Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Calcio – Scalatore dell’anno: Portiere numero 1 arancione – Sport

Doha (Dpa) – Che storia! Nel 2019 e nel 2020, il portiere Andres Nobert non ha ricevuto un nuovo contratto con due club di seconda divisione.

Né il Calcio Foggia in Italia né l’FC Dordrecht nei Paesi Bassi volevano tenerlo. A quel tempo, i genitori di Neubert gli consigliarono di rivolgersi alla polizia.

Ma questo venerdì giocherà i quarti di finale della Coppa del Mondo contro l’Argentina e Lionel Messi in Qatar (20:00 / ARD e Magenta TV). All’età di 28 anni, Noubert è passato dal vuoto atletico alla nuova testa di serie numero uno della nazionale olandese in questo torneo.

“Quando sei un ragazzino, sogni di giocare la Coppa del Mondo”, ha detto mercoledì il portiere in una conferenza stampa con il capitano Virgil van Dijk. “Anche io lo sognavo da ragazzo. Ma quando vedrai la mia carriera, saprai che ho rinunciato a quel sogno molto tempo fa. C’è solo un allenatore di Bonds che avrebbe potuto portarmi qui: è il nostro allenatore di Bonds”.

Norbert si riferiva a Louis van Gaal, l’allenatore olandese noto per la sua personalità. Questo è Van Gaal, che non ha visto la necessità di ingaggiare Manuel Neuer al Bayern Monaco nel 2011 perché il club aveva già il giovane Thomas Kraft (poi Hertha BSC).

Van Gaal ordina a Norbert di andare in porta

In vista della Coppa del Mondo in Qatar, il 71enne ha deciso di sorprendere tutti con Nobert in porta – e non per i favoriti Justin Bigelow (Feyenoord Rotterdam), Jasper Cillessen (ex FC Barcelona) o il professionista della Bundesliga Mark Flicken (SC Freiburg ).) .

READ  Sebastian Vettel: il quarto posto "sorprendente"

Dopo la sua partenza al Dordrecht, Nobert si è inizialmente ripreso da un grave infortunio al ginocchio e da gennaio 2021 è stato consigliato dai Go Ahead Eagles di tornare al suo club locale SC Heerenveen. Dopo solo 32 partite in prima divisione e senza alcuna esperienza in Coppa dei Campioni, ha fatto il suo unico debutto con la sua nazionale in questo Mondiale contro il Senegal (2-0).

Una tale traiettoria di carriera non lo rende nervoso ai Mondiali, nemmeno prima dei quarti di finale contro l’Argentina. “Ogni partita è uguale per me: sono in porta e devo prendere i palloni. Il fatto che io sia dietro uno dei migliori difensori del mondo rende le cose un po’ più facili”, ha detto Norbert, che è a 2.03 metri. Alto, che significa Van Dyck.

Lui ha subito ricambiato il complimento e ha detto del suo nuovo portiere: “L’ho visto molto in allenamento, quindi ero fiducioso. Lo ha dimostrato anche qui”.

E se venerdì sera avesse dovuto schivare un rigore del sette volte calciatore mondiale Lionel Messi? Anche allora Norbert si strinse nelle spalle. Disse: “È come noi, anche lui è umano!”

© dpa-infocom, dpa: 221208-99-823942/3