Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Corona e sole: come i raggi UV influenzano il processo di lesione

  • A partire dalLucas Rogala

    Vicino

Molti sperano che l’estate possa rallentare la pandemia di Corona. Il calcolo rivela l’effetto della radiazione solare sul valore di R.

LIVERPOOL – Con l’aumento delle temperature, aumentano le speranze di contenere la pandemia Corona. Sembra ragionevole presumere che il virus che causa COVID-19 possa comportarsi stagionalmente. Perché il numero di casi è diminuito drasticamente nell’estate del 2020 ed è rimasto basso per diversi mesi. Così, le visite a ristoranti, caffè e bar, così come riunioni private e grandi raduni, sono diventate più facili. L’aumento del numero di pazienti in terapia intensiva e di decessi correlati a Covid-19 in inverno indica anche un legame con le stagioni.

Ma in Germania il numero di contagi aumenta all’inizio della primavera e si avvicina sempre di più al “livello prenatalizio”. Secondo l’Associazione interdisciplinare tedesca per la terapia intensiva e la medicina d’urgenza (DIVI), circa 4.700 persone sono attualmente in cura per Covid-19 nelle unità di terapia intensiva (al 15 aprile 2021). Il solo contenimento decisivo dell’epidemia durante la calda primavera e l’estate in arrivo è considerato Virolog: indoor come Christian Drosten è alquanto improbabile. un Il gruppo di ricerca è guidato da Kieran Sharkey dell’Università di Liverpool In Inghilterra ora come cambia il cosiddetto valore R a causa dell’aumento dei raggi UV dal sole.

Corona d’estate: qual è l’effetto dei raggi ultravioletti del sole?

Il valore R indica il numero di persone affette in media da: r. Se il valore R è inferiore a 1, il tasso di infezione diminuisce. Questo valore R è stato valutato in 359 città più grandi con più di 500.000 residenti, dove nell’ultimo anno si è verificata una grande epidemia di Corona. I ricercatori hanno scoperto che il valore R è diminuito in media di 0,05 per 10 kilojoule di raggi UV aggiuntivi per metro quadrato. Le città esaminate hanno ricevuto tra 30 e 130 kJ / m2 di raggi UV al giorno.

READ  Infortunio a 600 tra i giovani: la Spagna balla sull'onda delta

Sharkey ha affermato che questo risultato dello studio indica un effetto stagionale sulla trasmissione del Coronavirus. Tuttavia, questo non significa che i raggi UV più elevati siano anche la causa di un processo di infezione più rilassante. Potrebbe esserci un collegamento ad altri fattori come l’umidità e la temperatura. Sharky ne indica uno Ulteriore studio Fornisce “prove deboli” di un legame tra la diffusione del Coronavirus e la temperatura. Altri fattori come l’inquinamento atmosferico e le misure di salute pubblica avranno un’influenza maggiore sul valore R rispetto ai raggi UV. Tuttavia, è “statisticamente significativo”. Se il valore di R è nel range DF (circa 1), l’effetto della luce solare può essere decisivo.

Sole e alone: ​​i raggi UV non sono critici per il valore R.

Il ricercatore ritiene che “l’intervento del governo” sia cruciale. Rispetto ai raggi UV, ha avuto un effetto quattro volte maggiore sul valore R ed era “nelle nostre mani”. Nel prossimo futuro, il tasso di infortuni dipenderà principalmente da misure politiche (come i freni di emergenza dell’alone) e non necessariamente dalle condizioni meteorologiche. Inoltre, i vaccini contro il coronavirus possono essere cruciali.

Pagina tematica sul coronavirus

È possibile trovare informazioni aggiornate sull’epidemia su //www.everydayhealth.com/drugs/spandemic Notizie Corona.

Un altro punto è che a temperature più elevate, le persone tendono a stare all’aperto, poiché il rischio di infezione è minore all’interno. I ricercatori dell’Università di Edimburgo sospettano anche un legame tra un tasso di mortalità inferiore per luce solare e un tasso di mortalità inferiore per corona.

Sharkey ha affermato se il Sars-CoV-2, come l’influenza e altri coronavirus, sia una malattia contagiosa stagionale, resta da vedere a lungo termine. (Lucas Rogala)

READ  Stroke - The Morning Magazine - ARD