Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Allianz: Emozionanti aumenti di prezzo per le aziende - Economia

Allianz: Emozionanti aumenti di prezzo per le aziende – Economia

Allianz Versicherung vuole sbarazzarsi di centinaia di aziende di medie dimensioni come clienti. Lo hanno riferito i broker assicurativi che acquistano coperture per queste compagnie. “Abbiamo incrementi di diverse centinaia di clienti, in alcuni casi fino al 400 percento”, afferma un broker. Si tratta di assicurazione sulla proprietà. Ciò protegge le aziende da incendi, danni causati da temporali e interruzioni dell’attività.

In media, il prezzo richiesto è di circa il 20 percento. “Nel caso di aumenti dal dieci percento al 30 percento, Allianz si dichiara anche pronta a negoziare”, afferma il broker. “Con gli aumenti davvero vertiginosi, è chiaro che la compagnia di assicurazioni non vuole più queste compagnie”.

Prendiamo ad esempio l’industria del legno: un’azienda che non ha subito danni negli ultimi anni ha pagato finora circa 15.000 euro l’anno. In futuro Allianz chiederà più di 40mila euro. “Non ci sono più alcuni settori che si adattano al concetto di Allianz”, aggiunge. Questo vale anche per le fabbriche di plastica o le società di smaltimento dei rifiuti. Tutti loro sono considerati particolarmente inclini al fuoco. Non importa se le società hanno recentemente subito danni o meno.

Un portavoce di Allianz ha negato che Allianz volesse abbandonare i clienti. “Non si tratta di correre rischi”, ha spiegato. “Ma negli ultimi quattro anni, le compagnie assicurative tedesche hanno subito una perdita di oltre cinque miliardi di euro nel settore immobiliare con l’industria, il commercio e l’agricoltura”. Questo non bypassa neanche Allianz. L’inflazione da sola rendeva molto più costose le grandi richieste. “Questo è il motivo per cui stiamo attualmente aumentando le tariffe per le aziende che hanno un alto potenziale di danno in alcuni settori in modo che possano coprire i maggiori requisiti di risarcimento”.

READ  USA: Nuova causa sul glifosato contro Bayer

Clienti e broker sono infastiditi da questo approccio duro

Questo non va bene con i clienti. Molte aziende hanno sofferto la pandemia e ora temono le conseguenze dell’inflazione e dei problemi della catena di approvvigionamento. Allianz Vercheronge non è andata male: nel 2021 ha generato un utile al netto delle imposte di 671 milioni di euro su un fatturato di 10,4 miliardi di euro.

Secondo le informazioni di SZ, la società ha messo in vendita circa 2.000 contratti assicurativi con società di medie dimensioni. Si tratta di aziende con un fatturato di 500 milioni di euro. Le grandi imprese sono assicurate dalla consociata Allianz Global Corporate & Specialty.

Altre società hanno già avviato tali lavori di ristrutturazione. Nel caso di Allianz, i clienti industriali e i broker sono particolarmente allarmati dalla brutale repressione di tutte le attività in un settore che Allianz considera pericoloso, indipendentemente da quanto tempo il cliente è stato assicurato lì e se ha fatto molto danno.

È probabile che i concorrenti come Talanx/HDI, R+V o Zurich ne traggano grandi benefici. Questo non sembra infastidire la gestione dell’azienda sotto Frank Somerfield. Vuole impedire alla compagnia di assicurazioni di affrontare richieste di risarcimento elevate nella prossima recessione economica. Le perdite aumentano nei periodi di recessione, spesso perché le aziende lesinano sulla sicurezza.

L’attuale campagna sui tosaerba usa a malapena l’immagine. Nelle aziende di medie dimensioni, Allianz sta già lottando con la sua posizione dura durante la pandemia. A differenza dei suoi concorrenti Talanx/HDI e Signal Iduna, Allianz non ha pagato i reclami dei proprietari di ristoranti e hotel dalle polizze di chiusura dell’attività, ma (come la maggior parte delle compagnie assicurative) ha offerto solo il 15% dell’importo della perdita.

READ  Macchine indipendenti contro la fame nel mondo