Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Ecco perché Verstappen e Bottas vengono puniti

13:58

Perché Bottas sul P5?

Se il finlandese è terzo in qualifica, come può essere quinto con +3 in griglia? Si tratta di come vengono applicate le sanzioni. La procedura è la seguente: in primo luogo, vengono prese in considerazione tutte le penalità, che Bottas sputerà su P6 e Verstappen su P7. Poi, però, le “lacune” nella laurea vanno colmate insieme.

Molto complicato, ma significa semplicemente: alla fine Bottas approfitta della penalità di Verstappen e quindi deve solo retrocedere di due posizioni.


13:53

Nuova formazione iniziale

Come già annunciato, Gasly e Alonso inizieranno a correre dalla seconda e terza posizione, e questo con le gomme morbide. Potrebbero rappresentare una tale minaccia per Hamilton? Lo stesso Alonso ha appena detto su “Sky”: “Non ho niente da perdere!” Può essere eccitante in un istante. Puoi trovare l’intera rete di partenza qui!


13:48

Alcune domande rimangono aperte

Quello che la FIA purtroppo non ha chiarito in nessuna delle sentenze: perché la direzione di gara ha dato il segnale “Track Clear”, ma quando l’host dello sport ha mostrato il giallo – e nel caso di Verstappen, anche il doppio giallo? Naturalmente, anche questo è un fastidio alla Red Bull, come ha appena confermato Christian Horner su “Sky”. Per Verstappen, questa è una grande battuta d’arresto per la Coppa del Mondo.


13:39

Nessuna penalità contro Sainz

Lo spagnolo se la cava davvero. Motivo: dislocazione di gas in posizione – a differenza di Verstappen e Bottas. Questo non può essere visto nelle immagini TV, ma era chiaro dalla telemetria. Ecco l’intera motivazione:

“Il pilota ha dichiarato che, sebbene non abbia visto la bandiera gialla, ha visto che l’auto 10 era ferma a destra del box, e quindi ha ipotizzato che ci fosse la possibilità che fosse nell’area di una bandiera gialla rallentamento nel relativo settore mini. Lo hanno confermato i commissari di misura. A distanza”.

“Quindi attenersi alle note dell’evento dei direttori di gara e dell’allegato H del Codice sportivo internazionale.”



13:32

Motivo

I cinque posti sono giustificati dal fatto che questa è la penalità standard se il pilota ignora il doppio giallo. Non sorprende che la Red Bull citi il ​​fatto che la direzione della gara non abbia segnalato ufficialmente un cartellino giallo. Tuttavia, i padroni di casa non erano dell’opinione che la punizione dovesse essere inferiore di conseguenza. Ecco l’intera motivazione:

“I padroni di casa hanno sentito il pilota della vettura 33 (Max Verstappen), il rappresentante della squadra e hanno esaminato il video, il sistema di regolazione e i manuali di telemetria. Sono state esposte doppie bandiere gialle al punto di bandiera 16.6 dopo l’uscita dalla curva 16 (ma le luci non sono state attivate) .”

Gli host annotano le rappresentazioni di mitigazione del conducente e del rappresentante del team alla luce di nessuna targa a luce gialla visualizzata, nessuna spia di avvertimento del cruscotto e nessun segnale acustico del conducente. Pur condividendo questa richiesta, i commissari hanno considerato quanto segue: “

“1. L’articolo 27.1 del Regolamento Sportivo di Formula 1 stabilisce che il pilota deve guidare il veicolo da solo e senza assistenza.”

“2. L’appendice H del Mudawana afferma che le bandiere e le luci hanno lo stesso significato (e quindi il segno della bandiera deve essere rispettato).”

“3 – L’articolo 27.2 richiede al pilota di osservare in ogni momento il Codice Sportivo Internazionale. Questo codice, nell’Appendice H, attribuisce al pilota la responsabilità di rispettare chiaramente i segnali di bandiera, nonostante il fatto che la squadra abbia sostenuto che la disattivazione il settore giallo del sistema di regolamento della federazione Il Salone Internazionale dell’Automobile (FIA) era di circa 34 secondi prima che il pilota raggiungesse la bandiera gialla, indicando che si trattava di una “corsa”, ed era responsabilità del pilota prendere le misure appropriate entrando in quello che era un’area con doppia bandiera gialla”.

