Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Cineasti tedeschi tra i vincitori di Locarno

La coproduzione tedesca “Revenge Me, Everyone Pays Cash” ha vinto il premio principale al Festival di Locarno. Il film con Matthias Schweigofer vince il Premio del Pubblico.

Locarno – Al Festival di Locarno, il dramma storico del regista indonesiano Edwin “La vendetta è mia, tutti pagano in contanti” ha vinto il Pardo d’Oro principale.

Il lungometraggio, co-finanziato da produttori tedeschi, è tecnicamente originale e riflette la storia indonesiana in modo ponderato, ponendo anche interessanti domande sull’uguaglianza di genere.

Come per il premio principale, le giurie del 74° Festival Internazionale del Film nella città sul Lago Maggiore in Svizzera hanno riconosciuto in primo luogo singole opere e realizzazioni che sono allo stesso tempo attraenti ed impegnative. Il premio del pubblico è andato a un thriller contro la guerra dall’Austria: Into the Outback, diretto da Stefan Rozowitz. Matthias Schweigover recita nel film. Nel 2008, Ruzowitzky ha vinto l’Oscar per il miglior film in lingua non inglese per il suo lavoro “The Forgers”.

Premio Concorso Giovani Talenti

Saskia Rosendahl, che attualmente può essere vista nei cinema nell’adattamento di Kästner di “Fabian or Walk to the Dogs” di Dominik Graf, ha vinto il premio come miglior attrice al concorso “Cineasti del presente”. Nell’adattamento cinematografico del romanzo “Nessuno con i vitelli” della regista tedesco-iraniana Sabrina Sarabi, incarni una donna che lotta per la vita nel paese. “Vorrei condividere il premio con l’intero team, perché sappiamo che la fotografia è un lavoro di squadra”, ha affermato Roosendaal.

I produttori tedeschi sono riusciti a ottenere un altro successo con la coproduzione internazionale “Zeros and Ones”. La leggenda di Hollywood Abel Ferrara (“Il cattivo tenente”) ha portato a casa il premio per la miglior regia, anche se questo thriller politico con Ethan Hawke è stato accolto con grandi polemiche da pubblico e critica per il suo stile narrativo serrato.

READ  La coppia sposata Mainzer celebra il matrimonio di diamanti

Premio speciale della giuria

Più unanime è stata l’assegnazione del premio speciale da parte della giuria del principale concorso per il dipinto storico “New Ancient Play” del regista cinese Qiu Jiongjiong. Qiu Jiongjiong, precedentemente noto come artista visivo e regista di documentari, ha fatto il suo debutto come regista di lungometraggi. Sorprende con poesia quasi magica in quanto non presenta immagini realistiche, ma solo scene di teatro.

L’esordiente Anastasia Krasovskaya è stata premiata come migliore attrice nella competizione principale di 17 film nell’ambiente di studio “Gerda” diretto da Natalia Kudryashova (Russia). Il tributo a Mohamed Mallali e Valero Escolar nella commedia laburista “Sis dies Corents” (The Odd-Job Men) del regista spagnolo Neos Boles è stato ben accolto.

I vincitori, annunciati nel pomeriggio, sono stati presentati sabato sera nella Piazza Grande del resort in Ticino.

Solo migliaia di visitatori al concerto all’aperto hanno annunciato quale film ha vinto il Premio del Pubblico, che è stato assegnato dal voto del pubblico. Nel capolavoro ufficiale di Ruzowitzky “Hinterland”, sorprende la star del cinema tedesco Matthias Schweigover (“Keinohrhasen”, “Endemacher”, “100 Dinge”) come traduttore personale. Il premio del pubblico è stato vinto da un film proiettato al di fuori di tutte le competizioni nell’arena.

Alla fine

Alla fine del festival, la regista italiana Daria Argento (80 anni), nota soprattutto per innumerevoli film horror come “Suspiria” (1977), ha ricevuto una tigre onoraria per il lavoro della sua vita. Gli è stato presentato dal leggendario regista di Hollywood John Landis (“Blues Brothers”). Il 71enne aveva già ricevuto un premio onorario dal festival venerdì sera.

READ  Ragazze sottoposte a molestie sessuali - Bushido si scusa in una dichiarazione

Nel 2021, il Festival di Locarno è riuscito con il nuovo direttore artistico Giona A. In un’intervista a Tagblatt, il critico e direttore del festival ha dichiarato: “Ho sempre trovato un po’ forzata la presunta contraddizione tra il cinema d’autore e l’intrattenimento”. E quasi a proposito, Nasarro ha spiegato: Non importa quanto siano buoni gli spettacoli digitali, possono ottenere una vera esperienza cinematografica che non sostituisce.

Die Piazza Grande a Locarno.

© Urs Flueeler / KEYSTONE / dpa

Come riportato dal festival domenica, 78.600 spettatori hanno assistito agli spettacoli negli undici giorni. Gli spettatori sono stati 29.700 in Piazza Grande e 48.900 nelle sale cinematografiche (circa il 50% in meno rispetto al 2019, anche a causa della ridotta capienza delle sale dovuta alle misure di protezione). Il 75° Locarno Film Festival è in programma dal 3 al 13 agosto 2022. dpa