Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Aumenti di prezzo iniziali: Apple e Amazon catalizzano il DAX

Aumenti di prezzo iniziali: Apple e Amazon catalizzano il DAX


Rapporto di mercato

Stato: 07/09/2022 10:09

Buoni bilanci per i giganti della tecnologia Amazon e Apple garantiscono uno stato d’animo di acquisto nel mercato azionario tedesco. L’indice DAX inizia a guadagnare l’ultimo giorno di negoziazione della settimana.

Spinto dai budget trimestrali ricevuti positivamente da Apple e Amazon, il recupero dei prezzi di DAX viene esteso nel fine settimana. L’indice principale tedesco continua il movimento al rialzo iniziato a metà settimana e inizia a negoziare XETRA con un aumento dello 0,6 percento a 13.356 punti.

Un altro aspetto positivo è la bassa volatilità. Il VDAX, che misura la volatilità attesa dei prezzi del DAX e non è stato chiamato per niente “l’indicatore della paura” del DAX, ieri è sceso al livello più basso in più di un mese.

Paga Apple e Amazon DAX

Il Tailwind dell’indice DAX di fine settimana proviene dai bilanci positivi delle società statunitensi Apple e Amazon. “Soprattutto con le grandi società tecnologiche, si temeva una grave recessione a causa dei tassi di interesse più elevati”, ha affermato l’esperto di mercato Thomas Altmann di QC Partners asset manager. “Il fatto che le grandi aziende tecnologiche forniscano rapporti solidi richiede molta pressione e anche molta paura del mercato”.

Sta iniziando ad emergere una buona giornata, soprattutto per i titoli tecnologici: il Nasdaq 100 dovrebbe attualmente essere più forte dell’1,3% dopo una buona settimana dal broker IG. Secondo i numeri trimestrali Le azioni Amazon sono aumentate di quasi il 14% negli scambi after-hour negli Stati Uniti il ​​giorno precedente Anche Apple ha ottenuto guadagni significativi.

C’è ancora una chiara decisione direzionale in DAX

Naturalmente, i primi guadagni di prezzo non cambiano molto in termini di punto di partenza tecnico DAX. Gli acquirenti di DAX (“tori”) avranno finalmente il sopravvento se supereranno il massimo della scorsa settimana di 13,399 punti.

Sul lato negativo, tuttavia, una scivolata al di sotto del livello di 12900 indicherebbe che i recenti guadagni di prezzo sono stati solo un “rialzo del mercato ribassista”, ovvero una mossa opposta nella tendenza al ribasso dominante.

Uno sguardo a importanti dati economici

Con il progredire del trading, gli investitori dovrebbero rivolgere la loro attenzione ai dati economici. L’economia tedesca ha ristagnato nel secondo trimestre, ha annunciato in mattinata l’Ufficio federale di statistica. Nei primi tre mesi dell’anno si registra ancora un leggero aumento del PIL dello 0,8 per cento.

I dati sull’inflazione dell’eurozona, che dovrebbe rimanere all’8,6% record a luglio, seguiranno poco dopo. Ieri l’Ufficio federale di statistica ha condotto a Il tasso di inflazione ha raggiunto il 7,5 per cento in Germania a luglio menzionato.

Il picco di inflazione è già alle nostre spalle?

Ad esempio, gli esperti dell’IFO Institute di Monaco ritengono che l’inflazione in Germania abbia già raggiunto il picco. Anche i prezzi all’importazione annunciati in mattinata, che sono aumentati del 29,9% a giugno e sono stati meno ripidi rispetto al mese precedente, indicano questa tendenza.

READ  Corona Emergency Brake: cosa devono sapere i clienti Aldi, Lidl & Partners

Ultimo ma non meno importante, gli investitori attendono con impazienza l’imminente spesa dei consumatori statunitensi prima dell’apertura del mercato azionario statunitense. Dopotutto, l’umore d’acquisto dei consumatori americani è visto come il pilastro della più grande economia mondiale. Gli analisti prevedono un aumento dello 0,9 per cento per il mese di giugno.

