Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Coronavirus: Delta provoca più ricoveri per i bambini negli Stati Uniti

Il compleanno di Sofia Villaraga è stato all’inizio di agosto. Aveva dodici anni, negli USA i bambini di questa età possono essere vaccinati contro il Covid-19. Sua madre, Pilar Villaraga, non vedeva l’ora che arrivasse questo giorno in modo che sua figlia non dovesse iniziare il nuovo anno scolastico senza una vaccinazione.

Ma Sophia non è stata così fortunata: due settimane prima del suo compleanno ha contratto il coronavirus. Così lo descrive il New York Times.Che ha parlato con la famiglia della Florida.

Sophia aveva la febbre e avrebbe dovuto curarsi prima a casa. Quattro giorni dopo, le sue costole iniziarono a farle male. Il giorno dopo, sua madre l’ha portata in ospedale, dove una radiografia ha mostrato una polmonite. Sophia ha sputato sangue. “Non pensavo che i bambini potessero ammalarsi così tanto”, ha detto Pilar Villaraga al New York Times.

Ma sembra che Sophia non faccia eccezione. Lo stesso giorno in cui aveva undici anni, 130 bambini con Covid-19 sono arrivati ​​in ospedale in tutti gli Stati Uniti. Si può vedere su un grafico dal CDCCome la curva dei ricoveri tra 0 e 17 anni è salita bruscamente alla fine di luglio – mentre il numero totale dei casi è diminuito. Solo nella prima settimana di agosto di quest’anno, ogni giorno sono venute in clinica una media di 203 bambini, rispetto ai 168 della settimana precedente. L’ultima volta che ci sono state così tante nascite in questa fascia di età è stato a gennaio, quando l’ultima ondata di corona ha raggiunto il suo picco negli Stati Uniti.

L’onda delta gioca anche tra i bambini

Finora, si dice che i bambini e gli adolescenti abbiano un rischio molto basso di ammalarsi gravemente di Covid-19. Secondo il New York Times, i professionisti medici negli Stati Uniti ora vedono bambini più gravemente malati che in qualsiasi momento dall’inizio della pandemia. Una variante delta altamente contagiosa potrebbe essere una causa?

READ  L'attuale studio: immunità a vita contro una lieve infezione corona? - Consigliere

“Tutti sono un po’ nervosi che il tipo delta possa effettivamente essere più pericoloso per i bambini”, afferma Richard Maley, MD, specialista in malattie infettive pediatriche al Children’s Hospital di Boston. Questa ipotesi non è stata scientificamente provata. Finora, gli studi hanno costantemente dimostrato che la stragrande maggioranza dei bambini e degli adolescenti ha solo sintomi lievi, se presenti, quando viene infettata dal coronavirus. Finora, tuttavia, il posizionamento dei dati rispetto ai delta rimane scarso.

“Finora non ci sono prove evidenti che la malattia sia più grave nel Delta”, afferma Jim Versalovich, capo patologo del Texas Children’s Hospital di Houston, negli Stati Uniti, dove quasi il 10% dei bambini attualmente risulta positivo al coronavirus. “Stiamo assistendo a casi molto gravi in ​​questo momento, ma abbiamo visto casi gravi diverse volte durante la pandemia”.

L’aumento dei ricoveri ospedalieri per i bambini può avere cause diverse dalle caratteristiche mutazionali. D’altro canto, il numero di casi di coronavirus è di nuovo in aumento in tutto il mondo. Anche negli Stati Uniti, la variante delta sta attualmente causando un aumento significativo di nuove infezioni. L’ultimo è stato interrotto per sette giorni Ogni giorno vengono segnalati 97.400 nuovi casi di corona.

E questo porta a una semplice aritmetica: più contagiati, più gravi sono i casi e i ricoveri.

Il tasso di vaccinazione è ancora basso

D’altra parte, il tasso di vaccinazione tra i 12-17 anni non è alto come quello degli adulti. Negli Stati Uniti, i bambini di età pari o superiore a 12 anni sono stati vaccinati per un periodo di tempo più lungo. Tuttavia, le autorità non tengono statistiche sul numero di persone in questa fascia di età che hanno già ricevuto la vaccinazione. Deve essere più di quanto non sia in Germania.

