Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Crisi Ucraina – OSCE: bombardamento dell’Ucraina orientale

QuintoSullo sfondo della crisi ucraina, secondo gli osservatori, si trova nell’Ucraina orientale Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa (Organizzazione per la Sicurezza e la Cooperazione in Europa) è venuto a combattere. Giovedì, fonti diplomatiche hanno affermato, citando l’Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa, che i proiettili di artiglieria sono stati colpiti. I separatisti nell’Ucraina orientale hanno accusato le forze governative di aver violato l’attuale cessate il fuoco. D’altra parte, il rapporto dell’esercito mattutino menzionava solo sporadiche violazioni dall’altra parte.

I ribelli di Luhansk hanno affermato che dozzine di colpi di mortaio sono stati sparati in diverse località della regione di Luhansk, soprattutto nelle ore mattutine. Furono anche prese di mira le posizioni dei ribelli nella regione di Donetsk. I ribelli hanno risposto con il fuoco. Nessuna delle parti ha riportato perdite nei suoi ranghi.

Lukashenko è pronto a schierare armi nucleari

Negli ultimi giorni, osservatori Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa L’Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa (OSCE) ha identificato in media meno violazioni del cessate il fuoco rispetto all’anno precedente.

D’altra parte, il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov ha detto all’agenzia Interfax Secondo Mosca, negli ultimi giorni Kiev ha intensificato le sue “azioni provocatorie”. “E’ una situazione molto pericolosa”, ha detto Pesco. In Occidente si discute solo della possibilità di un attacco della Russia, non della possibilità di un attacco dell’Ucraina.

Dal 2014, le forze governative sostenute dall’Occidente combattono i separatisti sostenuti dalla Russia nelle regioni di Donetsk e Luhansk nell’Ucraina orientale, vicino al confine russo. Secondo le stime delle Nazioni Unite, più di 14.000 persone sono già state uccise, la maggior parte nella regione separatista. Un piano di pace del 2015 non è stato attuato.

La conoscenza non è mai stata così preziosa

Leggi ora F + 3 mesi per 1 euro a settimana e accedi a tutti gli articoli su FAZ.NET.

Leggi F + ora




Secondo il capo di stato Alexander Lukashenko, la Bielorussia è pronta a schierare armi nucleari in caso di minaccia dall’Occidente. Lukashenko è stato citato dall’agenzia di stampa bielorussa giovedì dicendo che il suo Paese “se necessario” adotterebbe non solo armi nucleari, ma armi super nucleari, promettendo armi “per difendere il nostro territorio”. Minsk e Mosca hanno iniziato la scorsa settimana esercitazioni militari congiunte in Bielorussia, che dovrebbero durare fino al 20 febbraio.

READ  Scandalo del Corona Party: Scotland Yard ha fatto cadere Boris Johnson? - Politica all'estero