Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Confessione in un taccuino: FBI: Laundry ha confessato di aver ucciso Pettito

confessione sul quaderno
FBI: Laundry ha ammesso di aver ucciso Pettito

Dopo la morte dell’americana Gabby Pettito, la polizia prende di mira il suo ragazzo, Brian Laundry. Ma il 23enne sfugge alle indagini suicidandosi. L’FBI ora dichiara che Laundry ha rivendicato la responsabilità prima della sua morte.

Secondo l’FBI, un amico di Gabe Pettito, scomparso negli Stati Uniti da settimane e poi trovato morto, ha rivendicato l’omicidio della giovane donna prima che si suicidasse. L’agente dell’FBI Michael Schneider ha dichiarato venerdì che l’indagine non ha identificato nessuno oltre a Brian Laundry coinvolto nella morte del 22enne.

Laundry ha confessato il delitto in un taccuino sequestrato dopo il suicidio. Pertanto, l’indagine sarà completata a breve. “Tutte le misure ragionevoli per indagare su questo caso sono state completate”, ha affermato Schneider.

Pettito non è tornata da un viaggio attraverso gli Stati Uniti con il suo ragazzo di 23 anni la scorsa estate. Il caso ha attirato l’attenzione sia negli Stati Uniti che a livello internazionale, anche perché la coppia in Florida ha condiviso numerose foto e video del loro viaggio sui social network. Il corpo di Pettito è stato trovato nel Wyoming a settembre dopo un’ampia ricerca. Secondo il medico legale, avrebbe strangolato la giovane donna.

La sua amica Laundry era partita con la sua auto poco dopo aver denunciato la perdita di Pettito. Alla fine di ottobre, parti del corpo del 23enne sono state scoperte in una riserva naturale della Florida. Secondo la medicina legale, “L” è morto per essere stato colpito da un proiettile che lo ha colpito. Anche dopo il ritrovamento del corpo di Pettito, non è stato esplicitamente considerato un sospetto, ma la polizia lo ha designato come persona rilevante per le indagini.

READ  Klink: "Non è ragionevole che Kurz continui come cancelliere federale"