Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Berlino e Roma: maggiore cooperazione in materia di migrazione, clima e Corona

Aggiornato il 10 gennaio 2022 alle 16:40

Roma (DPA) – Germania e Italia vogliono lavorare insieme più che mai su temi europei come la lotta alle epidemie, la migrazione e la protezione del clima. L’epidemia di Corona mostra il valore della cooperazione basata sulla partnership, ha affermato lunedì il ministro degli Esteri Annalena Barbach dopo aver consultato il suo rappresentante italiano a Roma, Luigi de Mayo, sullo sfondo del mutuo soccorso durante le epidemie. Oltre alla politica climatica ed energetica, ha affermato, anche le questioni relative all’aviazione e alla migrazione dovrebbero svolgere un ruolo chiave nel previsto piano d’azione italo-tedesco.

Germania e Italia Stare su domande di fuga e Migrazione Dalla stessa parte, cioè nella consapevolezza che occorrono umanità e strutture ordinate alle frontiere esterne”, ha detto Barbaugh. Tornando a de Mayo, ha aggiunto: “Non siamo pronti ad accettare di morire nel Mediterraneo. Vogliamo lavorare insieme per “trovare non solo regole umanitarie ed eque al di fuori della frontiera, ma anche per realizzare una politica europea di asilo praticabile in cui tutti possano assumersi le proprie responsabilità”.

Sappiamo dal passato che alcuni stati hanno bisogno di andare avanti con questo – stati con una comprensione comune dell’umanità e delle strutture ordinate, ha detto. Barbacco. “Si sa che è una tavola spessa, ma quel livello non durerà più.” Prima del loro arrivo, Barbach ha dichiarato al quotidiano italiano La Stampa: “Se vogliamo garantire umanità e ordine alle frontiere esterne dell’UE, dobbiamo riflettere su di esse. io L’unità e l’onestà si applicano”.

De Mayo ha chiesto un maggiore coinvolgimento della comunità internazionale in relazione alla migrazione. “Posso dire che lo siamo anche noi Germania L’Ue è impegnata a permetterle di rafforzare il suo partenariato con i Paesi nordafricani”, ha affermato il 35enne. La migrazione è il risultato dell’instabilità non solo in Nord Africa ma in diverse regioni.

READ  Finalismo a Wembley: l'Italia incontra l'Argentina

Il Ministero dell’Interno italiano ha visto un aumento significativo del numero di migranti che arrivano via mare nel Mediterraneo nel 2021. Al 31 dicembre, secondo le statistiche, nel 2021 c’erano solo 67.000 migranti in barca. Nello stesso periodo dell’anno scorso, le autorità hanno registrato circa 34.150 immigrati.

L’epidemia di corona mostra qual è il suo valore aggiunto se si può cooperare rapidamente, nel contesto dei soccorsi tra i due paesi, dove sono stati curati i pazienti corona da Italia e Germania, ha detto Barbaugh.

Nel pomeriggio è stato programmato uno scambio con personale medico, ricercatori e membri della protezione civile presso il centro vaccinale. Dopo di che, c’è stata una tavola rotonda sul ripristino ambientale in Europa nel think tank “Institute for International Affairs”.

Per quanto riguarda il piano d’azione tra Germania e Italia, de Mayo ha detto che vorrebbe firmare un vertice bilaterale a metà di quest’anno. Durante il suo viaggio inaugurale, c’era il Cancelliere federale Olaf Scholes Roma Per la prima volta in questo progetto in collaborazione con il Presidente del Consiglio italiano Mario Tragi. I due paesi vogliono lavorare a stretto contatto su alcune questioni come il clima e la migrazione, ma anche sull’economia. A seguito della firma dell’Accordo di amicizia tra Francia e Italia alla fine del 2021, i lavori del piano d’azione sono stati resi pubblici. In esso, i due stati hanno deciso di lavorare a stretto contatto in settori come la difesa, il commercio e l’istruzione.