l’avevo quasi mai visto prima”. “Niente ha funzionato davvero. È difficile dare un voto a questa partita. Non era proprio una partita di calcio”.

Liechtenstein – Germania 0:2 (0:1)

Liechtenstein: Buchel / FC Vaduz (32 anni / 36 presenze) – S Wolfinger / USV Eschen / Mauren (30/43) di 83 Yildiz / FC Balzers (32/48), Malin / FC Dornbirn 1913 (27 / 27) 28 di 83. Kollmann/FC Ruggell (26/3), Kaufmann/USV Eschen/Mauren (30/62), Hofer/FC Biel-Bienne (23/16), Göppel/USV Eschen/Mauren (23/42) – Noah Frick / Neuchâtel Xamax (19/9) di 71. Kardesoglu/FC Balzers (24/4), Frommelt/USV Eschen/Mauren (20/11), Hasler/FC Thun (30/76) – Sele/FC Chur 97 (24/30 ) di 61. F. Wolfinger / USV Eschen / Mauren (24/11), Yanik Frick / Energie Cottbus (23/20) di 71. Grünenfelder / FC Balzers (22/4). – formatore: stoklassa
Germania: Leno/Arsenal (29 anni/9 presenze) – Baku/Wolfsburg (23/2) da 60. Hoffmann/Borussia Moenchengladbach (29/4), Kehrer/Paris Saint-Germain (24/10), Sol/Bayern Monaco (25 /33) Goossens / Atalanta Bergamo (27/12) – Kimmich / Bayern Monaco (26/60) da 82. Wirtz / Bayer Leverkusen (18/1), Gundogan / Manchester City (30/50) da 73. Goretzka / Bayern Monaco (26/36) – Mosiala / Bayern Monaco (18/6) da 60. Reus / Borussia Dortmund (32/45), Havertz / Chelsea (22/19) da 60. Gnabry / Bayern Monaco (26/27) ) , Sane / Bayern Monaco (25/35) – Werner / Chelsea (25/43). – formatore: clic
Regola: Fabio Verissimo (Portogallo)
Rip: 0:1 Werner (41.), 0:2 Sané (77.)
Spettatori: 7958 (a San Gallo)
cartellini gialli: No

Non è stato del tutto inaspettato, il numero 189 della classifica mondiale FIFA (solo 21 squadre seguono ancora) non ha dovuto affrontare problemi irrisolvibili per la squadra tedesca a San Gallo – l’unica domanda di fronte a 7.958 spettatori era quanto in alto sarebbe arrivata la vittoria . Ma: è iniziato zoppo e molto zoppo. Giocare con i Liechtenstein Braves non è stato facile come sperato; Mancavano forza, precisione, idee e passione.

Il portiere mascherato Benjamin Buchel si è scaldato le mani di Kimmich e dell’attaccante Werner (4/7), Robin Gosens ha diretto il palo (19) e il quarto tentativo di Werner è finalmente arrivato. Con molto impegno e una buona organizzazione, il Liechtenstein è stato in grado di rendere coerente l’offensiva tedesca. Flick non era affatto soddisfatto e presto ha inviato forze creative per riscaldarsi.

Flick lo allontana di tanto in tanto

Le trasformazioni del gioco tedesco sono rimaste molto poco dinamiche fino alla fine del secondo tempo. Era difficile mettersi dietro la difesa e una striscia di cinque o sei stelle aspettava l’attacco tedesco nella loro area di rigore. È stato un assedio con rari successi: Ilkay Gundogan e Goossens hanno fallito più volte mentre erano seduti contro Bushel (classificato 58).

Dopo questa scena, Flick gli ha fatto cenno di aver visto abbastanza e ha portato Marco Reus, Serge Gnabry, Jonas Hoffmann. Kai Havertz e Riddell Baku sono rimasti delusi. Tuttavia, le cose non sono andate molto meglio. Daniel Kaufman ha afferrato audacemente la testa al tiro feroce di Goosins (68 in classifica). Primo incontro con Sani. Poi il giovane Florian Wirtz del Leverkusen ha fatto il suo debutto in prima squadra (82° posto) – e Goossens ha dovuto infortunarsi poco dopo.

Il nuovo allenatore della nazionale è stato accolto molto amichevolmente da molti tifosi tedeschi all’alternativa Kepunepark, e il deludente EM sembrava essere dimenticato. Le grida di “Hansiiii” hanno accompagnato Flick nell’intervista televisiva prima di sedersi sulla panchina tedesca per la prima volta dalla finale della Coppa del Mondo 2014 (all’epoca come assistente di Loew). Dopo 15 anni a Löw, è stato a dir poco un punto di svolta.

Gli standard non sono ancora una forza

Flick ha chiesto “entusiasmo” a RTL, quindi ha impostato la traccia ed è rimasto sbalordito. Thilo Kahrer del Paris Saint-Germain ha difeso il quadruplo difensivo, la giovane stella del Monaco Jamal Musiala, che ha iniziato 1-0 con il suo brillante singolo, è rimasto così colpito dall’ex allenatore del Bayern che lo ha chiamato nella formazione iniziale. Prima volta. Antonio Rudiger e Gnabry erano seduti in panchina, e l’hub pianificato di Flick è stato comunque fatto saltare in aria dall’assenza di Manuel Neuer (sopravvissuto) e Thomas Muller (paziente sinistro).

“Abbiamo tre partite in pochi giorni. Puoi dare ad altri una possibilità”, ha detto Flick, che di recente ha ammirato l’allenatore della Kehrer Mauricio Pochettino. Florian Neuhaus e Lucas Klostermann non facevano parte della squadra.

Era difficile acquisire conoscenze tattiche di fronte a un avversario. Qua e là alta pressione balenata, l’addio dei tre difensori è stato annunciato da Flick. Tra i nuovi trucchi del record coach Mads Boetgret, non c’era molto da indovinare, e il grande attaccante non è ancora disponibile.

READ  Possibile quarto di finale olimpico: prima vittoria nel basket