Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Avviata la procedura per il deficit: la Commissione Ue conta Francia e Italia per il nuovo debito

Avviata la procedura per il deficit: la Commissione Ue conta Francia e Italia per il nuovo debito

Il processo di deficit è stato avviato
La Commissione Ue conta Francia e Italia

Sette paesi dell’UE violano le nuove regole del debito dell’UE; Ciò include Francia e Italia. A causa dei deficit eccessivi, la Commissione europea sta ora avviando un procedimento penale contro i paesi.

La Commissione europea sta avviando un procedimento penale contro Francia, Italia e altri cinque paesi dell’UE per nuovo debito eccessivo. Dal punto di vista della Commissione europea, anche Belgio, Ungheria, Malta, Polonia e Slovacchia presentano gap di bilancio eccessivi che richiederebbero una procedura per disavanzo eccessivo, secondo l’autorità di Bruxelles responsabile del rispetto delle norme sul debito dell’UE. Un caso è già pendente contro la Romania. Con un rapporto deficit atteso dell’1,6%, la Germania quest’anno non ha problemi con Bruxelles.

La Francia è attualmente particolarmente sotto esame sui mercati finanziari: la decisione del presidente Emmanuel Macron di indire nuove elezioni ha causato scompiglio, poiché si ipotizza che la destra euroscettica vincerà le elezioni parlamentari. Il ministro delle Finanze Bruno Le Maire ha avvertito che il paese potrebbe precipitare in una crisi finanziaria dopo le nuove elezioni.

Alla fine di aprile è entrato in vigore il Patto di stabilità dell’UE riformato. Consente agli Stati membri di aumentare il nuovo debito fino a un massimo del 3% del prodotto interno lordo (PIL). La raccomandazione della Commissione Europea di avviare una procedura per disavanzo eccessivo deve ancora essere approvata dai ministri delle finanze dell’UE a luglio, cosa che è considerata una formalità. A novembre Bruxelles presenterà i piani sulla rapidità con cui ridurre il deficit.

Le procedure per il deficit sono state recentemente sospese a causa degli effetti della crisi del coronavirus e dell’attacco russo all’Ucraina. Se viene avviato un procedimento penale, un paese deve adottare contromisure per ridurre il debito e il deficit. Il suo obiettivo principale è garantire la stabilità dell’Eurozona. Lo scopo della procedura di deficit è consentire agli Stati di attuare una buona gestione fiscale. Teoricamente, ripetute violazioni potrebbero comportare multe per miliardi di dollari. Tuttavia, in pratica, questi non vengono mai imposti.

La riforma era appena entrata in vigore

La Commissione UE controlla se i paesi dell’UE rispettano le regole sul deficit di bilancio e sul debito nazionale. Secondo l’autorità, dodici paesi dell’UE non hanno raggiunto il tetto del deficit lo scorso anno o si prevede che lo supereranno quest’anno.

Il fatto che siano stati avviati nuovi casi solo contro sette paesi è dovuto al fatto che la commissione tiene conto di vari fattori. Ciò include, ad esempio, se il superamento del limite del deficit è molto limitato, può essere considerato eccezionale a causa di circostanze economiche particolari o se sono stati effettuati investimenti eccessivi nella difesa.

Il quadro per il debito e il deficit nazionale, noto anche come Patto di stabilità e crescita, è stato recentemente riformato dopo anni di dibattito. Tuttavia, in linea di principio, i livelli di debito degli Stati membri non dovrebbero superare il 60% della produzione economica. Allo stesso tempo, il deficit fiscale nazionale – cioè la differenza tra entrate e uscite del bilancio generale, che è principalmente coperto da prestiti – deve essere inferiore al tre per cento del prodotto interno lordo (PIL).

Per garantire finanze sane, ogni paese deve elaborare un piano di bilancio quadriennale con la Commissione europea, che è responsabile della supervisione. A determinate condizioni, il programma può essere esteso per sette anni se un paese si impegna a realizzare riforme e investimenti che favoriscano la crescita. La Commissione UE potrebbe temporaneamente tenere conto dell’aumento degli interessi pagati nel calcolo degli sforzi di aggiustamento.

READ  Politica creditizia dell'UE: la paura di Christian Lindner d'Italia