Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

++ Conflitto in Ucraina: la NATO non vuole inviare truppe quando la Russia invade

  • A partire dalDaniel Dillman

    Vicino

I riservisti in Ucraina si preparano all’offensiva russa. La NATO esclude un’operazione militare nel paese dell’Europa orientale.

  • Nel conflitto con l’Ucraina si ritira Russia* Sempre più truppe nell’area di confine insieme.
  • Secondo le informazioni ricevute da Stati Uniti d’AmericaLa Russia ha accumulato abbastanza esercito al confine con l’Ucraina per poter controllare l’intero paese. il nostro presidente Joe Biden* Annunciato che avrebbe spostato più formazioni di truppe nell’Europa orientale.
  • Diplomazia nella crisi ucraina? Ministro federale degli affari esteri Annala Barbuk* Vuole recarsi a Kiev tra pochi giorni. Presidente turco Recep Tayyip Erdogan*Chiama il Presidente della Russia Vladimir Putin* Sono entrato in Turchia.
  • Tutte le informazioni e le notizie sul conflitto in Ucraina nel nostro attuale nastro in diretta.

+++ 17:19: In caso di invasione russa dell’Ucraina, la NATO ha chiaramente escluso qualsiasi azione militare. “Non abbiamo in programma di schierare forze di combattimento della NATO in Ucraina”, ha detto domenica (30 gennaio 2022) alla BBC il segretario generale della NATO Jens Stoltenberg. Gli addestratori militari della NATO sono schierati nell’ex repubblica sovietica e l’alleanza aiuta anche a rafforzare le capacità di difesa dell’Ucraina e le fornisce equipaggiamento militare.

Tuttavia, poiché l’Ucraina non è un paese NATO, la garanzia di sicurezza del 100% che i membri possono rivendicare non si applica al paese, ha sottolineato Stoltenberg. “Per l’Ucraina, un partner, forniamo supporto e mandiamo anche un messaggio che se la Russia userà di nuovo la forza, ci saranno severe sanzioni economiche”.

Jens Stoltenberg, segretario generale della Nato, esclude un’operazione militare in Ucraina. (foto d’archivio)

© Olivier Matthys / dpa

Stoltenberg ha affermato che l’esercito ucraino è ora “molto più forte, molto più grande e molto meglio equipaggiato” di quanto non fosse nel 2014. Il Segretario generale della NATO ha sottolineato che “non c’era certezza” sulle intenzioni della Russia. Tuttavia, si può osservare un ampio dispiegamento russo con molte forze e tecnologie militari pesanti, che è accompagnato da un “discorso minaccioso”. “C’è un pericolo reale ed è proprio per questo che gli alleati della NATO stanno aumentando il loro sostegno all’Ucraina”.

Conflitto in Ucraina: i riservisti si preparano a invadere la Russia

+++ 12:26: Mentre la Russia continua ad espandere la sua presenza militare, i cittadini ucraini si stanno addestrando per diventare riservisti per reagire in caso di guerra. Secondo l’agenzia di stampa Reuters, circa 70 persone si sono radunate in un cantiere edile abbandonato alla periferia di Kiev sabato (29/01/2022) per addestrarsi insieme e unirsi alle forze di difesa regionali ucraine, un’unità militare volontaria del partito. Forze armate.

Sebbene sia improbabile che questi abbiano una possibilità contro le forze russe meglio posizionate, i riservisti appena addestrati possono essere incaricati di proteggere le posizioni a Kiev in caso di guerra. I riservisti sono un mix eterogeneo di cittadini ucraini, incluso un uomo di 43 anni che lavora nella pubblicità. Non aveva nulla a che fare con l’esercito prima del conflitto. “Non si adatta davvero alla mia vita, non lo volevo davvero. Ma ora la situazione è necessaria”.

I nuovi membri del gruppo di difesa ucraino vengono addestrati a difendersi in caso di guerra.

© Efrem Lukatsky / dpa

Conflitto in Ucraina: la Russia raduna le forze in una parte leggermente protetta del confine

+++ Aggiornamento di domenica 30 gennaio 2022 ore 8:45: La Russia sta espandendo la sua presenza militare in Bielorussia. Il paese condivide un confine con l’Ucraina lungo più di 1.000 chilometri. Kiev, la capitale ucraina, dista solo circa 140 chilometri dal confine. Secondo le informazioni del New York Times, l’esercito russo ha accumulato per settimane carri armati, elicotteri, sistemi missilistici e truppe nel paese vicino. Secondo il Cremlino, l’esercito russo è in Bielorussia solo per condurre esercitazioni militari.

