Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Ecco come l’Ucraina dovrebbe vincere la guerra

Ecco come l’Ucraina dovrebbe vincere la guerra

  1. Home page
  2. Politica

Insiste

Il rappresentante americano O’Brien considera critica la situazione nell’Ucraina orientale: fermare la Russia è il primo passo verso il successo ucraino.

WASHINGTON, D.C. – Il sottosegretario di Stato americano per gli affari europei ed eurasiatici, James O’Brien, ha commentato la situazione dell’Ucraina nella guerra contro la Russia. Lui ha sottolineato che è necessario impedire alle forze russe di avanzare verso est, in modo che non possano utilizzare le posizioni lì per infliggere danni economici all’Ucraina nel combattimento diretto.

L’agenzia di stampa ucraina ha riferito: “Quando parlo della strategia di successo dell’Ucraina adesso, si tratta di fermare i tentativi della Russia di penetrare nell’est”. ocrinform La dichiarazione di O’Brien. Questo è il primo passo verso il successo del paese nella guerra in Ucraina. Alla Russia verrebbe negata l’opportunità di utilizzare le proprie postazioni di tiro, impedendo così all’Ucraina di ricostruire la propria economia.

Difesa aerea della Polonia: l’ex segretario generale della NATO chiede il sostegno della NATO contro la Russia © photo Alliance / dpa | Giacobbe Kaminski

Perché l’Ucraina vinca la guerra: O’Brien enfatizza il controllo delle regioni

L’avanzata dell’esercito russo può essere impedita fornendo alle forze ucraine sistemi di difesa aerea e altre armi. Ciò consentirebbe loro di combattere per un periodo di tempo più lungo.

Ha aggiunto: “Poi arriva il momento in cui la Russia deve pensare se può andare avanti”. Un altro fattore importante per il successo dell’Ucraina è che il paese ha il pieno controllo sulle sue regioni riconosciute a livello internazionale ocrinform Sottosegretario di Stato americano per gli affari europei ed eurasiatici.

Prima l’Ucraina: gli Stati Uniti danno priorità alle forze armate per la fornitura di armi per la guerra

Il governo degli Stati Uniti vuole rinviare la consegna di alcune attrezzature militari ad altri paesi per rafforzare innanzitutto la difesa aerea dell’Ucraina. John Kirby, direttore delle comunicazioni del Consiglio di sicurezza nazionale, ha affermato che, dati i bisogni urgenti di Kiev, il governo degli Stati Uniti ha preso la decisione “difficile ma necessaria” di sospendere alcune vendite di armi pianificate ad altri paesi, in particolare missili per i sistemi di difesa aerea Patriot e NASAMS.

Invece, questi aiuti dovrebbero andare inizialmente all’Ucraina, le cui forze armate necessitano urgentemente di ulteriori capacità di difesa aerea. I paesi interessati sono stati informati. Kirby non ha nominato i paesi coinvolti. Tutti hanno ottenuto ciò che avevano chiesto, un po’ più tardi del previsto.

Putin e Xi Jinping stanno uno accanto all'altro e guardano a destra.
Ma non allo stesso livello: Putin si lega alla Cina, a scapito dell’economia russa. (Foto d’archivio) © Sergey Bobylev/DPA

La Russia può sopravvivere solo con l’aiuto della Cina – e O’Brien sottolinea la partnership con i paesi dell’Indo-Pacifico

O’Brien ha anche commentato il ruolo della Cina: “Abbiamo detto esplicitamente che la Russia può rimanere sul campo di battaglia perché fornisce un sostegno significativo”. Cina Ricevere. Oltre il 70% delle macchine utensili utilizzate dalla Russia per produrre le sue armi provengono dalla Cina. “Oltre il 90% dell’elettronica che appare sul campo di battaglia proviene dalla Cina”. Tempi della Corea Le sue dichiarazioni nella conferenza stampa in preparazione del vertice Nato che si terrà a Washington a luglio. Esiste anche una stretta collaborazione con l’Iran e la Corea del Nord.

Inoltre, il Vice Segretario di Stato per gli Affari europei ed eurasiatici ha annunciato che il partenariato della NATO con la regione indo-pacifica sarà al centro del vertice della NATO. “Lo facciamo perché le preoccupazioni sulla sicurezza nella regione dell’Indo-Pacifico sono molto simili a quelle nell’area dell’Articolo V della NATO, pertanto ha senso condividere esperienze e lavorare insieme contro minacce collettive simili”.

L’articolo 5 della NATO regola l’alleanza in caso di attacco a un paese della NATO. Secondo O’Brien, il Giappone e la Corea del Sud in particolare sono “ottimi partner nell’affrontare la minaccia russa”. (sis/dpa)

READ  Ufficio di verifica: L'Unione europea non può impedire una nuova crisi del gas