Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Declino dell'indice DAX: gli investitori temono la crisi del gas e tassi di interesse più alti

Declino dell’indice DAX: gli investitori temono la crisi del gas e tassi di interesse più alti


Rapporto di mercato

Stato: 19/07/2022 09:37

Gli investitori mantengono un basso profilo in vista della riunione sui tassi di interesse della Banca centrale europea di giovedì. Anche la mancanza di chiarezza sulle continue consegne di gas naturale russo pesa sull’umore. La stagione dei report mostra segnali positivi?

All’inizio del trading, il DAX è sceso dello 0,5% a 12.900 punti, allontanandosi dall’importante soglia di 13.000. Ieri il principale indice tedesco è salito dello 0,7% a 12.959,81 I punti sono scomparsi dalla circolazione. Giovedì, la Banca centrale europea (BCE) aumenterà i tassi di interesse nell’eurozona per la prima volta in oltre un decennio. Inoltre, dovrebbero Completati i lavori di manutenzione del gasdotto Nord Stream 1. Gli investitori temono che la Russia possa non essere più in grado di aprire nuovamente il rubinetto del gas. Pertanto, si consiglia agli investitori di esercitare moderazione prima di queste date.

Gli osservatori del mercato di Halaba affermano che i problemi di rischio non sono scomparsi. “In Italia, ad esempio, si teme che Mario Draghi venga squalificato da capo del governo e che ci siano nuove elezioni. Non è del tutto chiaro chi possa formare un futuro governo. Anche la questione gas è ancora attuale”. Dire.

Come sta andando la stagione dei reportage?

La stagione dei rapporti può continuare a fornire slancio. Oggi, tra gli altri, i dati sono dovuti a Johnson & Johnson, Lockheed-Martin e Netflix. Ora vengono pubblicati anche i bilanci europei. “Una manciata di aziende ha già fornito numeri che hanno superato le aspettative di una media del sette percento, il che fa sperare in una solida stagione dei rapporti”, commenta Ulrich Stefan, chief investment strategist per i clienti retail e corporate di Deutsche Bank.

Tuttavia, finché non ci saranno segnali di allentamento della sicurezza energetica europea, una stagione di rendicontazione soddisfacente potrebbe svanire senza alcun impatto significativo sui prezzi, soprattutto perché è probabile che la crescita degli utili perda slancio verso la fine dell’anno e il rallentamento economico. È probabile che porti a una revisione degli utili, conclude un osservatore del mercato.

READ  Anche Sparkasse Mainz chiede ora un rigore

Apple spaventa Wall Street

Le specifiche statunitensi non sono così interessanti: il Dow è sceso dello 0,7% a 31.072 punti di scambio. L’indice Nasdaq è sceso dello 0,8% a 11.360 punti. L’S&P 500 ha perso lo 0,8% a 3.830 posti di lavoro.

Secondo i rivenditori, le perdite di prezzo sono legate ad Apple: secondo un resoconto dei media, il gruppo tecnologico vuole frenare i costi in alcune regioni nel prossimo anno. La società statunitense prevede di rallentare le assunzioni e la crescita della spesa in alcune aree di attività nel 2023 in previsione di una possibile recessione economica, riferisce Bloomberg. Ciò ha alimentato i timori degli investitori di una recessione economica.

asia mista

In Asia, i mercati non sono riusciti a trovare un terreno comune. Il trading in Giappone è ripreso lunedì dopo le vacanze. Il mercato giapponese ne ha approfittato per compensare parzialmente i guadagni realizzati da altre borse asiatiche all’inizio della settimana. L’indice Nikkei è salito dello 0,65% a 26.961,68 punti.

D’altra parte, secondo l’analista Jeffrey Haley del broker Oanda, le specifiche moderate su Wall Street avrebbero pesato su altri scambi. A ciò si aggiungono i prezzi elevati delle materie prime e dell’energia. L’indice CSI 300 delle 300 maggiori società della Cina continentale è sceso dello 0,38% a 4.276,07 punti. L’indice Hang Seng nella regione amministrativa speciale di Hong Kong è recentemente sceso dello 0,66% a 20.707,80 punti.

L’euro cede

L’euro è sceso moderatamente. Al mattino, il costo della valuta comune era di $ 1,0140, leggermente inferiore rispetto alla notte prima. Gli investitori probabilmente guarderanno i dati sull’inflazione dall’Euro-Zone martedì. Certo, questa è solo una seconda stima. Dato che l’inflazione è a livelli record, i numeri dell’inflazione svolgono un ruolo importante, soprattutto in vista della riunione di politica monetaria della Banca centrale europea di giovedì. La Banca centrale europea dovrebbe aumentare i tassi di interesse per la prima volta in undici anni.

I tassi di interesse più elevati dovrebbero tendere a sostenere l’euro. “Il calo dell’euro quasi alla parità con il dollaro USA rafforza gli argomenti per ulteriori aumenti dei tassi”, commenta Holger Schmieding, capo economista della Berenberg Bank. Tuttavia, la crisi del gas europea è anche un fattore importante nella debolezza della valuta.

