Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Vivantes vergab Auftrag für mehr als zwei Millionen Corona-Tests – an nicht lieferfähige Unternehmen

Vivantes ha richiesto più di 2 milioni di test di coronavirus – per le aziende che non sono in grado di fornirli – RT DE

23 agosto. 2021 06:15 ore

Pratiche commerciali discutibili, milioni discutibili in pagamenti e un possibile insabbiamento: Business Insider fa gravi accuse contro l’operatore dell’ospedale municipale di Berlino – Vivantes GmbH – quando acquista i test del coronavirus.

Cerca per rivista economica interessato al commercio Hanno dimostrato che Vivantes – Netzwerk für Gesundheit GmbH (Vivantes in breve) quando ordinano i test corona pratiche commerciali discutibili mostrare. Vivantes è un ospedale municipale di Berlino. L’unico azionista è lo Stato di Berlino, e quindi il Vivantes Hospital Group è stato incaricato per la prima volta dall’amministrazione del Senato di Berlino di condurre esami pubblici per le scuole di Berlino.

Nell’aprile 2021, il Dipartimento per l’istruzione, la gioventù e la famiglia del Senato ha incaricato Vivantes di condurre 2,25 milioni di test rapidi. Con un prezzo unitario di 2,60 euro più IVA, l’ordine è stato di quasi sette milioni di euro. L’amministrazione del Senato, rilevata l’urgenza, non ha presentato alcuna offerta per l’appalto.

Affidamento del contratto a una società di consulenza

Il gruppo Vivantes, selezionato dal dipartimento del Senato con riferimento alla buona comunicazione nel sistema sanitario, dovrebbe trasferire rapidamente l’acquisto dei test senza offerta, a InPro Consulting LLC a Berlino. Così, nonostante la presunta urgenza, l’ordine multimilionario è stato assegnato a un’azienda che non è stata in grado di consegnare affatto.

Secondo le informazioni ricevute da interessato al commercio Nascosto dietro l’azienda c’è Robert K. Un ex lobbista di armi con buoni contatti con il Partito socialdemocratico. Come ha dimostrato la ricerca della rivista di settore, anche InPro Assolutamente incapace di eseguire test corona e ha agito solo come un altro broker. società KCSM Distribution GmbH, fondata pochi mesi fa, è stata inserita nel contratto poco dopo essere stata assegnata a InPro. Ha spiegato che le aziende agiranno come un consorzio per la gara.

READ  Elumeo's Post: Un'azienda in crescita - Cosa pensiamo della carta - 21/08/31

Il contratto non è mai stato annunciato e quindi non è stato possibile fare offerte. In ogni caso, è chiaro che il Consorzio ha agito da allora come intermediario e ha cercato il fornitore solo dopo l’aggiudicazione dell’appalto. Con Zebra Handelshaus GmbH Chiuso InPro e KCSM Inizialmente si trattava di una rinuncia al contratto di Vivantes, coinvolto con 225.000 euro. Il consorzio che ha presentato le offerte ha ricevuto altri 225.000 euro di commissione sull’intermediazione. La società ha voluto parlare ad alta voce dei 450.000 euro che Vivantes è stato chiaramente in grado di risparmiare interessato al commercio Non attraversare.

Condizioni sfavorevoli o vantaggio economico

Questo non è abbastanza KCSSM Ben presto ha cercato di costringere il subappaltatore a rescindere il contratto. A quel tempo, l’azienda commerciale Zebra ha consegnato i primi 200.000 test per 600.000 euro dalla Cina. KCSM ha dichiarato nullo il contratto con Zebra e ha persino presentato una denuncia penale contro l’azienda. Con TE.AM Pharmahandel GmbH Viene trovato un subappaltatore apparentemente più economico. Da allora, due società hanno fornito test Corona per Vivantes.

Si è arrivati ​​a questo disastro Vivo Due milioni di euro pagati direttamente a KCSM per la consegna da parte di TE.AM. Altri 4,5 milioni di euro sarebbero stati versati su un conto presso il tribunale distrettuale di Tiergarten. Mentre Vivantes voleva rimanere fuori dalla questione dei subappaltatori in futuro, KCSM dovrebbe Le zebre stanno combattendo per l’importo. Il gruppo di cliniche avrebbe ignorato il contratto di rinuncia e si sarebbe rifiutato di pagare 225mila euro. Solo dopo che Zebra si è lamentata con il senatore delle finanze di Berlino Matthias Kollatz (SPD), Vivantes ha offerto alla società un nuovo ordine: consegnare altri 4,9 milioni di test rapidi; Apparentemente cercando di chiarire le cose.

secondo interessato al commercio Di seguito, Zebra ha già fatto un’offerta separata e sta ancora ricevendo un rifiuto. Zebra deve, tuttavia, richiedere 2 milioni di euro, KCSM Aveva ricevuto, per farla valere in tribunale, Vivantes aveva pagato due volte i soldi. Presidente zebra Nel frattempo, dubitava delle “sfortunate circostanze”. Sembra che la famiglia Vivantes abbia cercato con tutti i mezzi di “preferire economicamente le società intermediarie KCSM”.

Altro su questo argomento Il sindacato degli insegnanti tedeschi chiede maschere a lungo termine e requisiti di test nelle scuole