READ  È solo una campagna elettorale del 2024?: Improvvisamente Trump sta conducendo una massiccia campagna per le vaccinazioni

Gran parte dell’esercito ucraino è concentrato sul confine orientale con la Russia. L’esercito ucraino combatte lì da otto anni con i separatisti russi. A sua volta, il confine settentrionale del paese con la Bielorussia è scarsamente protetto. “Come risultato del controllo russo della Bielorussia, 1.070 chilometri dai nostri confini sono diventati una minaccia”, ha affermato Oleksiy Reznikov, ministro della Difesa dell’Ucraina. Non è una minaccia per la Bielorussia, l’Ucraina ha un “atteggiamento molto caloroso nei confronti del popolo bielorusso”. La minaccia nasce dal “passaggio della Russia attraverso la Bielorussia”.

Una foto rilasciata dal ministero della Difesa russo mostra le operazioni di trasporto militare russo in Bielorussia, vicino al confine con l’Ucraina.

© Bollettino non accreditato / dpa

++ Conflitto in Ucraina: gli USA inviano truppe – Barbock cerca di disinnescare la crisi

++ 17:30: Il ministro degli Esteri tedesco Annalena Barbock (il Partito dei Verdi) e il suo omologo francese Jean-Yves Le Drian vogliono recarsi insieme in Ucraina tra pochi giorni. Barbock ha scritto su Twitter sabato che la visita a Kiev riguarda il nostro “impegno per l’inviolabilità dell’Ucraina” e la solidarietà con la gente del posto.

Le Drian ha recentemente annunciato tramite Twitter che si recherà in Ucraina con Baerbock dal 7 all’8 febbraio. Barbock non ha menzionato la data del volo.

Germania e Francia stanno cercando di disinnescare la crisi ucraina nel quadro della cosiddetta formula della Normandia. Questo è un gruppo di contatto composto da Germania, Francia, Ucraina e Russia.

Bütikofer: 5.000 caschi per l’Ucraina ‘imbarazzanti al massimo’

++ 17:15: Ex co-presidente di la verdura* Reinhard Botkofer ha criticato il sostegno della Germania all’Ucraina nel conflitto con la Russia fornendole 5.000 elmetti militari. “Direi: i 5.000 caschi, nella migliore delle ipotesi è imbarazzante”, ha detto Butetover al Phoenix Channel.

READ  Sebastian Kurz si unisce all'investitore tecnologico Peter Thiel

“Non sono una di quelle persone che dice tutto il tempo che dovremmo consegnare le armi”, ha detto Butkover. “Penso che sia giusto stare attenti.” Per quanto riguarda la condotta del governo federale nel conflitto, l’attuale eurodeputato vede un grande bisogno di discussione. “Abbiamo ancora un dibattito difficile davanti, non solo noi Verdi, ma la Germania nel suo insieme”, ha detto Butekover. È chiaro che c’è molta sfiducia in altre capitali europee così come negli Stati Uniti nei confronti dell’attuale politica estera non solo del Cancelliere federale, ma anche del nuovo leader dell’opposizione.

Bütikofer ha sostenuto l’uso del potere economico della Germania nel conflitto. Ha detto che il governo federale dovrebbe “rendere chiaro alla Russia con le cose in cui siamo forti – e questa è l’economia – che il prezzo sarà alto se Putin si impegnerà in questa manovra aggressiva che minaccia da mesi”. Questo è il “contributo critico che possiamo dare”.

Conflitto Ucraina: Usa invia truppe – avverte la Russia di “gravi conseguenze”

++ 13:08: Joe Biden continua a fare pressione sulla Russia. Il presidente degli Stati Uniti ha annunciato che invierà più truppe negli Stati membri della NATO nell’Europa orientale. Biden ha detto alla stampa che “nel prossimo futuro” la presenza militare vicino alla Russia aumenterà. Il presidente degli Stati Uniti non ha fornito informazioni più accurate su un momento o sulla dimensione o sul tipo di unità.

I suoi massimi generali, a loro volta, hanno messo in guardia contro un’escalation della situazione al confine ucraino. Il generale Mark Milley ha messo in guardia dalle “gravi conseguenze” di un attacco russo all’Ucraina per il mondo intero. “Se si guarda al tipo di forze che hanno messo insieme, se si scatenasse sull’Ucraina, il danno sarebbe molto, molto massiccio. [ein Angriff] Potrebbe significare un gran numero di vittime”. Milley si è anche espresso a favore di una soluzione diplomatica del conflitto per questo motivo, tra le altre cose.

