Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Corona a novembre 2019? Il paziente cerca zero in Italia – News Estero

La prima ondata è arrivata, la seconda, ci siamo lasciati alle spalle la terza onda corona. Ma da dove è iniziato tutto questo?

Origin è un laboratorio a Wuhan, in Cina. Ma nel mercato degli animali c’è anche una via d’uscita. Scienziati di tutto il mondo stanno cercando di trovare il virus anche in Europa.

Ricercatori italiani hanno identificato la prima paziente italiana con coronavirus come una donna infetta dal virus nel novembre 2019, un mese prima che le autorità cinesi segnalassero all’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) diversi casi di una misteriosa malattia polmonare a Wuhan.

Chi è stata la prima persona a soffrire di malattia corona in Italia?

Lo zero della paziente è una sconosciuta di Milano (25). Ha avuto una biopsia il 10 novembre 2019 a causa di un’eruzione cutanea. Poiché i cambiamenti della pelle possono in alcuni casi indicare un’infezione da corona, il campione di pelle del 25enne è stato successivamente riesaminato e sono state rilevate le sequenze genetiche dell’RNA del virus corona.

È quanto affermano i ricercatori dell’Università degli Studi di Milano, che hanno pubblicato i loro risultati sul British Journal of Dermatology. Il tuo studio è stato condotto in collaborazione con l’European Cancer Institute (IEO) e il Centro Italiano di Diagnosi.

Il caso del paziente sconosciuto è stato seguito dal Policlinico di Milano e dall’Università degli Studi di Milano. Il Wall Street Journal ha riferito che nessuna delle due società aveva dettagli sulla donna. Dott. Il dermatologo curante Rafael Gianotti è morto. I ricercatori non sanno quale sia il nome della persona che stanno cercando e dove si trovino ora.

READ  Indagine sull'incidente in gondola che ha ucciso 14 persone

Inoltre, non è chiaro il motivo per cui i dati della giovane donna non siano stati inclusi nell’indagine. Ma: l’OMS ora è interessata a saperne di più sugli italiani.

Da dove ha origine il virus corona?

Il ricercatore italiano Dott. Massimo Barberis ha dichiarato al Wall Street Journal che mentre il virus sembra essere passato in Europa, l’entusiasmo tra i ricercatori per scoprire come è iniziata l’epidemia sta calando. “La gente non era interessata”, ha detto Paperis.

Il presupposto generale è che il virus corona sia apparso per la prima volta nei pipistrelli e poi sia passato a un ospite prima di diffondersi agli umani.

Ma è vero? Già nel maggio 2020, il senatore americano Tom Cotton, 43 anni, membro dei servizi segreti, ha dichiarato a Bildt: “Per me, il comportamento della Cina ha indicato fin dall’inizio che vogliono nascondere la comparsa del virus”.

Gli Stati Uniti sapevano che “i laboratori di Wuhan stanno effettuando ricerche sui virus corona, che si trovano nei pipistrelli, e questi laboratori hanno la reputazione di scarsi standard di sicurezza”. Il laboratorio di Wuhan è la “spiegazione più attendibile dell’origine del contagio”.


Diversi mesi fa, un ricercatore tedesco ha detto a Bild che c’erano “numerosi sintomi” che “un giovane scienziato dell’Istituto di virologia di Wuhan è stato il primo a essere infettato”. L’agente patogeno potrebbe aver lasciato il laboratorio “nell’ottobre 2019”.

Nel febbraio 2021, il nano scienziato Roland Wisendanger (59 anni, Università di Amburgo) ha dichiarato a Bildt: “La corona è arrivata da un laboratorio di Wuhan!”

La febbre misteriosa è scoppiata ad ottobre

In uno studio segreto, dall’ottobre 2019 sono state elencate misteriose ondate di influenza nell’intera provincia cinese di Hubei. Sebbene non ci siano prove finora, gli esperti ritengono che la corona possa essere esplosa anche allora. Ma dal momento che l’influenza è stata isolata negli ospedali, l’ondata è stata in qualche modo fuori controllo lì dal rapporto della CNN del dicembre 2020.

Lawrence Young, professore di biologia molecolare all’Università di Warwick, ha dichiarato al Daily Mail: “Il virus era in circolazione prima che il Big Bang a Wuhan fosse scoperto nel dicembre 2019”.

Quindi i ricercatori italiani dovrebbero cercare solo la giovane donna che è venuta da Milano in modo che possano contribuire a risolvere il puzzle globale della corona.