USA prima della recessione

Il forte stato dei mercati azionari è molto evidente, soprattutto perché gli indicatori economici negativi per l’Eurozona sono aumentati di recente. Anche ieri non ci sono state buone notizie macroeconomiche dagli Stati Uniti. Negli Stati Uniti la recessione è dietro l’angolo. Performance economica degli Stati Uniti Nel secondo trimestre è diminuito dello 0,9 per cento, stabile per l’intero anno.

“Ciò significa che la regola anglosassone di base per avere una recessione è stata soddisfatta”, ha affermato l’analista di LBBW Dirk Chellinch. Tuttavia, poiché l’Ufficio nazionale di ricerca economica, che è responsabile dell’identificazione di tale situazione, sta esaminando la continuazione di un mercato del lavoro forte, la lettura ufficiale indica che non è ancora pronto. Ma questo può cambiare rapidamente.

Dow Jones con grandi guadagni

Ieri le borse americane hanno sfidato questa prospettiva. È molto probabile che anche la speculazione provocata dalla decisione sui tassi della Fed in merito al rallentamento dei rialzi dei tassi da parte della Federal Reserve statunitense abbia giocato un ruolo di primo piano.

Giovedì la media industriale del Dow Jones ha chiuso in rialzo dell’1% a 32.529 punti. L’indice tecnologico Nasdaq è salito dell’1,1% a 12.162 punti. L’indice Standard & Poor’s 500 è salito dell’1,2% a 4.072 punti.

Il Nikkei è stabile, la Cina condivide le perdite

L’indice giapponese Nikkei 225 ha chiuso questa mattina pressoché invariato a 27.802 punti. Le borse cinesi, invece, hanno registrato perdite. L’indice CSI 300, che comprende le prime 300 società della Cina continentale, è sceso dell’1,3% a 4.171 punti e l’indice Hang Seng per la regione amministrativa speciale di Hong Kong ha recentemente perso il 2,4%. Gli strateghi di mercato di Deutsche Bank lo hanno giustificato con crescenti timori che la crescita economica possa rimanere limitata nella seconda metà dell’anno.

Azioni Amazon in aumento

Nel trading after-hour degli Stati Uniti, alcuni pesi massimi della tecnologia hanno presentato i loro bilanci. incluso L’Amazzonia ha infuriato positivamente Fuori. Nonostante l’elevata inflazione negli Stati Uniti, il più grande rivenditore online del mondo ha aumentato le sue azioni poiché le vendite hanno superato le aspettative degli esperti e le prospettive ottimistiche. Amazon ha registrato vendite per 121,2 miliardi di dollari nel secondo trimestre. Le azioni Amazon inizialmente sono aumentate del 13% nel trading after-hour.

I prodotti Apple sono ancora molto richiesti

Anche il bilancio di Apple è stato ben accolto dagli investitori con un aumento dei prezzi after-hour di circa il tre percento. Il produttore di iPhone sta affrontando le sfide poste dai problemi della catena di approvvigionamento e dall’iperinflazione. nell’ultimo trimestre Le entrate sono aumentate del 2%. a 83 miliardi di dollari. Gli osservatori sospettavano che i consumatori potessero trattenersi ancora di più quando acquistavano costosi prodotti Apple.

Intel ha scioccato gli investitori

D’altra parte, Intel ha scioccato gli investitori con i suoi numeri. Il gigante dei chip ha ceduto i suoi obiettivi annuali dopo il crollo delle vendite e dei numeri rossi lo scorso trimestre. Intel prevede fatturato e guadagni inferiori rispetto a tre mesi fa. Gli investitori hanno temporaneamente abbassato il titolo di oltre il 10 percento nel trading successivo alla chiusura di ieri.