Lukashenko è fermamente con la Russia nel conflitto in Ucraina

++ 10:00: Il presidente Alexander Lukashenko ha promesso alla Russia di sostenere la Bielorussia nel conflitto in Ucraina. Se la Russia verrà attaccata, la Bielorussia ospiterà “centinaia di migliaia di soldati” dell’esercito russo. Ci sono già un certo numero di forze russe nella vicina Bielorussia, che condivide un lungo confine con l’Ucraina.

“La Bielorussia entra in guerra se la nostra alleata Russia viene attaccata”, ha detto in un discorso televisivo Lukashenko, considerato uno stretto alleato di Vladimir Putin.

Conflitto in Ucraina: la Russia porta al confine sacche di sangue di soldati

++ Aggiornamento, 7:55: Nel conflitto in Ucraina, le due parti continuano ad accusarsi a vicenda del percorso di escalation. Il presidente Vladimir Putin ha criticato la NATO e gli Stati Uniti in una conversazione con il presidente francese Emmanuel Macron. L’Occidente ignora le preoccupazioni per la sicurezza espresse dalla Russia in una lettera alla NATO sull’Ucraina. Lo ha annunciato venerdì il Cremlino.

READ  Ubriaco versa alcol sul camino: esplosione sfigura infermiera - Notizie dall'estero

Il primo rapporto: Russia – torna ad aumentare il numero di unità dell’esercito al confine con l’Ucraina. Secondo il Pentagono, la Russia ora ha abbastanza soldati nel sito per poter controllare l’intero territorio dell’Ucraina in caso di attacco.

Secondo le informazioni dell’agenzia di stampa Reuters, l’espansione delle capacità militari russe al confine include anche una grande quantità di sangue per i soldati potenzialmente feriti. L’agenzia di stampa ha appreso dai dipartimenti del Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti. Il trasferimento di forniture mediche, insieme all’aumento dei depositi di munizioni al confine, ha fatto temere un possibile attacco da parte della Russia. Il ministero della Difesa russo non ha negato né confermato queste informazioni. Secondo il Pentagono, il potenziamento delle forze militari russe al confine con l’Ucraina è “quasi completo”.

Conflitto in Ucraina: gli USA avvertono della Russia e inviano truppe negli Stati membri della NATO

In risposta alla situazione di tensione al confine tra Ucraina e Russia, il presidente degli Stati Uniti Joe Biden* ha annunciato che le forze statunitensi saranno rafforzate nei paesi dell’Europa orientale membri della NATO. Altre unità verranno spostate nelle regioni nel prossimo futuro. Il Pentagono ha già messo in attesa circa 8.500 soldati statunitensi che potrebbero essere inviati in Europa per un possibile dispiegamento.

Tuttavia, il presidente ucraino Volodymyr Zelensky sta ora prendendo una strada diversa. Ha fatto appello all’Occidente affinché non inasprisse ulteriormente la situazione con la Russia e ha messo in guardia dal panico per gli sviluppi al confine. “Non abbiamo bisogno di quel panico”, ha detto Silinsky in una conferenza stampa. Ha criticato “tutti gli avvertimenti che la guerra inizierà domani” e alcuni di loro provenivano da “rispettati leader del mondo”. “Questo è terrificante: quanto costerà il nostro stato?” ha chiesto Zelensky. Ancora speranza per i negoziati internazionali in corso.

Il conflitto in Ucraina: colloqui programmati tra leader e Putin

Corrono a piena velocità e su molti livelli. Diversi rappresentanti del governo e capi di stato hanno annunciato che cercheranno di tenere colloqui con il presidente russo Vladimir Putin nei prossimi giorni e settimane. Gran Bretagna* primo ministro Boris Johnson* Andrà in Russia la prossima settimana per incontrare Putin. “Ribadirà durante il suo incontro con il presidente Putin questa settimana che la Russia deve dimettersi e impegnarsi diplomaticamente”, ha detto un portavoce del governo britannico. Come Recep Tayyip Erdogan * Primo Ministro tacchino* Ha annunciato un prossimo incontro con Putin.

D’altra parte, sono ancora in sospeso negoziati bilaterali tra Ucraina e Russia. Ma le due parti dovrebbero parlare di nuovo presto. Almeno questo è ciò che vuole Volodymyr Zelensky. Il presidente dell’Ucraina si è detto pronto per un incontro ad alto livello. (dil/rtr)

Immagine dell’elenco dei titoli: © Olivier Matthys / dpa