Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Altre chiamate di emergenza tossicologiche nel 2022: è possibile un infarto?

  1. 24 vita
  2. la salute

creatura:

a: Giuliano Gutman

Chiunque assuma vitamina D sotto forma di integratore a proprio rischio corre il rischio di un grave sovradosaggio.

È stato dimostrato che un livello di vitamina D sufficientemente alto è importante per un sistema immunitario sano. Ma per quanto riguarda l’ipotesi che la vitamina D prevenga l’infezione da Covid-19? Il compianto David A. Jolliffe e colleghi della Queen Mary University di Londra hanno posto questa domanda nell’ambito dello studio Coronavit. I risultati sono stati pubblicati nell’estate del 2022. L’analisi dei dati di oltre 6.000 partecipanti allo studio ha mostrato: L’assunzione di integratori di vitamina D non ha avuto alcun effetto protettivoTutti i partecipanti allo studio avevano lo stesso rischio di sviluppare la malattia.

Ma è vero che esiste una relazione tra carenza di vitamina D e rischio di infarto? Questa conclusione può essere tratta da alcuni studi, come l’American Framingham Heart Study. Secondo quanto riportato da Al-Bawaba, la mancanza di vitamina D nel sangue porterà spesso a un infarto o ictus. Internisti online. Anche i ricercatori danesi sono giunti alla conclusione che una grave carenza di vitamina D nel sangue provoca ictus e Attacco di cuore Incoraggiare. Altre analisi ancora non mostrano alcuna connessione: “L’anno scorso, ad esempio, sono stati riportati i risultati di uno studio molto ampio che esaminava se l’integrazione di vitamina D proteggesse dalle malattie cardiovascolari e dal cancro. Né questo studio né studi precedenti e più piccoli sono stati in grado di mostrare un beneficio di supplementazione di vitamina D in relazione agli eventi cardiovascolari, afferma il Prof. Hans Haner Sul sito web della German Heart Foundation.

READ  La pandemia di Corona ++ aumenta il tasso di infezione a 1231,1 ++
Prendi molta vitamina D regolarmente sotto forma di integratore. Questo comporta dei rischi. © Anneleven / Imago

Tuttavia, molte persone assumono integratori di vitamina D senza consultare un medico, il che può portare a gravi conseguenze.

Non perdere nulla: puoi trovare tutto ciò che riguarda la salute e il benessere nella regolare newsletter sulla salute del nostro partner Merkur.de

Possibili conseguenze di un sovradosaggio di vitamina D

Puoi far controllare il tuo livello di vitamina D dal tuo medico. Se questo è troppo basso, ha senso assumere un integratore di vitamina D. Ma se prendi le capsule di vitamina D senza il consiglio del tuo medico, rischi il sovradosaggio. “Se assumi quantità eccessive di vitamina D, il livello di calcio nel tuo corpo aumenterà (ipercalcemia), che può portare a nausea grave, AnoressiaCrampi addominali, vomito o, nei casi più gravi, danno renale, battito cardiaco irregolare, perdita di coscienza e morte. Poiché la vitamina D può essere immagazzinata nel corpo, è possibile un sovradosaggio acuto e graduale. Rapporti al Robert Koch Institute (RKI).

Come riportato dal Centro informazioni sui veleni di Erfurt, nel 2022 sono state ricevute più richieste a causa delle alte dosi di preparati a base di vitamina D. Ci sono già stati 162 casi di questo tipo quest’anno, 31 in più rispetto al 2021, ha dichiarato all’agenzia di stampa tedesca Dagmar Prasa, capo del Centro di informazione sui veleni di Erfurt. Tuttavia, Prasa riconosce che la maggior parte delle richieste sono state overdose accidentali. che non sono relativamente dannosi.

Come funziona la vitamina D nel corpo e come ne assumiamo abbastanza dell’ormone del sole

D’altra parte, la vitamina D può essere assunta attraverso il cibo, ma la maggior parte del cosiddetto ormone solare è prodotto dal corpo stesso, rimanendo al sole. Il livello di vitamina D è sufficientemente alto nel sangue Rivista medica È molto importante perché rafforza il sistema immunitario e quindi protegge dalle infezioni respiratorie. È anche importante per la stabilità ossea. Aggiunge il prof. Wolfram Delius, cardiologo dell’Associazione professionale degli internisti tedeschi (BDI). Internisti online Un adeguato apporto di vitamina D è importante anche perché influisce sulla pressione sanguigna, sui vasi sanguigni e Osteoporosi può prevenire.

quanta luce solare dovresti prendere ogni giorno per assumere abbastanza vitamina D, Puoi leggere qui. Buono a sapersi anche: Idealmente, dovresti evitare di fare la doccia per 4-6 ore dopo aver preso il sole all’aperto con vitamina Dfino a quando l’ormone colecalciferolo (vitamina D3) non si forma nella pelle.

Attacco di cuore da troppa vitamina D?

I ricercatori danesi guidati da Peter Schwartz dell’Università di Copenaghen sono giunti alla conclusione in uno studio che un’overdose di vitamina D può anche aumentare il rischio di infarto. Dopo aver analizzato i dati di circa 250.000 danesi, è emerso che i decessi per malattie cardiovascolari come gli attacchi di cuore aumentavano quando il livello di vitamina D3 dei soggetti era superiore a 40 nanogrammi per millilitro. Come un portale della conoscenza Dominio Sono stati segnalati ulteriori studi che dovrebbero seguire per confermare questi risultati.