Blum vuole concentrarsi su Volkswagen e Porsche

Al DAX, l’attenzione è concentrata sulla partecipazione VW. Secondo Spiegel, il CEO nominato Oliver Blum vuole dimettersi dalla carica di direttore di produzione della Volkswagen. Volendo mantenere la prima posizione nella filiale delle auto sportive, il capo della Porsche Bloom vuole abbandonare i mandati del consiglio di sorveglianza e del consiglio consultivo e potrebbe non guidare nemmeno il consiglio di sorveglianza dell’Audi. Blume vuole concentrarsi sulla gestione di VW Group e Porsche allo stesso tempo.

Il fornitore di chip Siltronic aumenta le previsioni di vendita

Siltronic, il fornitore di chip di Monaco, ha aumentato le sue previsioni di vendita a causa di un dollaro più forte, ma mantiene stabili le sue previsioni sugli utili. Il produttore di dischi di silicio (chip) per la produzione di chip prevede ora una crescita delle vendite dal 21 al 27 percento (in precedenza dal 15 al 22) per l’anno in corso. Nel secondo trimestre le vendite, anche grazie all’aumento del prezzo dei chip, sono aumentate di quasi il 30% a 442,2 milioni di euro.

Fox Petroleum aumenta il suo obiettivo di vendita

Dopo un significativo aumento delle vendite nella prima metà dell’anno, il produttore di lubrificanti Fuchs Petrolub è un po’ più fiducioso riguardo al suo obiettivo annuale. La società quotata in MDAX ha annunciato quest’anno che i ricavi dovrebbero raggiungere l’estremità superiore della fascia di € 3-3,3 miliardi. Per l’utile prima degli interessi e delle tasse (EBIT), la società punta ancora a un range minimo compreso tra 360 e 390 milioni di euro.

READ  Cosa devi considerare quando prelevi denaro ed effettui pagamenti all'estero

Hella, il fornitore automobilistico, si è laureato presso la joint venture HBPO

Il fornitore automobilistico Hella lascia la joint venture HBPO. Secondo la società, che è quotata su SDAX, sta vendendo la sua quota del 33,33% nella joint venture al partner di Aluminium Plastics. Il prezzo di acquisto concordato è di 290 milioni di euro. L’operazione dovrebbe concludersi nel quarto trimestre, subordinatamente alle approvazioni regolamentari delle parti correlate.

L’uscita della Russia causa alla Renault perdite per miliardi di dollari

Il ritiro dalla Russia ha portato la Renault a perdere miliardi. Nella prima metà dell’anno, la casa automobilistica francese ha registrato una perdita netta di quasi 1,4 miliardi di euro. Nell’anno precedente c’era ancora un utile di 350 milioni di euro. Renault ha venduto la sua più grande partecipazione nella società russa Lada a un istituto di ricerca russo per un importo simbolico.

Swiss Re mette punti interrogativi dietro gli obiettivi del 2022

Il gruppo riassicurativo svizzero Swiss Re è tornato in nero nel secondo trimestre del 2022. Nella prima metà dell’anno, l’utile netto è stato di 157 milioni di dollari. Dopo i primi tre mesi, la perdita netta è stata ancora di $ 248 milioni. Il raggiungimento degli obiettivi del 2022 ora dipende in gran parte dallo sviluppo dei mercati finanziari e dalle grandi perdite nella seconda metà del 2022.

Air France-KLM riduce la capacità

Il gruppo Air France-KLM Air France-KLM riduce le sue previsioni di capacità per il terzo trimestre. Secondo la compagnia aerea, lo sfondo di ciò sono le difficoltà negli aeroporti dovute a una carenza globale di personale. La capacità nel trimestre in corso dovrebbe essere compresa tra l’80 e l’85% dei livelli pre-corona, rispetto alla precedente previsione dell’85-90%.

Termina in Spagna lo sciopero dell’equipaggio di cabina Easyjet

Gli equipaggi di cabina della compagnia aerea low cost spagnola EasyJet hanno annullato uno sciopero previsto per il fine settimana. Ieri, il sindacato spagnolo responsabile USO ha annunciato l’annullamento della fermata del lavoro prevista da venerdì a domenica. La compagnia aerea britannica ha promesso “significativi aumenti salariali” del 22% entro il 2024.