“4. I commissari hanno esaminato le comunicazioni audio tra la squadra e il pilota e in nessun momento la squadra ha segnalato al pilota la situazione di cui al punto 3.”.

READ  Bayern Monaco: disturbi per Nagelsmann! Terzo vice-allenatore dopo Klose e Gerland davanti alla USS

“5. L’autista ha preso atto di essere consapevole che l’auto 10 si trova sul lato destro della corsia. Dopo aver visto un’auto in panne, è ragionevole aspettarsi, come nel caso dell’autista dell’auto 55, che ci sia la possibilità di pericolo e che potrebbe essere stata presente una condizione di bandiera gialla, e quindi dovrebbero essere prese le misure appropriate (ad es. ridurre la velocità).”

“6. La penalità di 44 piloti in Austria 2020 ha comportato una penalità in griglia di 3 posizioni che è la consueta penalità per la violazione di un singolo stato di bandiera, e la penalità di 5 piloti in Bahrain 2021 che ha comportato una penalità netta di 5 posizioni che è la consueta sanzione per una violazione dello stato di doppia bandiera”.

“Di conseguenza, gli Steward credono di non avere altra scelta che imporre la penalità standard per aver violato i requisiti della doppia bandiera gialla sopra indicati”.


13:27

Il ritorno di Verstappen cinque posti

Dopo il verdetto di Bottas, non c’è da stupirsi: Verstappen deve scendere di cinque posizioni! Più in un momento.


13:22

Motivo

Il motivo è relativamente semplice: Bottas ha ammesso di non aver visto la bandiera gialla. Ecco perché non ha tolto il gas. Da qui la punizione. Questo dovrebbe valere anche per Sainz e Verstappen, ma non ci sono ancora sentenze. Ecco la giustificazione di Bottas per intero:

“Il pilota ha ammesso di non aver notato la bandiera gialla esposta al Flag Point 16.6 e ha riconosciuto di non aver rallentato come richiesto nell’area della bandiera gialla nonostante avesse notato che la vettura 10 era direttamente ai box”.


13:20

Regola!

La prima decisione è stata presa: Bottas deve tornare indietro di tre posizioni! Più in un momento.


13:11

La Formula 1 incontra il calcio

La Coppa del Mondo FIFA in Qatar prende il via tra un anno esatto. Certo, non ti sei perso l’occasione di fare un po’ di “promozione incrociata”. Siamo entusiasti di portare con noi il piccolo video mentre continuiamo ad aspettare il verdetto.



12:47

Anniversario

La McLaren sta guidando oggi il suo 900° Campionato del Mondo di Formula 1. Solo la Ferrari ha di più da mostrare (il 1028° Gran Premio di oggi). Ci sarà un motivo sportivo per festeggiare? Almeno da P6, Norris non ha un atteggiamento così cattivo all’inizio. E con potenziali sanzioni, può andare anche oltre…


12:39

In diretta: analisi della gara dalle 19:30!

Come promesso, stiamo ancora salvando l’ora di inizio per oggi Analisi in diretta sul canale YouTube di Formula1.de. Dopo l’ultimo tour mediatico in Qatar alle 19:30, Kevin Schoren e Christian Nimmervall ti contatteranno per analizzare i temi principali della giornata. Aspetta e vedi se stavolta i temi sportivi sono in primo piano o qualcos’altro…



12:32

Hamilton dovrebbe vincere oggi?

… Verstappen deve essere almeno quarto per poter viaggiare in Arabia Saudita come capitano della Coppa del Mondo. Attualmente ha 14 punti di vantaggio su Hamilton. Se oggi è quinto o peggio, perderà la testa se il campione del mondo vince allo stesso tempo. Realisticamente parlando, Verstappen dovrebbe essere ancora in grado di salire sul podio anche con un potenziale calcio di rigore.

Ma aspettiamo e vediamo. Questa stagione ha visto un sacco di folli colpi di scena…


12:23

Quando verrà emessa la sentenza?

Sfortunatamente, non abbiamo potuto rispondere a questo. La FIA pubblica normalmente la “griglia di partenza finale” un’ora prima dell’inizio della gara (14:00 CET), ovvero la griglia di partenza finale. Tutte le indagini devono essere completate per allora. In singoli casi, le sanzioni possono essere applicate anche in un secondo momento. Ma questo è un po’ insolito.