In questo paese, circa il 12,6% dei bambini e degli adolescenti è attualmente considerato completamente vaccinato. Sebbene non vi sia alcuna raccomandazione generale sulla vaccinazione per questa fascia di età, i ministri della salute hanno deciso la scorsa settimana di offrire vaccinazioni a tutte le persone di età compresa tra 12 e 17 anni.

READ  Dyson e Philips garantiscono una buona qualità dell'aria

I bambini sotto i 12 anni non sono ancora completamente protetti

D’altra parte, anche i bambini di età inferiore ai dodici anni non possono essere vaccinati perché nessun vaccino è stato approvato per loro, nemmeno negli Stati Uniti. L’azienda farmaceutica Biontech/Pfizer ha annunciato a giugno che avrebbe testato il suo vaccino su bambini molto piccoli. Tuttavia, nessuna richiesta di approvazione è stata ancora presentata. Secondo i media americani Pfizer, un partner di Biontech, vuole presentare la domanda alla Food and Drug Administration negli Stati Uniti in inverno. L’EMA potrebbe seguire l’EMA poco dopo. Resta da vedere se i dati dello Standing Committee on Immunization (Stiko) saranno sufficienti per formulare una raccomandazione generale sulla vaccinazione.

In questa fascia di età, la variante delta incontra inizialmente solo ospiti non protetti che hanno molti contatti sociali contemporaneamente attraverso lezioni scolastiche e visite all’asilo. La variante delta, che secondo le stime attuali è fino al 60% più contagiosa rispetto alle varianti precedenti, potrebbe diffondersi a macchia d’olio lì. Diversi paesi, tra cui la Germania, stanno attualmente notando che i casi di infezione da corona sono in aumento, soprattutto tra i giovani.

Il fatto che negli Stati Uniti si stia verificando un aumento dei casi gravi nei bambini potrebbe anche essere correlato alla demografia locale. Ci sono più bambini in sovrappeso negli Stati Uniti che in Europa, per esempio. L’obesità è un fattore di rischio per un decorso acuto di Covid-19.

Il presidente del comitato vaccinale permanente presso il Robert Koch Institute, Thomas Mertens, ha dichiarato in Intervista a SpiegelPer questo la situazione negli Stati Uniti non è qui paragonabile: “Negli Stati Uniti la vaccinazione è raccomandata per i bambini di età compresa tra 12 e 17 anni, ma il carico di malattia da Covid-19 è molto maggiore a questa età che in Germania, “dice Mertens… Forse questo è dovuto al fatto che più bambini soffrono di sindrome metabolica: obesità, ipertensione, scarso metabolismo dei grassi e glicemia alta. Inoltre, le cure mediche di molti bambini negli Stati Uniti sono leggermente peggiori rispetto a qui”.

READ  La parodontite aumenta il rischio di demenza - la pratica della guarigione

Inoltre, non ci sono requisiti generali per la maschera. Il CDC raccomanda a tutti gli scolari di indossare maschere questo autunno. Tuttavia, la decisione se questo sia obbligatorio anche nella rispettiva scuola spetta agli Stati.

“La maggior parte dei bambini non è molto malata”

Tuttavia, la stragrande maggioranza dei bambini – questo è ancora il caso dopo l’infezione con la variante delta – ha solo sintomi lievi. Ciò è stato confermato anche dai medici americani citati nell’articolo del New York Times: “La maggior parte dei bambini non è molto malata”, afferma Wissam Rahman, MD, direttore medico del Johns Hopkins All Children’s Hospital in Florida. Hanno il naso che cola, la tosse o la febbre – il più delle volte possono curarsi a casa.

Sofia Villaraga non aveva alcun fattore di rischio e tuttavia l’ha colpita gravemente. Dopo la malattia, la ragazza si è ripresa ed è stata rilasciata poco prima del suo dodicesimo compleanno.

Finché i bambini sotto i 12 anni non possono essere vaccinati da soli, misure comuni come indossare una maschera, mantenere le distanze, ventilazione e igiene li proteggono meglio. Più persone vengono vaccinate, minore è il rischio di infezione. Se il numero totale di casi è basso, diventa meno probabile che i bambini non protetti vengano infettati e potenzialmente gravemente malati di Covid-19.