READ  L'intelligenza artificiale aumenta il successo delle aziende

Hypoport cresce più lentamente

Il forte aumento dei tassi di interesse ha rallentato la crescita della società di servizi finanziari Hypoport nel secondo trimestre. Sulla piattaforma di credito interna Europace, i volumi delle transazioni sono aumentati di poco meno del cinque per cento a 26,4 miliardi di euro nei mesi da aprile a giugno. All’inizio dell’anno, il volume delle transazioni della piattaforma, importante per il gruppo, è cresciuto del 26% a 33,8 miliardi di euro. A quel tempo, molti clienti hanno contratto molti prestiti a causa dell’aspettativa di tassi di interesse più elevati. Nel frattempo, la domanda è diminuita in modo significativo a causa dei tassi di interesse significativamente più elevati e delle molte incertezze derivanti dalla guerra in Ucraina.

BHP prima di tempi difficili

Il gruppo australiano di materie prime BHP ha avvertito di ulteriori turbolenze del mercato a causa della domanda volatile di acciaio dalla Cina a seguito del calo delle esportazioni di minerale di ferro. “La volatilità generale del mercato continua e prevediamo che l’impatto ritardato delle pressioni inflazionistiche continuerà nei prossimi 12 mesi”, ha affermato il CEO Mike Henry. Le sfide future includevano la difficile situazione del mercato del lavoro, la crisi energetica in Europa e l’inasprimento della politica monetaria.

volvo con vento in coda

Il produttore di camion svedese Volvo ha sfidato i colli di bottiglia dei materiali ed è cresciuto nel secondo trimestre. Con un aumento delle vendite del 31% a 118,9 miliardi di corone (11,3 miliardi di euro), il risultato operativo rettificato è salito a 13,7 (anno precedente: 9,7) miliardi di corone. “Anche nel trimestre abbiamo avuto costi aggiuntivi legati alle interruzioni della catena di approvvigionamento e all’aumento dei prezzi dei materiali”, ha affermato il CEO Martin Lundsted. Volvo ha “gestito in modo proattivo e con successo i prezzi per mitigare questi effetti”.

Calo dei profitti di Novartis

Nella società farmaceutica svizzera Novartis, fattori una tantum hanno causato un calo significativo degli utili nel secondo trimestre. Il gruppo è stato in grado di mantenere le vendite pressoché stabili, anche grazie ai driver di crescita. L’utile netto è stato di 1,7 miliardi di dollari, in calo del 41% anno su anno. E qui si è fatta sentire anche la partecipazione di Roche, che Novartis ha venduto alla rivale del Basilea l’anno scorso.

READ  Tra gli obiettivi di prezzo: Uno sguardo all'ETF di punta di Cathie Wood: gli investitori possono fare un affare su questo titolo | newsletter

Il capo di Fraport vede gli aeroporti sotto pressione

Il capo dell’aeroporto di Francoforte (Fraport) Stefan Schulte prevede problemi negli aeroporti tedeschi nelle prossime settimane. “L’estate rimarrà dura”, ha detto Schulte al quotidiano Mannheimer Morgen. È stato sottovalutato quanto le persone devono recuperare se vogliono viaggiare di nuovo. “Sapevamo che sarebbe stato un anno forte e ne abbiamo tenuto conto nella nostra pianificazione. Ma è chiaro che ogni aspettativa è stata superata e molte persone viaggiano più del previsto. Gli aeroporti e le compagnie aeree hanno pochissimi dipendenti a tutti i livelli per questo. “

IBM supera le aspettative di vendita

Il forte business del cloud ha portato le vendite di PC di IBM negli Stati Uniti nel secondo trimestre che hanno superato le aspettative degli esperti. Mentre le entrate complessive sono aumentate leggermente più del previsto, con un aumento del 9% a 15,5 miliardi di dollari, il segmento del cloud di dati è aumentato del 18%. L’utile netto è stato di $ 1,392 miliardi, in leggero aumento rispetto a $ 1,325 miliardi nello stesso periodo dell’anno scorso.

“FT” – IPO UK Arm in attesa di IPO

Secondo il Financial Times, l’investitore tecnologico SoftBank sta sospendendo i suoi piani per l’offerta pubblica iniziale a Londra del gruppo di chip Arm a causa delle turbolenze nel governo britannico. Le dimissioni del ministro degli investimenti Jerry Grimston e del segretario digitale Chris Philp dopo il crollo del governo di Boris Johnson hanno spinto SoftBank a sospendere i colloqui su un’offerta pubblica iniziale in ARM, ha riferito il Financial Times, citando persone che hanno familiarità con la questione. Grimstone e Philp avrebbero avuto un ruolo di primo piano nelle conversazioni. Ha affermato che SoftBank ora può anche intraprendere un percorso di quotazione più semplice negli Stati Uniti, cosa che l’investitore inizialmente preferiva.