Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Come la Svizzera vuole rimanere attraente per le imprese nonostante le tasse minime

Come la Svizzera vuole rimanere attraente per le imprese nonostante le tasse minime

Zurigo Ueli Maurer non era in vena di applausi: il Consiglio federale svizzero, responsabile delle finanze, ha recentemente rivelato che l’accordo del G-20 sulle tasse minime globali non è stato per lui motivo di grande gioia. “Non ho applaudito”, ha detto il politico conservatore di destra, il primo vicepresidente, ai suoi omologhi celebrativi al vertice del G-20 a Venezia. La Svizzera sostiene, a malincuore, lo storico accordo fiscale.

Maurer giustifica il fatto che la Svizzera, a differenza dell’Irlanda o dell’Estonia, abbia acconsentito a imposte minime affermando che la decisione non poteva comunque essere impedita. Tuttavia, il paese è comunque impegnato nell’attuazione di una riforma completa dell’imposta sulle società.

Per la prima volta nell’anno fiscale 2020, non si applicherà il pegno fiscale delle cosiddette società di Stato in Svizzera, cioè delle partecipazioni di società con un’alta percentuale di vendite all’estero. Ha assicurato che le aziende dei singoli cantoni, come Zugo, paghino tasse ben al di sotto del dieci percento. La Svizzera ha annullato la concessione nel 2018 per non finire nella lista nera dei paradisi fiscali.

Ora molte aziende sono minacciate da un aumento significativo della pressione fiscale. Per mitigare la transizione, molti cantoni stanno accogliendo le imprese. I loro metodi sono un’indicazione di come la Svizzera intende rimanere attraente per le imprese anche dopo l’introduzione di tasse minime dal 2023.

I migliori lavori di oggi

Trova subito i migliori lavori e
Sei avvisato via e-mail.

La nuova legge fiscale svizzera prevede un cosiddetto fondo per i brevetti: le aziende possono unire i propri brevetti nella propria struttura e gli utili da tali brevetti possono quindi essere tassati a un’aliquota inferiore. Con questa opzione le aziende possono anche provare a ridurre la base imponibile e quindi il carico fiscale dal 2023.

READ  Domke candidato FDP in intervista estiva NDR: Aiuto per le imprese | NDR.de - Notizie

La Svizzera beneficia di regole di eccezione

Stefan Wieger, responsabile degli affari legali e fiscali presso la società di consulenza fiscale Balmer-Etienne a Zurigo, riceve regolarmente richieste da aziende, anche dalla Germania. Ma Weger mitiga le aspettative: “Gli ostacoli sono relativamente alti. Entrare nel fondo dei brevetti può essere molto costoso”.

Le aziende devono specificare quale parte dei loro profitti proviene da ciascun brevetto. Per una startup biotecnologica con pochi brevetti appena registrati, potrebbe essere ancora facile. Tuttavia, per un gruppo con un gran numero di vecchi brevetti, lo sforzo può essere troppo elevato, avverte l’esperto fiscale Weiger. In pratica, la discussione con molte aziende estere sul valore degli sforzi si conclude in tempi relativamente brevi, ha riferito.

Inoltre, la possibilità per le aziende dall’estero di ridurre i propri profitti e quindi l’onere fiscale attraverso il fondo brevetti non è illimitata: secondo gli esperti, un massimo del 30 per cento degli utili può essere tassato ad aliquota ridotta. Perché la Germania e molti altri paesi europei hanno utilizzato le cosiddette “barriere alla licenza” per ridurre la possibilità che i profitti vengano trasferiti a paesi a bassa tassazione attraverso entrate da licenze o brevetti.

Un modo alternativo per ridurre il carico fiscale è il premio speciale per la ricerca e lo sviluppo previsto dal diritto tributario svizzero. Tuttavia, l’azienda deve disporre di un dipartimento di ricerca in Svizzera per questo. Una presentazione della Camera di Commercio di Zugo mostra quali spese sono deducibili e quali no. Le aziende possono prendersi il merito di condurre esperimenti, ma non di gestire una mensa per il team di ricerca.

READ  I datori di lavoro più famosi in Germania: due società della Franconia nella lista dei primi 10 - Herzogenaurach, Norimberga

Conformità alle tasse ambientali

Inoltre, i politici svizzeri stanno discutendo modi per accogliere le aziende con altre tasse, come le tasse ambientali. Il Ministero federale delle finanze sta attualmente lavorando con i Cantoni a un pacchetto di riforme per mettere in sicurezza il cantiere. Dovrebbe essere disponibile all’inizio del 2022. “Una volta noti i dettagli del nuovo ‘sistema fiscale globale’, i politici svizzeri dovrebbero determinare rapidamente il percorso necessario per esso”, chiede l’associazione di affari “EconomySwiss”. I paesi dell’OCSE vogliono inasprire i dettagli dell’accordo fiscale in autunno.

La Svizzera beneficia già del fatto che due importanti settori del Paese sono esclusi dal cosiddetto primo pilastro dell’accordo, che regola la distribuzione delle imposte da parte delle società altamente redditizie: l’industria finanziaria e l’industria delle materie prime. Neanche le banche ei giganti delle materie prime possono evitare tasse minime.

Quindi il membro della FFC Maurer ha recentemente dichiarato a STV che presume che il carico fiscale aumenterà per molte aziende. Il fatto che il primo vicepresidente politico l’abbia accettato ora lo mette sotto pressione all’interno del partito. Secondo i media, l’editore e consigliere nazionale del vicepresidente Roger Koppel ha scherzato: “Dovremmo dare a questo ministro delle finanze il premio Nobel per la sua coraggiosa resistenza. Wilhelm Thiel sarebbe orgoglioso del suo vecchio”. Maurer è già stato paragonato all’interno del suo partito. all’ex ministro delle finanze Evelyn Widmer Schlumpf, considerata l’abolizione pionieristica del segreto bancario.

Di più: Paura della tassa sulla ricchezza: la nuova corsa per le imprese in Liechtenstein.