Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

COP27 Conferenza mondiale sul clima in Egitto: Barbok illustra la gravità della situazione

Conferenza mondiale sul clima in Egitto
Barbock: “L’umanità va verso il baratro”

Da domani quasi 200 paesi negozieranno la lotta al cambiamento climatico. La Germania vuole agire come un “costruttore di ponti”. Il ministro degli Esteri Barbock ha già chiarito quanto sia grave la situazione: per molti Paesi si tratta già della “questione della sopravvivenza delle loro popolazioni”.

Poco prima dell’inizio della conferenza sul clima globale COP27 in Egitto, la Germania ha descritto il contenimento del riscaldamento globale come la sua massima priorità. “L’umanità è diretta verso l’abisso, verso un riscaldamento di oltre 2,5 gradi, con effetti devastanti sulle nostre vite sull’unico pianeta che abbiamo”, ha affermato il ministro degli Esteri Annalena Barbock. Il mondo ha “tutti gli strumenti necessari a portata di mano per ridurre la crisi climatica e percorrere il sentiero di 1,5 gradi”.

Si prevede che 40.000 partecipanti parteciperanno alla conferenza, che inizierà domenica e si terrà in Africa per la prima volta dal 2016. Alla COP27, rappresentanti di quasi 200 paesi a Sharm El Sheikh hanno trascorso due settimane a negoziare come intensificare la lotta contro il riscaldamento globale . Il tempo è essenziale, poiché gli ultimi sette anni sono stati i più caldi da quando sono iniziate le registrazioni meteorologiche.

Gli eventi meteorologici estremi in Pakistan, Nigeria e Somalia, tra gli altri paesi, hanno recentemente dimostrato l’enorme danno e il potere distruttivo mortale del cambiamento climatico. Secondo i ricercatori, le emissioni globali di gas serra dannosi per il clima dovrebbero essere dimezzate entro il 2030. Non c’è altro modo per raggiungere l’obiettivo concordato congiuntamente alla Conferenza delle Nazioni Unite sul clima del 2015 a Parigi per limitare il riscaldamento globale a 1,5 gradi rispetto a volte prima dell’età industriale. Secondo i piani di protezione del clima che i paesi stanno attualmente presentando, aumenterà ancora di più.

Le aspettative sulla conferenza si sono raffreddate

Nonostante la guerra di aggressione della Russia in Ucraina, Barbuk dei Ministeri dell’Economia, dello Sviluppo e dell’Ambiente ha affermato che “il 2022 non dovrebbe essere un anno perso per la protezione del clima. Per molti paesi, si tratta della sopravvivenza delle loro popolazioni e della loro cultura”. . “Per loro, la crisi climatica rimane la questione di sicurezza più importante, non la guerra della Russia in Europa”. Questi paesi si aspettano più solidarietà dai paesi ricchi. “In questa conferenza sul clima, la Germania fungerà da importante ponte tra i paesi industrializzati e quelli in via di sviluppo”, ha dichiarato Svenja Schulz.

A causa della guerra in corso in Europa, ma anche delle connesse crisi energetiche, alimentari ed economiche, nonché del crescente debito nazionale, le previsioni per la conferenza sul clima sono piuttosto scarse, anche rispetto alla conferenza COP26 di un anno fa a Glasgow. Il presidente federale Frank-Walter Steinmeier ha valutato basse le possibilità di successo. Anche il famoso economista climatico Otmar Edenhofer e il ricercatore climatico Mujib Latif hanno rinunciato alle loro dimissioni.

La conferenza avrebbe dovuto aprirsi ufficialmente domenica mattina con la consegna del presidente britannico COP26 Alok Sharma al suo successore, il ministro degli Esteri egiziano Samih Shoukry. A partire da lunedì, circa 100 capi di stato e di governo dovrebbero visitare il Mar Rosso, tra cui il cancelliere Olaf Schultz e il presidente degli Stati Uniti Joe Biden. Con il capo di Stato cinese Xi Jinping e il primo ministro indiano Narendra Modi, il cui Paese, insieme agli Stati Uniti, è tra i maggiori emettitori di anidride carbonica, due dei più importanti luminari saranno assenti dalla conferenza. Anche il presidente russo Vladimir Putin non partecipa.

(Questo articolo è stato pubblicato per la prima volta domenica 06 novembre 2022.)

READ  Proteste Corona in Canada: la polizia arresta i restanti manifestanti