Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Cresce l’interesse di Lufthansa per l’Italia

D.Cioè. Lufthansa tedesca Ciò è evidente nelle trattative avanzate su una possibile fusione con la compagnia aerea italiana IDA, successore della fallita Alitalia. Il quotidiano italiano “Il Foglio” ha annunciato durante il fine settimana che avrebbe acquistato una quota del 40% in ITA. Lufthansa ha rifiutato di commentare. Un portavoce dell’IDA ha detto a Bloomberg News che non sarebbe stata intrapresa alcuna azione su possibili alleanze prima di presentare un piano strategico al consiglio di amministrazione della società il 31 gennaio.

Negli ambienti del settore si diceva che tale transazione non fosse immediata; Il giornale ha scritto un possibile annuncio nella prossima settimana. Tuttavia, Lufthansa è molto interessata alle partnership commerciali. I discorsi su questo porteranno presto a risultati, ma non devono necessariamente portare direttamente a un investimento azionario.

Dopo la restituzione della parte tedesca del pacchetto di aiuti Corona, la Lufthansa era soggetta alla condizione che al gruppo non fosse consentito procedere all’acquisizione. Negli ambienti aziendali si sta ormai diffondendo la frase che la “casa perfetta” per la nuova compagnia aerea italiana è vicino a Lufthansa. Ma anche con le odierne filiali in Austria, Svizzera e Belgio, una è stata coinvolta solo dopo la svolta economica. In passato, Lufthansa ha aiutato a reclutare l’Italia per l’ingresso Alitalia Rifiutato più volte. Tuttavia, si è sempre detto che la situazione potrebbe essere diversa in vista della “nuova alidalia” che è esente da problemi ereditari.

Infatti, l’attrattiva di potenziali investimenti in Italia ha notevolmente migliorato le possibilità di lancio rispetto allo scorso anno. Molti degli interessi dell’Alitalia sono stati spazzati via quando la vecchia Alitalia, che era stata mantenuta artificialmente dal governo, è stata rimossa e l’IDA è stata costituita come una nuova entità. Dieci persone hanno combattuto al suo interno Sindacati Non importa quanto costa, molti dei posti di lavoro e dei benefici dei dipendenti saranno protetti. Era chiaro lo scorso anno che il governo italiano non si sarebbe lasciato minacciare, promettendo di proteggere la vecchia Alitalia. Prima della crisi del Corona, Alitalia contava 11.000 dipendenti, l’ultima 6.000. Tuttavia, i regolatori europei della concorrenza, il governo e la nuova leadership dell’ITA avevano solo 2.000 dipendenti sulla nuova linea. I sogni dei sindacati di diventare una compagnia aerea con più di 100 aerei sono stati sepolti e l’ITA è partita con 50 aerei.

READ  Tennis: i polacchi Harks hanno battuto l'adolescente italiano per vincere il Miami Open

L’azienda, che aveva ridotto la sua gestione e i vecchi metodi di approvvigionamento bizantini, è ora interessata a Lufthansa in quanto ha meno dipendenti, meno influenza sindacale e salari molto più bassi rispetto a Lufthansa. L’Italia non è solo un’importante destinazione di viaggio. Molti manager vengono da lì, portando con sé alimentatori per costosi voli Lufthansa Intercontinental da Francoforte e Monaco. Più recentemente, Ryanair e Easyjet sono stati leader di mercato nel settore dell’aviazione internazionale, seguiti dal Gruppo IAG con British Airways e Iberia, guidando il Gruppo Lufthansa con una quota di mercato del 9%. Il gruppo tedesco è desideroso di aumentare la sua partecipazione in Italia, a meno che non sia associato a perdite e minacce politiche.